Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Osservatorio sui farmaci

Archivio 2012

(20 dicembre 2012) Convegno Uva: i materiali

Durante il convegno “Il contributo delle Unità di valutazione Alzheimer (Uva) nell’assistenza dei pazienti con demenza”, che si è svolto a Roma il 16 novembre, sono state documentate le attività assistenziali e di ricerca comunemente effettuate presso le strutture deputate, nell’ambito del Servizio sanitario nazionale, all’assistenza dei pazienti con demenza e ai loro familiari. Leggi la riflessione di Nicola Vanacore (reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss) e scarica le presentazioni dei relatori.

 

(20 dicembre 2012) Aggiornamento della sezione Farmaci

Prosegue l’aggiornamento delle pagine dedicate ai farmaci con l’aggiunta di tre nuovi link dal territorio italiano e la segnalazione del network internazionale Equator. Consulta la sezione dei link italiani e dal mondo.

 

(13 dicembre 2012) XXI Seminario nazionale “La valutazione dell’uso e della sicurezza dei farmaci: esperienze in Italia”

Nell’ormai consueto appuntamento annuale sui temi della Farmacoepidemiologia (scarica il rapporto Istisan Congressi con i materiali), che si è svolto il 10 dicembre, si è creata l’opportunità di un confronto tra i principali gruppi di ricerca italiani. Il tema della trasparenza ha fatto da fil rouge nelle discussioni durante tutta la giornata e si è sviluppato secondo due articolazioni: l’importanza di una informazione indipendente e l’esigenza di una maggiore fruibilità delle fonti di dati per la ricerca. Per maggiori informazioni leggi il commento a cura di Roberto Raschetti (reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss).

 

(6 dicembre 2012) Le nuove pagine di Epicentro

In occasione del convegno “La valutazione dell’uso e della sicurezza dei farmaci: esperienze in Italia”, previsto a Roma per il 10 dicembre prossimo (scarica il programma, pdf 33 kb, e il rapporto Istisan Congressi con i materiali – poster e comunicazioni orali – presentati al seminario), EpiCentro aggiorna le pagine dedicate ai farmaci, ampliandole e riorganizzandole con la collaborazione del reparto di Farmacoepidemiologia del Cnesps-Iss. “Osservatorio sui farmaci” è il titolo scelto per la nuova sezione in cui verrà dato spazio a iniziative di livello nazionale, regionale e internazionale sull’uso e la sicurezza dei medicinali.

 

(22 novembre 2012) Prescrizione farmaceutica nella Asl di Salerno, dati 2010

Nel 2010, nella Asl di Salerno, la spesa a carico del Servizio sanitario nazionale è stata pari a 223 euro (la media nazionale è 215) e le analisi sulla popolazione evidenziano l’età come il principale fattore predittivo dell’uso dei farmaci. Infatti, la spesa pro capite di un assistibile nella fascia 65-74 anni è circa 10 volte superiore a quella di una persona nella fascia 25-34 anni. Sono alcuni dei risultati che emergono nel Rapporto Istisan 12/34 “Valutazione della prescrizione farmaceutica a sostegno delle attività di audit. Analisi dei dati 2010 della Asl di Salerno” (pdf 2 Mb), pubblicato a novembre 2012. Tra la popolazione di età compresa tra i 15 e 44 anni è emerso che le donne consumano più farmaci rispetto agli uomini, con una maggiore incidenza per quelli del sistema genito-urinario (contraccettivi), gli antibiotici, i farmaci del sangue (soprattutto gli antianemici), e quelli del sistema nervoso centrale. Infine, in linea con il dato nazionale, i maggiori livelli di consumo vengono registrati per i farmaci dell’apparato cardiovascolare. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 2 Mb).

 

(12 luglio 2012) Farmacovigilanza: la nuova normativa europea

Rafforzare i sistemi di farmacovigilanza, razionalizzare le attività tra i Paesi europei, incrementare la partecipazione dei pazienti e degli operatori sanitari, migliorare i sistemi di comunicazione delle decisioni prese, darne adeguata motivazione e aumentare la trasparenza: sono alcuni dei cambiamenti nella normativa europea in materia di farmacovigilanza introdotti dal Regolamento Ue 1235/2010 (pdf 833 kb), la cui applicazione è operativa a partire 2 luglio 2012, e della Direttiva 2010/84/Ue (pdf 1 Mb), attualmente in fase di recepimento. La nuova normativa è stata concepita per promuovere e proteggere la salute pubblica riducendo il numero degli accessi in ospedale dovuti alle reazioni avverse (di cui cambia la definizione) e migliorando l’uso dei farmaci. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Agenzia italiana del farmaco.

 

(5 luglio 2012) Rapporto OsMed 2011

Nel 2011 il mercato farmaceutico totale è stato pari a 26,3 miliardi di euro, di cui i tre quarti rimborsati dal Servizio sanitario nazionale (Ssn). La spesa media per ogni cittadino è stata di 434 euro e, con oltre 5 miliardi di euro, la categoria di farmaci maggiormente utilizzata riguarda il sistema cardiovascolare, seguita da quelli per il sistema nervoso centrale (13% della spesa), dai farmaci gastrointestinali (12,9%) e dagli antineoplastici (12,1%). Sono alcuni dei dati che emergono dal rapporto “L’uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2011” (pdf 3,3 Mb) presentato durante il convegno “Analisi della prescrizione farmaceutica in Italia” (Roma, 5 luglio 2012) presso l’Istituto superiore di sanità. La spesa farmaceutica territoriale complessiva, pubblica e privata, è diminuita rispetto al 2010 dell’1,6% mentre la riduzione di quella a carico del Ssn è stata del 4,6%. Il consumo farmaceutico territoriale di classe A-SSN è aumentata dello 0,7% rispetto all’anno precedente: ogni mille abitanti sono state prescritte 963 dosi di farmaco al giorno, nel 2000 erano 580. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 3,3 Mb).

 

(26 gennaio 2012) Pandemia influenzale: sicurezza di farmaci e vaccini in pediatria

Approfondire il profilo rischio-beneficio del vaccino per la prevenzione dell’influenza A/H1N1 attraverso la stima del rischio di ospedalizzazione associato all’assunzione di farmaci e vaccini per determinate patologie, la valutazione dell’efficacia del vaccino nel prevenire episodi di ospedalizzazione e la descrizione della frequenza di ricoveri per condizioni diverse, ritenute sospette reazioni avverse a farmaci e vaccini. È questo l’obiettivo di una ricerca condotta durante la stagione influenzale 2009-2010 dal reparto di Farmacoepidemiologia del Cnesps. L’indagine ha utilizzato la rete degli ospedali pediatrici che hanno aderito allo studio multicentrico sulla sicurezza dei farmaci e vaccini in pediatria coordinato dal 1999 dal Cnesps. Dai dati raccolti non è emerso alcun segnale di rischio relativo alla vaccinazione anti A/H1N1. Riguardo all’efficacia del vaccino è stato possibile fornire solo pochi dati a causa di alcuni limiti di fondo: la copertura vaccinale in Italia è stata molto bassa, l’epidemia era già terminata entro dicembre 2009 (prima della seconda campagna vaccinale) e il test di laboratorio per l’A/H1N1 è stato effettuato solo durante la fase epidemica (in meno del 10% dei bambini). Questo studio conferma comunque l’importanza di una rete di ospedali pediatrici per la valutazione e l’approfondimento di segnali relativi a nuovi farmaci e vaccini. Per i dettagli sull’indagine scarica dal sito Iss il rapporto Istisan 11/32 “Sorveglianza della sicurezza di farmaci e vaccini in pediatria in corso di pandemia influenzale”.