Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

febbre West Nile

Ultimi aggiornamenti

3/8/2017 - Sorveglianza nazionale: il primo numero del bollettino periodico

In Italia dal 1 giugno al 2 agosto 2017 sono stati segnalati 4 casi umani confermati di West Nile Virus (Wnv), dei quali 1 di malattia neuro-invasiva (Sardegna) e 1 in donatore di sangue (Emilia-Romagna). È stata segnalata circolazione virale nella sorveglianza veterinaria (in cavalli, zanzare, uccelli stanziali e selvatici) in Emilia-Romagna e Veneto. Sono alcuni dei dati riportati nel primo numero del bollettino periodico della sorveglianza integrata del West Nile e Usutu virus, prodotto dal Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss) in collaborazione con il Centro studi malattie esotiche (Cesme) dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise “Giuseppe Caporale” (Izs Teramo). Consulta la pagina dedicata al bollettino periodico.

 

28/6/2017 - Sorveglianza dei casi umani da West Nile virus in Italia e in Europa

È disponibile on line sul sito del ministero della salute il nuovo “Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta ai virus West Nile e Usutu – 2017”. Il documento da una parte integra in un unico Piano la sorveglianza veterinaria (animale ed entomologica) del West Nile virus (Wnv) – essenziale per la stima del rischio – e quella dei casi umani; dall’altra, in considerazione delle analogie esistenti tra i rispettivi cicli biologici, integra le attività di sorveglianza previste per il Wnv con quelle utili all’individuazione precoce della circolazione del virus Usutu (Usuv) in quelle aree dove il virus è stato rilevato in passato e che spesso coincidono con le aree endemiche per il Wnv. Consulta il documento completo “Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta ai virus West Nile e Usutu – 2017” (pdf 1,7 Mb).

Il Centro nazionale sangue dell’Istituto superiore di sanità (Iss), con la Circolare del 6 giugno 2017, pubblica le “Indicazioni per la sorveglianza e prevenzione della trasmissione trasfusionale dell’infezione da Wnv – Stagione estivo-autunnale 2017” (pdf 309 kb).

In Europa, come ogni anno, dall’inizio di giugno l’Ecdc pubblica sul suo sito internet le mappe sulla diffusione della malattia da West Nile virus. Le mappe, aggiornate con cadenza settimanale fino a novembre, contengono la distribuzione dei casi umani autoctoni di malattia da West Nile virus segnalati nell'Ue e nei Paesi del bacino Mediterraneo e un aggiornamento della situazione epidemiologica.

 

15/6/2017 - Controllo dei vettori: dalle istituzioni al cittadino

È on line, sul sito dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), la bozza del documento “Global vector control response 2017–2030”. Il rapporto, pensato per fornire una guida strategica ai Paesi con l’obiettivo di rafforzare l’impegno nella prevenzione delle malattie trasmesse da vettore, sottolinea come sia necessario riallineare i diversi programmi di controllo dei vettori. Un approccio che deve viaggiare parallelamente a un rafforzamento dei sistemi di sorveglianza e monitoraggio, a una maggiore capacità tecnica e a migliori infrastrutture, e a una maggiore coinvolgimento della comunità. Per approfondire consulta il documento completo “Global vector control response 2017–2030 (Draft)”.

Ma come difendersi dalle zanzare che ogni anno, con l’arrivo del caldo, si fanno più numerose? E come proteggersi al meglio e nel rispetto della nostra salute? Roberto Romi (Dipartimento Malattie infettive, Iss) aiuta a rispondere a queste domande nell’articolo “Lotta alle zanzare, sì ma in sicurezza” pubblicato sulla newsletter dell’Istituto superiore di sanità AllIss (Numero 04 - Giugno 2017).

 


 

trova dati