Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

piano nazionale della prevenzione

Piano nazionale della prevenzione 2020-2025

Il “Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025”, adottato con Intesa Stato-Regioni del 6 agosto 2020 rappresenta lo strumento fondamentale di pianificazione centrale degli interventi di prevenzione e promozione della salute da realizzare sul territorio. Esso mira a garantire sia la salute individuale e collettiva sia la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale secondo un approccio multidisciplinare, intersettoriale e coordinato; l’attenzione alla centralità della persona e della comunità, è un elemento centrale del piano nella consapevolezza che la salute è determinata non solo da fattori biologici o comportamenti individuali, ma anche da fattori sociali ed economici da affrontare anche per assicurare un approccio di equità. Le azioni finalizzate a migliorare l’alfabetizzazione sanitaria (Health literacy), ad accrescere la capacità degli individui di agire per la propria salute e per quella della collettività (empowerment), e a migliorare l’interazione con il sistema sanitario (engagement) sono quindi elementi importanti della pianificazione.

 

Il Piano ribadisce un approccio One Health che considera la necessità di una visione organica e armonica delle relazioni tra ambiente-animali-ecosistemi umani per affrontare efficacemente i rischi potenziali, o già esistenti, per la salute. Secondo questa ottica il PNP 2020-2025 si pone come strumento anche per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 adottata dall’ONU per lo sviluppo sostenibile del pianeta, che definisce un approccio combinato agli aspetti economici, sociali e ambientali che impattano sul benessere delle persone e sullo sviluppo delle società.

 

Il Piano, inoltre, tiene conto della drammatica esperienza della pandemia da COVID-19, sottolineando l’indispensabilità di una programmazione basata sempre più su integrazione, coordinamento e rete tra le diverse istituzioni, strutture e attività presenti nel territorio, per assicurare flessibilità, efficacia e tempestività di risposta sia a situazioni di emergenza, sia ai bisogni di salute della popolazione.

In particolare, il PNP intende:

  • ribadire l’approccio life course, finalizzato al mantenimento del benessere in ciascuna fase dell’esistenza, per setting, come strumento facilitante per le azioni di promozione della salute e di prevenzione, e di genere, al fine di migliorare l’appropriatezza e l’equità degli interventi;
  • rafforzare le Azioni centrali a supporto, anche al fine di valorizzarne la funzione di integrazione tra i diversi livelli di governo;
  • rafforzare l’intersettorialità, attraverso modelli organizzativi che ne favoriscano l’attuazione;
  • affrontare il contrasto alle disuguaglianze sociali e geografiche quale priorità trasversale a tutti gli obiettivi;
  • promuovere un approccio di tutto il governo, nazionale o locale, e dell’intera società, con un maggiore coinvolgimento della comunità e dei suoi gruppi di interesse a partire già dalla fase di pianificazione delle azioni;
  • sostenere i Piani Regionali della Prevenzione (PRP) come “luoghi” istituzionali e riconoscibili per la governance delle politiche e degli interventi di prevenzione;
  • sostenere l’interazione organizzativa, funzionale, operativa di tutte le risorse interne ed esterne al sistema sanitario, a partire dal Dipartimento di prevenzione;
  • rafforzare il sistema di monitoraggio e valutazione dei processi e dei risultati.

Il PNP 2020-2025 si propone, inoltre, di guidare e accelerare il processo di attuazione del LEA “Prevenzione collettiva e sanità pubblica” (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 gennaio 2017).

 

Risorse utili

 

Data di pubblicazione: 10 settembre 2020

Testo scritto da: Daniela Galeone – ministero della Salute

TOP