Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

qualità e percorsi assistenziali

La spesa sanitaria: le ricerca per costi e finanziamenti sostenibili

Rapporto OCSE 2004

Capitolo 4


Uno dei dilemmi che i governi fronteggiano è giudicare l'appropriato livello di spesa sanitaria. La crescita del costo sanitario rimane uno dei problemi principali in tutti i paesi OCSE, aggirandosi in media sull’8 per cento del PIL. In tutti questi stati, i costi sono cresciuti costantemente nel corso dell'ultima decade. L'evoluzione della pratica medica, la scoperta di nuovi farmaci e trattamenti, lo sviluppo di tecnologie per la diagnosi e la cura indicano che questa tendenza di crescita del costo sanitario continuerà, soprattutto grazie all’invecchiamento della popolazione e al crollo della natalità che si tradurranno in accresciute esigenze di cure a lungo termine.
Uno dei problemi sul piatto è se l’aumento di spesa dovrà essere pubblico o se sarà coperto dal settore privato, sia dai singoli cittadini come contribuenti ai costi delle cure sia come assicurazioni private. Sotto questo profilo, i paesi OCSE differiscono notevolmente. Misure diverse sono state sperimentate per tentare il contenimento della spesa sanitaria: regolamentazione dei prezzi delle cure e dei farmaci, identificazione di un limite superiore di spesa, spostamento su forme di finanziamento privato. In quest’ultimo caso, viene discusso in particolare il ruolo delle assicurazioni, che oggi coprono mediamente solo il 6,4 per cento della spesa totale sanitaria nei paesi OCSE e il 23 per cento di quella privata. E’ interessante notare che in alcuni casi, l’offerta mista pubblica e privata si traduce in un costo complessivo più elevato rispetto ai sistemi di copertura totalmente pubblica. Questo è dovuto alla difficoltà di controllare i prezzi e le forme di pagamento/rimborso dei diversi costi, e quindi di contrattare condizioni più favorevoli.
Il rapporto suggerisce una serie di pratiche per ridurre il carico di costo sanitario pubblico usando in maniera proficua le assicurazioni private, utilizzando sistemi di incentivi e di regolamentazione delle stesse. Vengono passati in rassegna anche limiti e benefici delle misure messe a punto in diversi casi per ridurre i costi sanitari. Ad esempio, stabilire un budget limite può influire negativamente sulla capacità o volontà di un presidio sanitario di adottare tecnologie nuove o di investire in ricerca.

Clicca qui per il testo completo (versione pdf)


 

trova dati