Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

ebp

Introduzione universale della vaccinazione contro le patologie causate da Streptococcus pneumoniae nei bambini e negli adulti: prove di efficacia

Alberto Baldasseroni - Sezione aggregata di epidemiologia, Asl di Firenze

 

 

Il gruppo per l’evidence based prevention dell’Agenzia regionale di sanità Toscana ha prodotto un dossier per valutare le prove di efficacia nel programma di sanità pubblica dedicato all’introduzione universale della vaccinazione contro le patologie causate da Streptococcus pneumoniae nei bambini e negli adulti.

 

Gli elementi principali del dossier sono:

  • le basi storiche ed epidemiologiche che hanno dato origine al programma
  • un’approfondita analisi della letteratura scientifica pertinente. L’aspetto dell’efficacia vaccinale è stato considerato con particolare attenzione alle revisioni di letteratura
  • la raccolta di materiali documentativi su quanto avviene a livello internazionale, europeo e nazionale per quanto riguarda la vaccinazione contro lo pneumococco.
  • un sintetico bilancio dei risultati del programma di sanità pubblica
  • il punto di vista dei soggetti interessati (stakeholder)
  • le opinioni documentate sulla base del precedente materiale di un gruppo di esperti sulla consistenza delle prove di efficacia del programma sanitario considerato.

Sulla base di tutto ciò, sono state elaborate le seguenti raccomandazioni.

 

Bambini fino a 2 anni di età

È consigliata l’introduzione della vaccinazione universale antipneumococcica nei bambini fino a 2 anni di età, poiché il vaccino sperimentato risulta efficace nella prevenzione delle malattie pneumococciche invasive e delle polmoniti.

 

L’adozione di un programma di sanità pubblica in questo senso dovrà tuttavia tenere conto di un’adeguata analisi costi-benefici, soprattutto mettendo a confronto il guadagno relativo di salute tra questo e altri programmi possibili. Nel caso si decida l’adozione di un programma simile, deve essere garantito un sistema di sorveglianza epidemiologica post vaccinale adeguato.

 

Anziani sopra i 65 anni di età

Non è possibile formulare al momento un parere condiviso sull’opportunità di introdurre il programma di sanità pubblica per la vaccinazione universale antipneumococcica negli anziani sopra i 65 anni.

 

Scarica il dossier (pdf 1,9 Mb).

 


 

trova dati