Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica
a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
home > malattie croniche > tumori e cancro > Atlante di incidenza dei tumori in Friuli Venezia Giulia (periodo: 1995-2005)...
granditemi
tumori
Atlante di incidenza dei tumori in Friuli Venezia Giulia (periodo: 1995-2005)

Il rapporto “I tumori in Friuli Venezia Giulia. Dati di incidenza, sopravvivenza e prevalenza: 1995-2005”, pubblicato dall’Agenzia regionale della sanità e dall’Irccs Centro riferimento oncologico di Aviano, illustra i principali risultati della registrazione sistematica delle diagnosi di tumori maligni in Friuli Venezia Giulia, dal 1995 (inizio dell’attività su base regionale) al 2005. Vengono presentati:

  • i tassi di incidenza per l’ultimo biennio di registrazione, 2004-2005
  • l’andamento temporale dei tassi di incidenza per il periodo 1995-2005
  • la sopravvivenza a 1, 3 e 5 anni dopo la diagnosi di tumore
  • la stima della prevalenza delle persone viventi con tumore.

I tassi di incidenza

Nel 2004-2005 ci sono state 16.756 nuove diagnosi di tumore (in media, 8378 all’anno) escludendo i tumori della cute diversi dai melanomi. Tra gli uomini, le sedi più frequenti di tumore sono risultate la prostata (23,3% di tutti tumori), il colon-retto (13,7%) e il polmone (13,3%), seguite da vescica, stomaco, fegato, rene e tumori ematologici (575 diagnosi, di cui 279 linfomi non-Hodgkin e 159 leucemie). Da notare che, per la prima volta, in nessuna classe di età il carcinoma del polmone è risultato il tumore più frequente negli uomini. Il carcinoma della mammella è di gran lunga il tumore più frequente nelle donne (31% di tutte le nuove diagnosi), seguito dai tumori del colon-retto (12,9%), polmone (6,4%), utero (5,8%), stomaco, pancreas, melanomi cutanei, tumori delle vie aerodigestive superiori ed ematologici (548 nuove diagnosi, 266 linfomi non-Hodgkin e 145 leucemie). L’età mediana alla diagnosi di tumore è di 70 anni sia negli uomini che nelle donne, con la maggioranza delle diagnosi tra persone di 65 anni o più (63,6% nelle donne e 68,7% negli uomini). Sempre nel 2004-2005, l’incidenza grezza di tutti i tumori in Friuli Venezia Giulia è pari a 794 nuovi casi annui/100.000 uomini e 603 nuovi casi/100.000 donne (pari a 540 casi/100.000 negli uomini e 361 casi/100.000 nelle donne, dopo standardizzazione per età sulla popolazione europea).

 

L’andamento temporale dei tassi di incidenza

Tra i risultati più interessanti relativi all’andamento temporale dei tassi di incidenza registrati tra il 1995 e il 2005, va segnalato, negli uomini, il netto aumento del carcinoma della prostata (da 77,4 a 127,2 casi/100.000 con un aumento del 5,9% per anno), dovuto essenzialmente alla diffusione delle pratiche di screening spontaneo. La costante diminuzione dei tassi d’incidenza di tumore del polmone (da 85,6 a 71,6 casi/100.000 con una riduzione del 1,5% per anno) e la diminuzione dell’incidenza dei tumori delle vie aerodigestive superiori (da 42,3 a 31,5 casi/100.000) costituiscono un’incoraggiante osservazione che documenta, negli uomini del Friuli Venezia Giulia, i primi successi delle campagne anti-fumo. Aumenti moderati si sono notati per i tassi di incidenza del colon-retto, della vescica e del melanoma. Nelle donne, vanno segnalati un graduale aumento dei tassi di incidenza per cancro della mammella (da 112,1 a 129,2 casi/100.000 con un aumento del 1,4% per anno) e un lieve incremento del cancro del polmone, soprattutto nelle donne al di sotto dei 65 anni di età (da 10,5 a 12,6 casi/100.000).

 

La sopravvivenza

Risultati incoraggianti sono emersi dall’analisi dei dati di sopravvivenza, con aumenti nella quota di persone sopravvissute almeno 5 anni dopo la diagnosi (dal 37,3% al 44,0% negli uomini e dal 48,4% al 51,6% nelle donne). Tuttavia, per alcune sedi (come la mammella nelle donne) la sopravvivenza in Friuli Venezia Giulia risulta ancora al di sotto della media nazionale e presenta ampie variazioni intraregionali.

 

La prevalenza delle persone viventi con cancro

Infine, l’atlante dei tumori in Friuli Venezia Giulia presenta i risultati della stima della prevalenza delle malattie neoplastiche. In base ai dati raccolti a dicembre 2005, è stato possibile calcolare circa 53 mila persone viventi con tumore nella Regione al gennaio 2006 (40.282 escludendo i tumori della cute non melanomi, di cui 19.984 uomini e 20.298 donne). Negli uomini, il 34,3% dei tumori sono localizzati nella prostata, mentre nelle donne il 43,6% nella mammella. Insieme, dunque, questi tumori rappresentano il 77,9% delle diagnosi tra le persone viventi con cancro in Friuli Venezia Giulia.

 

Per maggiori informazioni, scarica il documento originale “I tumori in Friuli Venezia Giulia. Dati di incidenza, sopravvivenza e prevalenza: 1995-2005” (pdf 1,5 Mb).

 

Stampa

Ultimo aggiornamento martedi 1 aprile 2014
Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
Viale Regina Elena, 299 - 00161 Roma - Tel 0649901
© - Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro è parzialmente sostenuto da risorse del CCM - Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità
Cnesps