Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Vaccini e vaccinazioni

Documentazione

Nel mondo

 

Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2017-2018 northern hemisphere influenza season - full report

Documento pubblicato dall’Oms a marzo 2017. Fornisce le raccomandazioni sulla composizione del vaccino trivalente e di quello quadrivalente per la stagione influenzale 2017-2018 nell’emisfero settentrionale. Per maggiori informazioni consulta il documento dell’Oms completo “Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2017-2018 northern hemisphere influenza season - full report”, le Faq sulle raccomandazioni “Questions and answers - Recommended composition of influenza virus vaccines” (pdf 72 kb) e la sintesi in italiano (pdf 222 kb) riportata sul sito della sorveglianza virologica Influnet dell’Iss.

 

Global immunization coverage sustained in the past five years

Documento Oms, pubblicato a luglio 2016, contenente gli ultimi dati disponibili sulle vaccinazioni nel mondo.

 

Fact sheet Oms sulle vaccinazioni

Secondo l’Organizzazione mondiale della salute (Oms), le vaccinazioni prevengono, ogni anno, tra i 2 e i 3 milioni di decessi: è uno dei dati presenti nelle fact sheet che l’Oms ha aggiornato a marzo 2016. La pagina presenta le informazioni generali sulle vaccinazioni e le coperture vaccinali mondiali del 2014.

 

Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2016-2017 northern hemisphere influenza season 

Documento pubblicato dall’Oms a febbraio 2016 che fornisce le raccomandazioni sulla composizione del vaccino trivalente e di quello quadrivalente per la stagione influenzale 2016-2017 nell’emisfero settentrionale. Leggi anche la sintesi in italiano (pdf 222 kb) riportata sul sito della sorveglianza virologica Influnet dell’Iss.

 

Assessing the State of Vaccine Confidence in the United States: Recommendations from the National Vaccine Advisory Committe (pdf 339 kb)

Articolo pubblicato su Public Health Reports a novembre 2015 dal National Vaccine Advisory Committee statunitense. Il documento riporta i risultati di un’indagine relativa alla fiducia vaccinale negli Usa e sottolinea l’importante ruolo degli operatori sanitari nel migliorare la fiducia e dunque la tempestiva accettazione delle vaccinazioni.

 

Reducing pain at the time of vaccination: WHO position paper – September 2015

Articolo pubblicato sul Weekly epidemiological record del 25 settembre 2015. È il primo position paper dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) dedicato all’attenuazione del dolore durante la somministrazione dei vaccini per via iniettiva. Il dolore associato alle iniezioni è causa di ansia e di notevole disagio per molti bambini che debbono essere vaccinati e anche per i loro genitori e per il personale sanitario che deve somministrare la vaccinazione, in particolare quando devono essere somministrati più vaccini nella stessa seduta vaccinale. Inoltre, la paura del dolore può portare a una riduzione dell’adesione alle vaccinazioni. Esistono strategie basate sulle evidenze per ridurre il dolore durante la vaccinazione che sono efficaci, praticabili, e non costose. Pertanto, l’Oms integra le informazioni disponibili, basandosi su una revisione sistematica di 55 interventi selezionati per la loro potenziale implementazione a livello globale, e presenta le strategie efficaci, generali ed età-specifiche, raccomandate per tutti i Paesi, identificando anche quelle che invece non sono efficaci.

 

Rubella and congenital rubella syndrome control and elimination – global progress, 2000–2014

Articolo pubblicato sul Weekly epidemiological record del 25 settembre 2015. Fa il punto sui progressi fatti a livello mondiale nell’eliminazione di rosolia e rosolia congenita durante il periodo 2000-2014. Dal documento emerge che nel periodo esaminato, la percentuale di Stati membri dell’Oms che ha introdotto la vaccinazione antirosolia è aumentata dal 51% (99 Paesi) al 72% (140 Paesi) e il numero di casi di rosolia notificati è diminuito da 670.894 a 33.068 casi. Nonostante questi importanti progressi, sono necessari ulteriori sforzi per migliorare le attività di sorveglianza e raggiungere l’eliminazione della malattia.

 

Shifting Vaccination Politics - The End of Personal-Belief Exemptions in California

Editoriale pubblicato sul New England Journal of Medicine il 27 agosto 2015. Leggi anche la riflessione di Stefania Salmaso (direttore Cnesps-Iss): “Cambiamenti delle politiche vaccinali: la California sancisce la fine dell’esenzione per opinioni personali” pubblicato su EpiCentro il 3 settembre 2015.

 

WHO Recommendations Regarding Vaccine Hesitancy

Numero monotematico di Vaccine, pubblicato ad agosto 2015, dal titolo dedicato alla “esitazione vaccinale”. Leggi anche la presentazione pubblicata su EpiCentro il 3 settembre 2015.

 

Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2015-2016 northern hemisphere influenza season (pdf 80 kb)

Documento pubblicato dall’Oms a febbraio 2015 che fornisce le raccomandazioni sulla composizione del vaccino trivalente e di quello quadrivalente per la stagione influenzale 2015-2016 nell’emisfero settentrionale. Leggi anche l’estratto in italiano (pdf 168 kb) riportato sul sito della sorveglianza virologica Influnet dell’Iss.

 

Immunization information systems to increase vaccination rates: a Community Guide systematic review (pdf 441 kb)

Articolo pubblicato a luglio 2014 sul Journal of Public Health Management and Practice nell’ambito della “Community Guide. What works to promote health”.

 

Economic review of immunization information systems to increase vaccination rates: a Community Guide systematic review (pdf 177 kb)

Articolo pubblicato a luglio 2014 sul Journal of Public Health Management and Practice nell’ambito della “Community Guide. What works to promote health”.

 

Recommendation for use of immunization information systems to increase vaccination rates” (pdf 116 kb)

Articolo pubblicato a luglio 2014 sul Journal of Public Health Management and Practice nell’ambito della “Community Guide. What works to promote health”.

 

Immunization information systems (Editorial) (pdf 49 kb)

Articolo pubblicato a luglio 2014 sul Journal of Public Health Management and Practice nell’ambito della “Community Guide. What works to promote health”.

 

Domande e risposte sui disturbi dello spettro autistico

Traduzione in italiano delle “Questions and answers about autism spectrum disorders”, pubblicate dall’Organizzazione mondiale della sanità a settembre 2013.

 

Vaccinazione MPR e autismo: una rassegna di letteratura (pubblicato ad aprile 2012)

In merito al dibattito recentemente riacceso sulla sicurezza della vaccinazione MPR (morbillo, parotite, rosolia), EpiCentro propone una rassegna aggiornata della letteratura scientifica sul tema dell’autismo. Appare infatti chiaro che non ci sono elementi a sostegno di un nesso causale tra la somministrazione dei vaccini MPR e il disturbo autistico. Come già nel 2010, a seguito del parere del General Medical Council britannico sulla ricerca condotta da Andrew Jeremy Wakefield, Stefania Salmaso e il reparto di Epidemiologia delle malattie infettive del Cnesps, commentano il caso fornendo un quadro generale sull’argomento. Per maggiori informazioni scarica il documento completo e consulta anche l’articolo pubblicato su EpiCentro a febbraio 2010 “Il caso Wakefield: ecco com’è andata a finire”.

 

Vaccini nel mondo: un bilancio sui primi 10 anni di vita della Gavi

Oltre 4 miliardi di dollari distribuiti, 250 milioni di bambini vaccinati per le diverse malattie in 70 Paesi in via di sviluppo, 5,4 milioni di vite salvate, bambini sottratti a malattie quali difterite, pertosse, epatite B, Haemophilus Influenzae di tipo B (Hib), morbillo, meningite, febbre gialla, tetano e polio: a dieci anni dalla sua fondazione la Global Alliance for Vaccines and Immunization (Gavi) fa un bilancio dei risultati ottenuti pubblicando un articolo su Nature Immunology.

 

Controllo della meningite in Africa: ecco un nuovo vaccino

Il 6 dicembre 2010 in Burkina Faso è stato introdotto a livello nazionale il primo vaccino coniugato contro il meningococco di tipo A. La campagna di vaccinazione potrebbe essere particolarmente efficace se introdotta in tutti i 25 Paesi della cosiddetta “cintura della meningite” (meningitis belt) africana, area che si estende dal Senegal all’Etiopia e che viene regolarmente colpita da epidemie stagionali. Per maggiori informazioni leggi la pagina dedicata sul sito dell’Oms, il comunicato stampa e il discorso del direttore generale dell’Oms Margaret Chan.

 

Le vaccinazioni: il rapporto 2009 Oms, Unicef e Banca Mondiale

Nel corso degli ultimi dieci anni i tassi di immunizzazione hanno raggiunto livelli mai sfiorati in precedenza e anche lo sviluppo dei vaccini è in grande espansione. Malgrado questi progressi, però, i dati Oms riferiscono che sono circa 24 milioni (circa il 20% dei nuovi nati ogni anno) i bambini che nel 2008 non hanno ricevuto il vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse. Il 21 ottobre 2009 Oms, Unicef e Banca Mondiale hanno pubblicato la terza edizione del rapporto “State of the world’s vaccines and immunization”.

 

Le raccomandazioni Oms per le vaccinazioni di routine

L’Oms ha elaborato e pubblicato due tabelle che sintetizzano le attuali raccomandazioni per le vaccinazioni di routine tratte dai position paper dell’Oms. La tabella 1 (pdf 98 kb) riporta tutte le vaccinazioni raccomandate, indicando il numero di dosi del ciclo primario di immunizzazione ed eventuali dosi di richiamo, per gruppi di età (bambini, adolescenti, adulti). Nella tabella 2 (pdf 100 kb), che fornisce informazioni dettagliate sulle vaccinazioni pediatriche, sono riportate anche l’età alla prima dose e gli intervalli tra dosi. Questo documento non è stato pensato per l’uso diretto da parte dei singoli operatori sanitari, ma come strumento di riferimento per supportare i responsabili dei piani nazionali di vaccinazione a rivederne e ottimizzarne la programmazione. Queste tabelle vengono aggiornate periodicamente per essere sempre adeguate alle raccomandazioni dell’Oms. Le raccomandazioni sono da considerarsi un documento di indirizzo, poiché devono essere adattate alle varie realtà locali in base alla diffusione delle malattie, le predisposizioni per alcune patologie di alcune popolazioni, le condizioni sociosanitarie di base, la disponibilità economica, le scelte di priorità diverse in ogni Paese. Per maggiori informazioni e scaricare le tabelle, visita le pagine dedicate sul sito dell’Oms.

 

Vaccinazioni sicure: un obiettivo fondamentale per l’Oms (pdf 724 Kb)

La vaccinazione è uno degli interventi sanitari di maggior successo e con un ottimo rapporto costo-beneficio. Lo ribadisce il booklet dell’Oms sulla sicurezza e qualità dei vaccini “WHO’s quality, safety and standards work in immunization”. Il rapporto, pubblicato a ottobre 2007, rende conto delle attività svolte dal team dedicato dell’Oms, finalizzate a fissare standard e norme, assicurare la qualità dei vaccini e delle attrezzature tramite il rafforzamento delle autorità legislative nazionali, monitorare e valutare questioni sulla sicurezza dei vaccini di interesse globale. Viene inoltre spiegato il ruolo dell’Expert Committee on Biological Standardization e quello del Global Advisory Committee on Vaccine Safety, due dei comitati fondamentali dell'Oms sul tema delle vaccinazioni.