Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Vaccini e vaccinazioni

È nata e sta crescendo la “Rete Informazione Vaccini” (RIV)

Daniel Fiacchini - Dirigente Medico presso il Dipartimento di Prevenzione ASUR, Area Vasta 2 (Fabriano), è attualmente il coordinatore del Gruppo Tecnico Regionale “Vaccini e Strategie di Vaccinazione” della Regione Marche. Co-fondatore di RIV

 

23 aprile 2015 - Un anno fa, nelle Marche, presso l’Istituto d’istruzione superiore Savoia Benincasa di Ancona, nell’ambito delle attività previste per la Giornata nazionale “Italia Unita per la Corretta Informazione Scientifica” (19 – 24 maggio 2014), un gruppo di persone costituito da medici igienisti, docenti, genitori e studenti, ha lanciato l’idea di costruire una rete aperta a tutti coloro che avvertissero la necessità di diffondere una corretta informazione scientifica sul tema dei vaccini e della loro importanza.

 

È così nata la Rete Informazione Vaccini – Riv, con l’obiettivo principale di dare voce alla maggioranza finora silenziosa dei medici e dei genitori che, basandosi sulle evidenze scientifiche, sostiene e promuove la pratica vaccinale.

 

L’utilizzo del termine “Rete” ha inteso alludere a vari concetti: costituire innanzitutto una “rete” di protezione contro la disinformazione scientifica sul tema dei vaccini; essere un’organizzazione spontanea, nata dal basso, alla quale chiunque possa unirsi per divenire “nodo” operativo, facendo così emergere l’ampio consenso effettivamente esistente sul tema vaccinale; e in ultimo avvalersi della “rete” intesa come World Wide Web, quale luogo per le principali attività della Riv.

 

La Rete è al momento presente on line con una Pagina Facebook che, a distanza di soli otto mesi dal suo esordio, ha già registrato oltre 3700 “Mi piace” , un esordio promettente dunque, ma anche la consapevolezza di essere solo all’inizio di un percorso e il forte desiderio di essere parte attiva delle attività nazionali volte a promuovere il giusto movimento d’opinione a sostegno della pratica vaccinale.

L’invito che estendo a tutti gli operatori di sanità pubblica è quello di sostenere questo tipo di iniziative (cominciando dall’attribuzione di un semplice “Mi piace” alla pagina Facebook).