Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

zecche

Ultimi aggiornamenti

1/9/2016 - Arbovirosi: nuovi documenti dal ministero della Salute

Con la circolare del 10 agosto 2016, il ministero della Salute pubblica il “Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta al virus della West Nile 2016” (pdf 1,8 Mb) che, per la prima volta integra in un unico Piano la sorveglianza veterinaria (animale ed entomologica) – essenziale per la stima del rischio – e quella dei casi umani. L’obiettivo principale della sorveglianza integrata è quello di individuare precocemente, attraverso programmi mirati, la circolazione del virus West Nile (Wnv) sul territorio nazionale negli uccelli, insetti o mammiferi per valutare il rischio di trasmissione della malattia all’uomo e mettere in atto tutte le misure disponibili per prevenire la trasmissione (controllo del vettore, misure nei confronti delle donazioni di sangue ed emocomponenti, organi e tessuti). Con la Nota del 22 agosto 2016 (pdf 1 Mb “Attività di disinfestazione per la tutela della sanità pubblica”), invece, il Ministero si rivolge ai Comuni italiani per sottolineare l’importanza dell’attività di disinfestazione per la tutela della sanità pubblica. Infine, con la Nota del 25 agosto 2016 (pdf 620 Mb, “Sorveglianza delle arbovirosi diverse da Chikungunya, Dengue, Zika e West Nile, e hantavirus - 2016”), il ministero della Salute richiama l’attenzione di Regioni e Province Autonome sulla necessità di segnalare (tramite apposita scheda di notifica) gli eventuali casi umani relativi alle arbovirosi elencate nella tabella 1 della Nota.

 

30/6/2016 - Aggiornata la pagina introduttive sull’argomento

È online un aggiornamento delle informazioni generali sulle zecche con un focus sulla distribuzione in Europa e Italia, il ciclo biologico, le malattie trasmesse dalle zecche e le attività di prevenzione.

 

(11 febbraio 2016) Zanzare, zecche e flebotomi: aggiornate le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili le mappe relative alla distribuzione di zanzare esotiche, zecche e flebotomi in Europa, aggiornate a gennaio 2016. L’obiettivo è fornire informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa e consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(22 ottobre 2015) Zanzare, zecche e flebotomi: aggiornate le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili per la consultazione da parte di professionisti del settore e per i cittadini le mappe relative alla distribuzione di zanzare, zecche e flebotomi in Europa e in alcuni Paesi confinanti, aggiornate a ottobre 2015. L’obiettivo è fornire informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Nello specifico, tra le novità riguardanti il nostro Paese c’è l’identificazione di Aedes koreicus (la zanzara coreana) in alcune aree del nord Italia. Per maggiori informazioni leggi la notizia e consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(23 luglio 2015) Zanzare, zecche e flebotomi: ecco le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili per operatori e cittadini le mappe di distribuzione di zanzare, zecche e flebotomi. L’obiettivo è fornire a decisori e popolazione informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(21 maggio 2015) Prevenzione delle malattie trasmesse da zecche

Produrre un toolkit di comunicazione in italiano per disseminare conoscenze utili per la prevenzione delle malattie trasmesse da zecche: questa la necessità emersa nell’ambito del progetto Ccm 2010 “Sorveglianza delle zoonosi: alleanza prevenzione, ospedale e territorio”, coordinato dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asur Marche Area Vasta 2, sede di Fabriano, su richiesta di Medici di medicina generale (Mmg) e Pediatri di libera scelta (Pls) del territorio. Per questo motivo si è deciso di tradurre, e adattare per la realtà italiana, parte del materiale informativo del “Communication toolkit on tick-borne diseases” dell’European Center for Disease Prevention and Control (Ecdc). Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento.

 

(12 febbraio 2015) Dall’Ecdc un supporto alla comunicazione per prevenire problemi legati ai morsi di zecca

Lo European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) ha pubblicato un “communication toolkit” per supportare le autorità sanitarie pubbliche nell’ideazione di iniziative e programmi di prevenzione legati ai morsi di zecca. I materiali del toolkit, adattabili alle singole realtà nazionali, sono stati studiati per diversi target (bambini, viaggiatori, persone che vivono in aree endemiche e operatori sanitari) con lo scopo di aumentare le conoscenze su questi parassiti, prevenirne i morsi, riconoscere il loro habitat, identificarle e rimuoverle correttamente, e dare suggerimenti per le fasi successive al morso di zecca tra cui una descrizione dei sintomi di alcune delle malattie trasmesse da zecche in Europa. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc.

 

(13 novembre 2014) Ecdc Annual Epidemiological Report 2014 - Malattie infettive emergenti e malattie trasmesse da vettore

La meningoencefalite da zecca è considerata un rischio emergente, dal momento che negli ultimi 30 anni si è osservato un aumento dell’incidenza di quasi il 400% in Europa. Il principale vettore, Ixodes ricinus è molto diffuso, ma le zecche infettate dal virus sono presenti solo in alcune aree e, in queste zone rappresentano comunque una piccola quota (0,1-5%). La notifica è obbligatoria nell’Unione europea dal 2012, anno in cui sono stati segnalati complessivamente 2560 casi, con netta predominanza nei maschi sopra i 45 anni e nel periodo estivo. Sono alcune delle informazioni pubblicate sull’“Annual epidemiological report 2014 – Emerging and vector-borne diseases”, prima pubblicazione dell’Annual epidemiological report di quest’anno, dedicata alle malattie infettive emergenti e quelle trasmesse da vettore. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento.

 

(9 aprile 2014) Giornata mondiale della salute 2014

Il 7 aprile, in occasione dell’anniversario della fondazione dell’Organizzazione mondiale della salute (Oms), ricorre la Giornata mondiale della salute. Il tema di quest’anno sono le malattie trasmesse dai vettori. Nel 2012 le malattie trasmesse da vettori hanno rappresentato complessivamente il 17% del carico globale stimato di tutte le malattie infettive, essendo responsabili di oltre un milione di decessi, la gran parte dei quali, dovuti alla malaria che risulta la più mortifera tra le malattie infettive. La dengue è risultata invece la più diffusa, rappresentando una minaccia per oltre 2,5 miliardi di persone in 100 Paesi e registrando un incremento del numero di casi di circa 30 volte nel corso degli ultimi 50 anni. Leggi l’approfondimento.

 

(9 gennaio 2014) Malattie trasmesse da vettori: aggiornate le mappe Ecdc

Una fotografia sulla distribuzione di zanzare esotiche di importazione, zecche e flebotomi in Europa: è ciò che offre la consultazione delle mappe aggiornate a dicembre scorso dall’Ecdc sulla base dei dati raccolti (fino a ottobre 2013) dal network Vbornet (Network of medical entomologists and public health experts). Dall’analisi delle cartine emerge per esempio che in Belgio, Francia, Grecia e Spagna si registra la presenza di Aedes albopictus in nuove aree e anche che in Germania sono aumentate le zone in cui è diffusa l’Aedes japonicus (zanzare esotiche di importazione). Per maggiori informazioni consulta le mappe Ecdc sulla distribuzione di zanzare esotiche, zecche e flebotomi in Europa.

 

(27 settembre 2012) Meningoencefalite da zecche: il report Ecdc

Il report “Epidemiological situation of tick-borne encephalitis in the European Union and European Free Trade Association countries” (pdf 3,2 Mb), pubblicato dall’Ecdc a settembre 2012, riassume le informazioni sulla distribuzione di meningoencefalite da zecche negli Stati membri, in Islanda e in Norvegia sia attraverso una raccolta di dati da esperti europei di ogni nazione per il periodo 2000-2010, sia attraverso una revisione della letteratura. Leggi il commento di Fortunato Paolo D'Ancona (reparto Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps–Iss).

 

(24 maggio 2012) Distribuzione delle specie di zecche in Europa: le mappe Ecdc

Per la prima volta l’Ecdc, con la collaborazione del Network of medical entomologists and public health experts (Vbornet), pubblica le mappe con la distribuzione di quattro diverse specie di zecche in Europa: Dermacentor reticulates, Hyalomma marginatum, Ixodes persulcatus, Ixodes ricinus. I dati presentati sono quelli raccolti dai membri della Rete europea di medici entomologi Vbornet che, volendo migliorare la base di dati, è in cerca di esperti in malattie trasmesse da vettori interessati al lavoro di Rete e di scambio dati (gli esperti interessati possono contattare il network all’indirizzo di posta elettronica vbornet@ecdc.europa.eu). Oltre alle mappe sulle zecche, l’Ecdc e il Vbornet network pubblicano trimestralmente anche le mappe sulle zanzare esotiche e delle zanzare Phlebotominae. In particolare, le cartine sulle zanzare Phlebotominae sono ora disponibili a un maggior livello di dettaglio geografico. Per ulteriori informazioni: leggi il comunicato stampa dell’Ecdc, guarda le mappe sulle zecche e visita le pagine dedicate dall’Ecdc alle malattie trasmesse da zecche.

 


 

trova dati