Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Qualità e percorsi assistenziali

Aumentare il valore di investimenti nei sistemi sanitari: le ricerca dell'efficienza

Rapporto OCSE 2004

Capitolo 5


Vengono revisionate le situazioni di scarsa efficienza di molti sistemi sanitari, sia in termini di uso assai variabile delle tecnologie che dei trattamenti. Molto interessante è il dato che indica solo in un 5 per cento la spesa sanitaria per le politiche di prevenzione e diagnosi precoce. Puntare di più su questi settori invece avrebbe, secondo tutti gli studi discussi nel rapporto, notevoli effetti sulla riduzione della spesa futura per cure a medio e lungo termine. Dati sono disponibili per valutare l’efficacia di campagne di vaccinazione nella prevenzione di malattie trasmissibili che possono avere elevata incidenza sui costi sanitari.
Un altro aspetto critico è l’efficacia della condivisione del costo tra il sistema pubblico e il singolo cittadino. Se da un lato questo si traduce in una consapevolezza dei costi e quindi in una tendenza a non rivolgersi a medici e specialisti anche in casi in cui non sia affatto necessario, dall’altro si è verificato che la partecipazione del cittadino ai costi influisce negativamente sulla sua propensione a partecipare a iniziative di prevenzione e diagnosi precoce. Viene quindi raccomandata una differenziazione del livello di partecipazione del cittadino, favorendo la copertura assoluta per tutte quelle pratiche preventive che possono incidere fortemente sulla riduzione della probabilità di malattia e quindi sulla necessità di cure più costose e a lungo termine in un futuro prossimo.
Si discute anche dell’appropriato utilizzo e remunerazione del lavoro degli operatori sanitari, e della gestione dei costi ospedalieri e delle strutture di cura a lungo termine, indicando una serie di misure atte a ridurre i costi senza incidere sulla qualità.
Infine, viene nuovamente ridiscusso il ruolo delle assicurazioni private, che spesso desensibilizzando il cittadino al costo dei singoli trattamenti, finiscono con l’incidere negativamente sulla spesa totale. Anche in questo caso, una appropriata regolamentazione è raccomandata per tutelare la qualità senza aumentare in modo spropositato i costi complessivi.

Clicca qui per il testo completo (versione pdf)


 

trova dati