Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Vaccini e vaccinazioni

Qualche domanda sui vaccini? Parte un numero verde sperimentale

8 ottobre 2015 - È partito lo scorso 5 ottobre il numero verdeVaccini e vaccinazioni” – 800561856, il call center nazionale, attivo ogni lunedì dalle ore 10:00 alle 18:00 per la durata di un anno, che risponde alla richiesta di ulteriori informazioni per aderire alle offerte di vaccinazione.

 

«Uno sforzo congiunto», come dice Rosa Prato (Università degli Studi di Foggia - Responsabile del servizio) «che vede collaborare igienisti, ricercatori, pediatri e medici di medicina generale nel fondamentale compito di informare gli utenti sull’importanza delle vaccinazioni e sui rischi connessi alle malattie prevenibili da vaccino. Un panel selezionato di esperti (con gruppi di 20 specialisti che si alterneranno nel tempo) provenienti dal mondo universitario e dei servizi sanitari, dalle agenzie governative e dalle società scientifiche, si è reso disponibile a sperimentare un modo di prestare consulenza diretta a un vasto pubblico». L’iniziativa è promossa dal Centro nazionale per la prevenzione e controllo delle malattie (Ccm) del ministero della Salute e dall’Università di Foggia, e vede il patrocinio della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti), dalla Federazione italiana medici pediatri (Fimp), dalla Società italiana di pediatria (Sip) e dalla Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg).

 

«Il servizio di call center – che nasce nell’ambito del progetto Ccm 2013 “Elaborazione di strategie e di interventi di comunicazione sanitaria multi-obiettivo come mezzo per aumentare le coperture vaccinali nella popolazione sulle malattie infettive prevenibili e sulle vaccinazioni”» continua Rosa Prato «rientra nelle strategie di sostegno alla prevenzione volte a facilitare l’acquisizione di informazioni e rinforzare la fiducia nelle vaccinazioni, grazie a una comunicazione scientificamente corretta, in grado di poter favorire scelte consapevoli, sfatando falsi miti e dubbi su efficacia, sicurezza e importanza dei vaccini».

 

Uno strumento importante anche alla luce del calo delle coperture vaccinali (CV) a 24 mesi d’età registrato a partire dal 2012, anno in cui si evidenzia appunto un decremento di tutte le CV, più accentuato per morbillo, parotite e rosolia (Mpr).

 

«La prima giornata di funzionamento del numero verde ha visto un totale di 157 conversazioni, con una durata media della consulenza di 5 minuti» racconta Rosa Prato. «Un successo, anche dal punto di vista della distribuzione geografica: le chiamate sono arrivate da tutta Italia, senza aggregazioni particolari. Tra le domande poste agli esperti del call center, gli argomenti più frequenti sono stati: la vaccinazione antinfluenzale e anti-pneumococcica negli anziani e nei soggetti a rischio; le vaccinazioni pediatriche e dell’adolescenza (Mprv, meningococco, esavalente, Hpv, pneumococco); la vaccinazione anti-tetanica nell’adulto lavoratore; la sicurezza dei vaccini e la cosomministrazione dei vaccini tra loro e con altri presidi (tipo gli immunomodulatori); le vaccinazioni nei pazienti cronici; il ruolo delle aziende produttrici; la rassicurazione che il vaccino antinfluenzale di questa stagione prevenga anche il ceppo pandemico H1N1; come avviene l’introduzione di un vaccino nel calendario vaccinale. I report dei principali contenuti delle conversazioni alimenteranno una repository di argomenti e Faq utili a contrastare la disinformazione vaccinale».

 

«Infine», conclude Rosa Prato «da un veloce riascolto delle conversazioni, la maggior parte si sono chiuse con espressioni di soddisfazione e ringraziamento per il servizio offerto».

 

L’obiettivo, per il prossimo anno, rimane dunque chiaro: cercare di promuovere la vaccinazione tra i gruppi di popolazione a maggior rischio – come bambini, anziani e pazienti – fornendo un punto di riferimento che risponda alle domande di chiunque voglia capire meglio l’importanza dei vaccini per la salute del singolo e della comunità.

 

Risorse utili