Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute materno-infantile

La banca biologica del progetto Piccolipiù

Lorenza Nisticò e Virgilia Toccaceli - reparto di Epidemiologia genetica, Cnesps-Iss

 

27 novembre 2014 - La biobanca del progetto Piccolipiù è sita all'interno della Banca biologica di popolazione del Cnesp-Iss, che conserva 285.000 aliquote di campioni biologici raccolti nel corso di diversi studi longitudinali.

 

La biobanca Piccolipiù conserva il materiale biologico donato dalla mamma e dal suo bambino al momento della nascita. Sia alla mamma che al bambino sono prelevati 9 ml di sangue periferico e cordonale che sono separati in plasma, siero, buffy coat ed emazie, suddivisi in crioprovette e congelati. Dal cordone ombelicale vengono prelevati anche tre piccoli frammenti di tessuto che sono anch’essi congelati. Per ciascuna coppia mamma-bambino vengono conservate 23 crioprovette, per un totale di 69.000 provette per tutti i partecipanti al progetto Piccolipiù. La biobanca conserva anche alcune gocce di sangue del neonato depositate su carta bibula, prelevate dal tallone in concomitanza dello screening obbligatorio. Alla conservazione del materiale biologico del progetto Piccolipiù sono dedicati un serbatoio alimentato ad azoto liquido che mantiene i campioni a una temperatura media di circa -150°C e un freezer meccanico a -80°C. Un software ad hoc cataloga e localizza i campioni biologici e tiene traccia della loro movimentazione.

 

La conservazione e l’uso dei campioni biologici sono regolati dalla normativa vigente e dalle procedure dichiarate nel consenso informato: i genitori autorizzano il prelievo di sangue e l’estrazione del Dna, la conservazione dei campioni biologici fino al compimento del diciottesimo anno di età del proprio figlio e il loro utilizzo per indagare i fattori coinvolti nelle malattie e/o nelle condizioni di salute oggetto dello studio Piccolipiù.