Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Infezioni sessualmente trasmesse

Archivio

2010

 

(16 dicembre 2010) Il focus del sito Ecdc sull’infezione da clamidia

La clamidia è di gran lunga l'infezione a trasmissione sessuale più frequentemente riportata in Europa. A differenza di altre malattie sessualmente trasmissibili, il numero di infezioni da Chlamydia trachomatis genitale comunicati ogni anno è rimasta elevata e ha continuato a salire. L’Ecdc ha deciso di mettere a punto un nuovo strumento, lo “Spotlight on Chlamydia: High numbers - low awareness”, una pagina tematica interamente dedicata a questa infezione. Tre i messaggi chiave che il sito intende veicolare sulla clamidia: è l’infezione sessualmente trasmessa più comune in Europa, soprattutto tra i giovani; può avere conseguenze a lungo termine sulla salute sessuale e riproduttiva; può essere prevenuta, gestita e controllata. Tra i materiali disponibili on line anche video, presentazioni, grafici animati e altri strumenti per la comunicazione. Consulta il focus dell'Ecdc sull’infezione da Chlamydia trachomatis.

 

 

2009

 

(8 ottobre 2009) Infezioni sessualmente trasmesse: su EpiCentro un nuovo grandetema

Le Infezioni sessualmente trasmesse (Ist) costituiscono uno dei più seri problemi di salute pubblica in tutto il mondo, sia nei Paesi industrializzati sia in quelli in via di sviluppo. Secondo le stime dell’Oms, le Ist hanno un’incidenza annua di 340 milioni di casi negli adulti appartenenti alla fascia di età 15-49 anni. La redazione di EpiCentro propone ai suoi lettori un nuovo grandetema dedicato a questa categoria di infezioni.