Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Fumo

Rapporto 2008 dell’Oms sul fumo: sei strategie per un’azione globale

L’Oms ha pubblicato il rapporto 2008 sugli sforzi per il controllo del tabacco a livello globale. Secondo i dati, nonostante i progressi compiuti, nessun Paese ha implementato completamente tutte le misure chiave per il controllo del tabacco, solo il 5% della popolazione mondiale vive in Paesi che applicano almeno una di queste misure e solo 15 Paesi, pari al 6% della popolazione mondiale, impongono avvertenze grafiche sui pacchetti di sigarette. Nel 40% dei Paesi è ancora permesso di fumare nelle scuole e negli ospedali, e gli introiti dei governi di tutto il mondo provenienti dalle vendite di tabacco sono pari a 500 volte le cifre investite nelle misure contro il tabagismo (la cifra poi sale a 4000 volte nei Paesi a medio reddito e a 9000 nei Paesi a basso reddito). È infatti nei Paesi in via di sviluppo che nel 2030 si concentrerà l’80% degli 8 milioni di morti all’anno a causa del tabacco.

 

Le sei strategie dell’Oms

Il rapporto raccomanda ai governi un approccio per prevenire milioni di morti che potrebbero essere causati entro la metà del secolo da quella che l’Oms stessa ha definito “epidemia di tabacco”. L’approccio proposto, che consiste in un pacchetto di sei misure, porta il nome di Mpower, dall’acronimo inglese delle sei strategie di azione: Monitor tobacco use and prevention policies (monitoraggio del consumo di tabacco e politiche di prevenzione), Protect people from tobacco smoke (protezione della popolazione dal fumo), Offer help to quit tobacco use (aiuti per smettere di fumare), Warn about the dangers of tobacco (avvertenze sui pericoli del tabacco), Enforce bans on tobacco advertising, promotion and sponsorship (rafforzamento dei divieti di pubblicità, promozione e sponsorizzazioni del tabacco), Raise taxes on tobacco (aumento delle tasse sul tabacco).


Proprio le tasse, che sono la strategia singola più efficace, potrebbero essere aumentate in quasi tutti i Paesi e potrebbero quindi fornire una solida base per finanziare le altre misure proposte. Se da un lato il pacchetto Mpower dà le linee di indirizzo generali, dall’altro l’Oms sta anche lavorando per calibrare gli aiuti ai Paesi che implementano la strategia.«Queste sei strategie sono alla portata di tutti i Paesi, ricchi e poveri, e nel loro insieme offrono la migliore opportunità contro l’epidemia di tabacco», ha dichiarato Margaret Chan, direttore generale dell’Oms, nel discorso con cui ha lanciato l’iniziativa a New York.

 

Leggi il comunicato, scarica l’intero rapporto (pdf 7,42 Mb). Consulta anche il discorso di Margaret Chan, direttore generale dell’Oms, in occasione del lancio del rapporto a New York.