Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

In ricordo di Pierluigi Morosini

Il 9 settembre scorso è morto Pierluigi Morosini, figura di riferimento nell’epidemiologia italiana. Era laureato in Medicina e specializzato in Igiene e in Psichiatria. Negli anni Settanta è stato docente di Statistica medica e biometria all’Università di Milano. Dal 1981 al 2008 è stato dirigente di ricerca dell'Istituto superiore di sanità (Roma), prima come direttore del reparto di Valutazione dei servizi presso il Laboratorio di epidemiologia e biostatistica, poi dal 2004 come direttore del reparto di Salute mentale del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps).

 

È stato fondatore e presidente dell’Associazione italiana di epidemiologia, fondatore e vicepresidente della Società italiana per la qualità dell’assistenza, fondatore e vicepresidente dell’Associazione italiana di epidemiologia psichiatrica.

 

 

Professionalmente si è occupato di valutazione di efficacia degli interventi psicosociali, promozione della salute nelle scuole, valutazione e miglioramento di qualità dei servizi sanitari, specie in campo psichiatrico e geriatrico, e della comunicazione tra professionisti sanitari e malati.

 

Aveva una mente creativa, un atteggiamento di onestà intellettuale e senso dell’umorismo. Dichiarava che gli piacevano la chiarezza, la semplicità conquistata e lo sforzo di sbagliare meno. Una persona non comune che ricordiamo con stima, simpatia e affetto.

 

Leggi i ricordi che ci avete spedito per e-mail, insieme a quelli di Donato Greco (pdf 3,65 Mb) e di Antonella Gigantesco (pdf 40 kb).

 

Coloro che desiderano inviare un ricordo o un pensiero dedicato a Pierluigi Morosini, possono farlo all’indirizzo redazionepicentro@zadig.it.


 

trova dati