Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute mentale

Progetto EPREMED e studio ESEMeD: se ne discute in un focus group

A cura di Antonella Gigantesco, Ilaria Lega, Angelo Picardi – Reparto salute mentale, Cnesps - Iss

 

Il 7 marzo 2008, presso il Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps), si è tenuto il focus group di presentazione e discussione dei risultati dello studio European Study of the Epidemiology of Mental Disorders (ESEMeD) e del progetto European Coordination Action for Policy Research on Mental Disorders (EPREMED). Al gruppo di discussione hanno partecipato rappresentanti del ministero della Salute, delle associazioni dei familiari e dei pazienti, dei medici di medicina generale, della psichiatria accademica e territoriale e dei media.

 

Principali obiettivi del focus group (pdf 30 kb): favorire la discussione sui risultati dello studio ESEMeD e del progetto EPREMED, individuando le modalità di divulgazione più efficaci per diffonderli ulteriormente tra cittadini, pazienti, professionisti sanitari interessati, e sollecitare un confronto sulle possibili decisioni in tema di politica sanitaria, motivate dai risultati discussi.

 

Il progetto EPREMED (pdf 62 kb) ha riguardato un’analisi approfondita, e coordinata tra vari Paesi, dei dati raccolti con lo studio (ESEMeD) su un campione di oltre 21.000 cittadini europei per valutare:

  • prevalenza e comorbilità dei disturbi mentali
  • impatto dei disordini psicologici
  • uso dei servizi sanitari e dei farmaci psicotropi per il trattamento dei disturbi mentali
  • fattori di rischio sociodemografici e di altro tipo.
I Paesi coinvolti nello studio sono stati Belgio, Francia, Germania, Olanda, Spagna e Italia.

 

In Italia, lo studio, condotto nel 2001-2003, è stato il primo ad aver riguardato un così ampio campione della popolazione generale adulta (oltre 4700 persone).

 

Il ruolo di riferimento scientifico per la parte italiana, sia dello studio ESEMeD che della sua prosecuzione, progetto EPREMED, è stato rappresentato dall’Istituto superiore di sanità.

Rispetto al precedente studio ESEMeD, il progetto EPREMED ha avuto come obiettivo anche la diffusione degli elementi conoscitivi acquisiti, utili alle attività di pianificazione e miglioramento di qualità dei servizi e di prevenzione da condurre nei differenti Paesi europei coinvolti nello studio.

 

Scarica il report sul progetto EPREMED e sullo studio ESEMeD (pdf 62 kb).

Scarica il verbale del focus group (pdf 30 kb).