Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Osservatorio sui farmaci

Ultimi aggiornamenti

20/9/2018 - In agenda

Sono aperte le sottomissioni di abstract per studenti per il prossimo mid-year meeting dell'International Society of Pharmacoepidemiology che si svolgerà a Roma l’8 e il 9 aprile 2019. La deadline per la sottomissione è il 16 novembre 2018. Sono inoltre aperte, fino al prossimo 6 ottobre, le iscrizioni al Master di II livello “Farmacovigilanza, farmacoepidemiologia e farmacoeconomia: valutazioni tramite utilizzo di real world data” organizzato dall’Università degli studi di Messina.

 

6/9/2018 - Cannabis a uso medico: la relazione semestrale (gennaio-giugno 2018) sulle sospette reazioni avverse

Al 30 giugno 2018 nel sistema di fitosorveglianza sono state registrate 76 segnalazioni di sospette reazioni avverse associate a uso medico di cannabis, di cui 19 pervenute nel periodo 1 gennaio 2018-30 giugno 2018. L’età mediana dei pazienti era di 62 anni, le donne rappresentavano il 76% del totale delle segnalazioni. Sono alcuni dei dati presentati nella relazione semestrale gennaio-giugno 2018 – prevista dal decreto del 9 novembre 2015 sull'uso medico della cannabis – raccolti nell’ambito delle attività del Sistema di sorveglianza delle sospette reazioni avverse a prodotti di origine naturale coordinato dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Segnalazioni di sospette reazioni avverse a preparazioni magistrali di cannabis per uso medico (Relazione semestrale gennaio-giugno 2018)” (pdf 214 kb). Per approfondire consulta anche la pagina dedicata al progetto pilota per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis.

 

26/7/2018 - L’uso dei farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2017

In Italia, nel 2017 la spesa farmaceutica totale, pubblica e privata, è in aumento dell’1,2% rispetto all’anno precedente e ha raggiunto 29,8 miliardi di euro, per il 75,0% rimborsati dal Servizio sanitario nazionale (Ssn). In media, per ogni cittadino, la spesa per farmaci è ammontata a circa 492 euro. È invece diminuita (-1,4% rispetto all’anno precedente) la spesa territoriale, sia pubblica che privata, che è stata pari a 21,7 miliardi di euro. I farmaci antineoplastici e immunomodulatori rappresentano la prima categoria in termini di spesa farmaceutica pubblica (5064 milioni di euro), seguiti dai farmaci dell’apparato cardiovascolare (3548 milioni di euro) che si mantengono invece al primo posto in termini di consumo (484,2 DDD/1000 ab die), seguiti dai farmaci dell’apparato gastrointestinale e metabolismo (183,0 DDD/1000 ab die) e dai farmaci del sangue e degli organi emopoietici (125,4 DDD/1000 ab die). I farmaci con maggiore impatto sulla spesa convenzionata sono le statine, tra quelli per il sistema cardiovascolare, gli inibitori della pompa protonica, tra quelli dell’apparato gastrointestinale e del metabolismo, gli antiepilettici tra quelli del sistema nervoso centrale. Sono alcuni dei dati contenuti nel rapporto Osmed 2017, pubblicato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) a luglio 2018. Per maggiori informazioni consulta il sito dell’Aifa e scarica il documento completo “L’uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2017” (pdf 17,5 Mb).

 

26/7/2018 - Il rimborso dei farmaci in Europa

Il rapporto “Medicines Reimbursement Policies in Europe (2018)” analizza le politiche di rimborso dei farmaci in 45 dei 53 Paesi della Regione europea dell’Oms. Utilizzando diversi approcci metodologici per la raccolta dei dati si afferma che la spesa per i farmaci ospedalieri è quasi sempre sostenuta dai sistemi sanitari nazionali, mentre per i farmaci ambulatoriali è prevista una compartecipazione alla spesa da parte dei pazienti. Sono inoltre stabiliti meccanismi di esenzione e riduzione della compartecipazione a favore di categorie di popolazione svantaggiata (secondo criteri di reddito, patologia, disabilità, età). Tuttavia la compartecipazione al pagamento può rappresentare un problema per alcuni pazienti. Il rapporto identifica alcune linee di indirizzo per garantire l’accesso ai trattamenti farmacologici ed evitare ai pazienti eccessive spese “out-of-pocket”: chiara definizione delle priorità, decisioni evidence based, trasparenza delle procedure, considerazione dei gruppi vulnerabili, ricorso ai farmaci a prezzo più basso a parità di efficacia, adozione di strategie ben definite. Leggi il documento completo (pdf 7,3 Mb).

 

26/7/2018 - Il corretto utilizzo della Cannabis ad uso medico

Sono aperte le iscrizioni per due corsi di formazione a distanza (Fad) organizzati dall’Iss e dedicati al corretto utilizzo della Cannabis ad uso medico. Uno è dedicato ai medici chirurghi e l’altro ai farmacisti. È possibile partecipare alle Fad dal 19 luglio 2018 al 7 novembre 2018 (le iscrizioni scadono il 24 ottobre). I crediti Ecm previsti sono in entrambi 32. Per informazioni attinenti al corso contattare l’indirizzo di posta elettronica: osservatorio.fad@iss.it; per le informazioni tecnico-metodologiche: formazione.fad@iss.it. Per informazioni e iscrizione, accedere al sito http://www.eduiss.it. Scarica la modalità di iscrizione (pdf 79 kb) e il programma (pdf 312 kb).

 

12/7/2018 - Sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia: il rapporto 2017

«Dalla valutazione delle segnalazioni inserite nel 2017 non emergono problematiche di sicurezza che possano modificare il rapporto beneficio rischio dei vaccini utilizzati». Lo riferisce il “Rapporto Vaccini 2017. La sorveglianza postmarketing in Italia”, pubblicato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) il 9 luglio 2018. Il documento – che descrive le attività di vaccinovigilanza condotte in Italia dall’Aifa, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss) e con il Gruppo di Lavoro per la Vaccinovigilanza – ha l’obiettivo di riportare i risultati complessivi della sorveglianza postmarketing dei vaccini e delle analisi condotte nell’ambito del monitoraggio continuo della loro sicurezza nel periodo di interesse. Dal rapporto emerge che, nel 2017, le segnalazioni inserite sono state 6696 e che circa l’80% di queste sono state classificate come “non gravi”, dato in linea con gli anni precedenti. Le segnalazioni per vaccini rappresentano il 16% delle segnalazioni totali per farmaci e vaccini inserite nel 2017. Il 57% proviene da personale sanitario non medico, il 21,4% da medici e il 13,2% arriva da cittadini e pazienti (13,2%). Febbre, reazioni locali, reazioni cutanee generalizzate e iperpiressia risultano essere le reazioni avverse più frequenti. Oltre alla descrizione dei casi clinicamente rilevanti, il rapporto esamina l'andamento delle sospette reazioni avverse per tipologia di vaccino. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Rapporto Vaccini 2017. La sorveglianza postmarketing in Italia” (pdf 5,7 Mb). Per approfondire guarda anche il video EpiCentro-Iss “La vaccinovigilanza in Italia”.

 

5/7/2018 - In agenda: La valutazione dell’uso e della sicurezza dei farmaci

È possibile inviare le richieste di presentazioni orali o poster al XXVII seminario nazionale “La valutazione dell’uso e della sicurezza dei farmaci: esperienze in Italia”, organizzato per il 10-11 dicembre 2018 dal Reparto di Farmacoepidemiologia del Centro nazionale per la ricerca e la valutazione preclinica e clinica dei farmaci dell’Istituto superiore di sanità (Iss). In seguito verranno comunicati il programma della giornata e le modalità di iscrizione all’evento. Il convegno è gratuito e non sono previsti crediti formativi Ecm. Le richieste devono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica paola.ruggeri@iss.it entro il 12 ottobre 2018. Scarica il modello abstract (doc 35 kb) e la scheda con le istruzioni per la presentazione del riassunto (pdf 29 kb).

 

31/5/2018 - Convegno “La definizione del place in therapy: innovatività e spesa”

Ogni volta che per un nuovo farmaco si concludono gli studi clinici che portano all’autorizzazione all’immissione in commercio, è dirimente stabilire quale sia il “place in therapy”, e cioè la collocazione all’interno delle opzioni terapeutiche disponibili. Chiarire se un farmaco presenta o meno un valore terapeutico aggiuntivo, una innovazione, rispetto alle alternative disponibili, è un esercizio difficile che presenta diverse implicazioni pratiche. La prima riguarda le ricadute sulla spesa farmaceutica: è ragionevole riconoscere prezzi più elevati solo in funzione dell’entità dei vantaggi clinicamente rilevanti per i pazienti? La seconda riguarda gli effetti sulle raccomandazioni e sulle linee guida da utilizzare nella pratica clinica corrente: quale ruolo possono svolgere gli specialisti e i clinici che lavorano ai diversi livelli del sistema sanitario, nazionale, regionale e locale? Su queste domande si confronteranno il 21 giugno, all’Istituto superiore di sanità, rappresentanti di associazioni dei pazienti e delle aziende farmaceutiche, ricercatori, esperti di Regioni e dell’Aifa. Consulta il programma (pdf 29 kb) e compila il modulo di iscrizione (doc 253 kb), deadline 18 giugno 2018.

 

10/5/2018 - Le Faq dell’Aifa sulla segnalazione delle reazioni avverse

L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha pubblicato un documento in forma di “domande e risposte” (Faq) per la gestione delle segnalazioni di sospette reazioni avverse, nell’ambito della Rete nazionale di farmacovigilanza, con l’obiettivo di facilitare l’attività dei Responsabili locali di farmacovigilanza. A questo proposito l’Aifa precisa che il 22 novembre 2017 sono entrate in vigore nuove procedure di segnalazione per le aziende titolari di Autorizzazione all’immissione in commercio di un farmaco (Aic). Restano invece immodificate le modalità di segnalazione da parte degli operatori sanitari e dei pazienti. La normativa europea richiede a tutti gli operatori sanitari e ai cittadini di segnalare qualsiasi sospetta reazione avversa (grave e non grave, nota e non nota). Scarica le Faq (pdf 149 kb) e consulta la pagina sulle modalità di segnalazione dal sito dell'Aifa.

 

8/3/2018 - Modena In Salute: la newsletter dell’Ausl di Modena

Il Gruppo interaziendale “Appropriatezza Prescrittiva e Buon Uso del farmaco” dell'Ausl di Modena cura, dal 2011, la newsletter “Modena In Salute”. Nel numero di febbraio viene trattato il tema degli antibiotici, con ampio spazio alle informazioni sui trend di consumo a livello nazionale e regionale, sulle resistenze e sulle campagne di informazione per l’uso responsabile degli antibatterici, in particolare in ambito pediatrico. Leggi la newsletter sul sito della Ausl di Modena.

 

1/3/2018 - In agenda: a Verona un evento in memoria di Giampaolo Velo

Il 13 Aprile 2018 si terrà a Verona l’evento “Le passioni di Velo: dalle prostaglandine all’ecofarmacovigilanza” organizzato in memoria del Prof. Giampaolo Velo recentemente scomparso. Alla giornata interverranno, tra gli altri, Juan Ramon Laporte, che parlerà di “Reazioni avverse da farmaci e salute pubblica”, Bruce Hugman che tratterà il tema “Communication in pharmacovigilance” e Jeffrey Aronson che parlerà di “Medication errors”. Per informazioni sulle modalità di registrazione e il programma definitivo visita il sito dedicato.

 

15/2/2018 - Cannabis a uso medico: la relazione semestrale sulle sospette reazioni avverse (luglio-dicembre 2017)

Al 31 dicembre 2017 nel sistema di fitosorveglianza sono state registrate 57 segnalazioni di sospette reazioni avverse associate a uso medico di cannabis, di cui 15 pervenute nel periodo 1/7/2017-31/12/2017. Le segnalazioni, raccolte nel Sistema di fitosorveglianza coordinato dall’Istituto superiore di sanità (Iss), sono descritte nella relazione semestrale luglio-dicembre 2017, prevista dal decreto del 9 novembre 2015 sull'uso medico della cannabis. Per maggiori informazioni consulta il documento “Segnalazioni di sospette reazioni avverse a preparazioni magistrali di cannabis per uso medico (Relazione semestrale luglio-dicembre 2017)” (pdf 147 kb). Per approfondire consulta anche la pagina dedicata al progetto pilota per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis.

 

25/1/2018 - Farmaci in Toscana

È online, sul sito dell’Ars Toscana, il “Secondo rapporto sui farmaci in Toscana”. Il documento, presentato in un workshop dedicato lo scorso 19 dicembre, risponde a dieci domande quasi tutte riguardanti i farmaci biologici e la differenza con quelli tradizionali. Per approfondire consulta il documento completo “Secondo rapporto sui farmaci in Toscana” (pdf 3,1 Mb) e la pagina dedicata al worshop del 19 dicembre 2017 sul sito dell’Ars Toscana.

 

18/1/2018 - XXVII Corso introduttivo di farmacoepidemiologia

Si svolge a Roma il 12-16 marzo prossimi il XXVII Corso introduttivo di farmacoepidemiologia. Obiettivo del corso, organizzato dal CNRVF-Farmacoepidemiologia dell’Istituto superiore di sanità, è comprendere i principali aspetti della pianificazione e conduzione degli studi di farmacoepidemiologia e analizzare criticamente i risultati di studi pubblicati. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 35 kb) e la scheda di iscrizione (doc 124 kb).