Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

sclerosi multipla

Aspetti epidemiologici

Francesca Aloisi - Istituto superiore di sanità

 

18 ottobre 2018 - L’Atlante disponibile online “Atlas of Ms”, pubblicato dalla Federazione internazionale sclerosi multipla (Msif) e dall’Oms nel 2008 e aggiornato nel 2013 è, ad oggi, la fonte di dati più completa sulla distribuzione della Sm a livello mondiale. Le frequenze di prevalenza e incidenza variano a seconda delle Regioni e delle popolazioni considerate. L’Atlante conferma che la Sm è più frequente nelle donne che negli uomini (su scala globale le donne si ammalano più del doppio degli uomini).

 

Inoltre, i risultati di varie meta-analisi suggeriscono che l’incidenza della Sm è aumentata nel tempo e forniscono alcune evidenze che questo aumento sia dovuto primariamente a un aumento nell’incidenza della Sm nelle donne. Si ritiene che l’aumento nell’incidenza di Sm sia dovuto a un aumento del rischio di sviluppare la malattia, verosimilmente legato a cambiamenti nei fattori di rischio ambientali, piuttosto che a un miglioramento delle tecniche diagnostiche.

 

In Italia

Con una prevalenza di 113 casi ogni 100 mila abitanti l’Italia è considerata un’area ad alto rischio per la Sm rispetto agli altri Paesi europei. È stato stimato che le persone con Sm in Italia siano 68.000-75.000, per un totale di 1800-2000 nuovi casi ogni anno. In Sardegna il tasso d’incidenza della Sm è di gran lunga superiore alla media nazionale. Secondo uno studio recente dell’Associazione italiana sclerosi multipla il numero totale di persone con Sm in Italia è superiore a 118.000, con una prevalenza media stimata di 176 casi ogni 100 mila abitanti nell’Italia continentale e in Sicilia, e di 299 casi ogni 100 mila abitanti in Sardegna. Non ci sono evidenze di un gradiente latitudinale.

 

In Europa

L’Atlas of Ms riferisce che i Paesi europei che presentano una maggiore diffusione della malattia sono Danimarca (227 casi ogni 100 mila abitanti), Svezia (189) Ungheria (176) e Regno Unito (164). Al contrario nei Paesi dell’Europa dell’est e in Francia, Spagna e Portogallo i dati sulla prevalenza di Sm sono inferiori rispetto alla media.

 

Prevalenza di casi di sclerosi multipla in Europa (per 100.000 abitanti)

indagine MS International Federation 2013

 

 

 

Nel mondo

La Sm è diffusa in tutto il mondo ma la distribuzione della malattia non è uniforme; è più diffusa nelle zone lontane dall’Equatore, in particolare in Nord Europa, Canada, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Australia. La prevalenza è pari a 100-190 su 100.000 abitanti in Europa del Nord, Stati Uniti, Canada e Nuova Zelanda, mentre scende a 2-25 su 100.000 abitanti in Asia, Africa e Sud America. A livello regionale si registrano disparità di genere minori in Europa e in America rispetto ad Asia, Africa e Oceania.

 

Secondo l’”Atlas of MS” a livello mondiale i casi sono aumentati da 2,1 milioni nel 2008 a 2,3 milioni nel 2013. Per quanto riguarda il continente americano, Stati Uniti e Canada sono i Paesi con i tassi di prevalenza maggiori (rispettivamente 135 e 291 casi ogni 100 mila abitanti). Il livello di diffusione della malattia è notevolmente inferiore nei Paesi del centro e sud America. Studi più recenti stimano che circa un milione di persone siano affette da Sm negli Usa, circa il doppio rispetto alle stime precedenti.

 

La maggior parte dei Paesi africani non dispone di dati sulla diffusione della Sm. Tuttavia, la malattia risulta maggiormente diffusa in Sud Africa (5 casi ogni 100 mila abitanti), Egitto (25), Marocco (20), Tunisia (20) e Algeria (20).

 

È importante notare che il rischio di Sm può differire sostanzialmente tra differenti gruppi etnici all’interno della stessa regione geografica. Per esempio, in Sud Africa la Sm è meno frequente nei neri che nei bianchi, in Australia nei nativi che nei nati oltre oceano, in Nuova Zelanda nei Maori che negli Europei. Per questo motivo l’origine etnica (l’etnia) deve essere considerata nei futuri studi di prevalenza e incidenza.

 

Prevalenza di casi di sclerosi multipla nel mondo (per 100.000 abitanti)

indagine MS International Federation 2013

 

 

Risorse utili

 


TOP