Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Bollettino epidemiologico nazionale

Numero di novembre - dicembre 2016

 

Impatto sull'incidenza e la mortalità per cancro del colon retto del programma di screening colo rettale nell'ULSS 4 Alto Vicentino
Diversi studi hanno evidenziato un’associazione tra l’adozione di programmi di screening basati sul test al guaiaco per la ricerca del sangue occulto fecale e una riduzione della mortalità da cancro del colon retto (CCR), pari mediamente al 16% (1). A partire dal 2002 nelle ULSS del Veneto è stato avviato un programma di screening colorettale basato su test immunochimico (fecal immunochemical test - FIT) e nel 2009 si è raggiunta l’estensione su tutto il territorio regionale. Diversi studi hanno dimostrato una maggiore sensibilità del FIT rispetto al guaiaco (2). Il FIT, inoltre, ha il vantaggio di richiedere un solo campionamento e nessuna restrizione dietetica, con un conseguente aumento dell’adesione allo screening...

 

La sorveglianza epidemiologica dei tumori naso-sinusali in Italia nel periodo 1989-2012
I tumori maligni naso-sinusali (ICD-10: C30-C31; ICD-9:160) sono tumori rari con incidenza annuale in Italia di circa 1 per 100.000 (tasso standardizzato per età, su popolazione europea: 0,8 negli uomini e 0,3 nelle donne nel periodo 2005-09) (1). Rappresentano meno dell’1% di tutti i tumori e meno del 4% di tutti i tumori maligni della testa e del collo (2). A fronte della bassa incidenza nella popolazione generale, si osserva invece una rilevante frazione di casi in popolazioni lavorative esposte a specifici agenti causali, identificando i tumori naso-sinusali (TuNS) di tipo epiteliale come neoplasia con maggiore quota di casi di origine professionale, dopo il mesotelioma maligno indotto da esposizione ad amianto...

 

tutti gli articoli del 2016

Utilizza il cerca del Ben per trovare gli articoli