Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Malattie infettive

Gli aggiornamenti epidemiologici della settimana (al 4 luglio 2013)

Eventi in Europa

Un focolaio di epatite A sta interessando l’Italia, coinvolgendo anche viaggiatori tedeschi, polacchi e olandesi di ritorno dal nord Italia. Le indagini epidemiologiche in corso suggeriscono che, anche in questo caso, i frutti di bosco surgelati possano essere il veicolo di infezione. Per approfondire leggi il commento di Maria Elena Tosti (Cnesps-Iss) del 23 maggio 2013 e il rapid outbreak assessment di Efsa ed Ecdc “Outbreak of hepatitis A virus infection in residents and travellers to Italy” del 28 maggio 2013 (pdf 236 kb).

 

Prosegue inoltre la sorveglianza stagionale dei casi umani di infezione da West Nile virus in Europa. Come indicato nel Cdtr, dall’inizio del 2013 non sono stati riportati casi dagli Stati membri dell’Unione europea. Per saperne di pių sulla sorveglianza dei casi umani di malattia neuro-invasiva da West Nile virus in Italia, leggi le news nella sezione dedicata.

 

Eventi nel Mediterraneo

Il bollettino settimanale dell’Ecdc “Communicable disease threats report week 26, 23-29 June 2013”, riporta la segnalazione di 4 casi di infezione da virus West Nile in Israele.

 

Da settembre 2012 al 26 giugno 2013 sono stati notificati all’Oms 77 casi confermati di infezione da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV), di cui 40 fatali. L’Oms ha ricevuto notifiche di casi confermati da Giordania, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati Arabi. Casi confermati, provenienti dal Medio Oriente, sono stati riportati anche da Francia, Germania, Tunisia, Regno Unito e Italia. In Francia, Italia, Tunisia e Regno Unito si sono, inoltre, verificati limitati casi di trasmissione locale in soggetti che non si erano recati in Medio Oriente ma che erano stati a stretto contatto con casi confermati o probabili di infezione. Per saperne di pių leggi l’approfondimento generale e l’approfondimento sui casi in Italia a cura del Cnesps-Iss su EpiCentro, la notizia sul sito del ministero della Salute e gli aggiornamenti sul sito dell’Oms dedicato alle infezioni da Coronavirus.

 

Eventi nel resto del mondo

Il Cdtr segnala che in Giappone č attivo, da settembre 2012, un focolaio di rosolia che ha causato circa 10 mila casi.

 

Sul sito dell’Ufficio dell’Oms per la Regione del Pacifico occidentale sono disponibili i dati sulla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo aggiornati al 21 giugno 2013: 15 Paesi hanno segnalato 630 casi e 375 decessi. Per approfondire leggi anche l’aggiornamento al 4 giugno 2013 del risk assessment dell’Oms “Human infection with avian influenza A(H5N1) viruses and associated animal health events” (pdf 389 kb).

 

Risorse utili