L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

COVID-19: i Rapporti tecnici dell’ISS

In Italia, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), a seguito dell’epidemia da COVID-19 ha predisposto la pubblicazione di una serie di rapporti tecnici volti a fornire indicazioni agli operatori sanitari.

 

Consulta e scarica i rapporti ISS:

  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 6/2020 “Procedura per l’esecuzione di riscontri diagnostici in pazienti deceduti con infezione da SARS-CoV-2” (pdf 1,6 Mb). Questo documento si focalizza sulle procedure da seguire per l’esecuzione in sicurezza del riscontro diagnostico e per fornire un report affidabile dello stesso. Infatti nei casi di decesso tra persone positive al virus SARS-CoV-2 il riscontro diagnostico ha un ruolo confermatorio di un quadro di laboratorio e di imaging e può contribuire a spiegare i meccanismi della malattia.
    Autori del documento. Gruppo di Lavoro ISS Cause di morte COVID-19: Nicola Petrosillo (Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani – IRCCS), Manuela Nebuloni (Società Italiana di Anatomia patologica e di Citologia Diagnostica e ASST Fatebenefratelli Sacco), Martin Langer (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori), Valeria Raparelli (Università la Sapienza) Luigi Bertinato, Gianfranco Brambilla, Marco Canevelli, Giovanni Calcagnini, Federica Censi, Elisa Colaizzo, Chiara Donfrancesco, Ilaria Lega, Cinzia Lo Noce, Valerio Manno, Eugenio Mattei, Giada Minelli, Lorenza Nisticò, Marino Nonis, Graziano Onder, Luigi Palmieri, Ornella Punzo, Dorina Tiple, Brigid Unim, Luana Vaianella, Nicola Vanacore, Monica Vichi (Istituto Superiore di Sanità). Con la collaborazione di: Anna Sapino, Filippo Crivelli, Emanuela Bonoldi (Società Italiana di Anatomia patologica e di Citologia Diagnostica) e Vincenzo Puro (Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani – IRCCS).
  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 5/2020 “Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2” (pdf 2 Mb). Questo rapporto fornisce una serie di raccomandazioni da seguire sia negli ambienti domestici che lavorativi per mantenere un buon livello di qualità dell’aria indoor in relazione al contenimento del rischio di contagio da COVID-19.
    Autori del documento. Gruppo di Lavoro ISS Ambiente e Qualità dell’aria indoor: Gaetano Settimo, Luigi Bertinato, Lucia Bonadonna, Riccardo Crebelli, Paolo D’Ancona, Anna Santarsiero, Maria Eleonora Soggiu
  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 4/2020 “Indicazioni ad interim per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS-CoV-2 in strutture residenziali sociosanitarie” (pdf 856 kb). Questo documento fornisce indicazioni per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS-CoV-2 nell’ambito delle strutture residenziali sociosanitarie. Un documento importante considerando che sia gli anziani che le persone affette da gravi patologie neurologiche, croniche e da disabilità sono popolazioni fragili e a maggior rischio di evoluzione grave se colpite da COVID-19. Inoltre, è importante sottolineare che queste strutture, così come altre comunità semichiuse, sono anche a maggior rischio di microfocolai epidemici.
    Autori del documento: Fortunato “Paolo” D’Ancona (ISS), Antonella Agodi (Università di Catania), Luigi Bertinato (ISS), Paolo Durando (Università di Genova), Ottavio Nicastro (Coordinamento Rischio Clinico Commissione Salute, Bologna), Maria Mongardi (Università degli Studi di Verona), Maria Luisa Moro (Agenzia sanitaria e sociale regionale Emilia-Romagna), Angelo Pan (ASST Cremona), Annalisa Pantosti (ISS), Nicola Petrosillo (Istituto Nazionale per le Malattie Infettive), Gaetano Privitera (Università di Pisa), con la collaborazione di Benedetta Allegranzi (OMS).
  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 3/2020 “Indicazioni ad interim per la gestione dei rifiuti urbani in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2 (aggiornato al 14 marzo 2020)” (pdf 911 kb). Le presenti linee di indirizzo si basano sulle evidenze note alla data di pubblicazione sulla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2, ottemperando all’esigenza di dettare modalità operative per la gestione dei rifiuti urbani improntate sul principio di cautela su tutto il territorio nazionale, come da DPCM 9 marzo 2020. Nel documento viene considerata la gestione di due tipi di rifiuti, e precisamente: Rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria; Rifiuti urbani prodotti dalla popolazione generale, in abitazioni dove non soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria.
    Autori del documento: Gruppo di Lavoro ISS  Ambiente e Gestione dei Rifiuti.
  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 2/2020 “Indicazioni ad interim per un utilizzo razionale delle protezioni per infezione da SARS-CoV-2 nelle attività sanitarie e sociosanitarie (assistenza a soggetti affetti da COVID-19) nell’attuale scenario emergenziale SARS-CoV-2 (aggiornato al 14 marzo 2020)” (pdf 977 kb). Questo documento è pensato fornire indicazioni agli operatori sanitari coinvolti in ambito assistenziale in merito ai rischi di esposizione professionale, alle misure di prevenzione e protezione disponibili, nonché alle caratteristiche del quadro clinico di COVID-19. In particolare  è indispensabile l’impiego e il corretto utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) indicati a seconda del contesto di lavoro.
    Autori del documento: Fortunato “Paolo” D’Ancona (ISS), Antonella Agodi (Università di Catania), Luigi Bertinato (ISS), Paolo Durando (Università di Genova), Maria Luisa Moro (Agenzia sanitaria e sociale regionale Emilia-Romagna), Ottavio Nicastro (Coordinamento Rischio Clinico  Commissione Salute, Bologna), Maria Mongardi (Università degli Studi di Verona), Angelo Pan (ASST Cremona), Annalisa Pantosti (ISS), Nicola Petrosillo (Istituto Nazionale per le Malattie Infettive), Gaetano Privitera (Università di Pisa), con la collaborazione di Benedetta Allegranzi (OMS).

  • Rapporto ISS COVID-19 - n. 1/2020 “Indicazioni ad interim per l’effettuazione dell’isolamento e della assistenza sanitaria domiciliare nell’attuale contesto COVID-19 (aggiornato al 7 marzo 2020)” (pdf 836 kb). Questa guida è indirizzata alla gestione dei soggetti affetti da COVID-19 che necessitano l’implementazione di misure precauzionali atte a evitare la trasmissione del virus ad altre persone. L’isolamento fiduciario di casi di COVID-19 e di contatti è, infatti, una misura di salute pubblica molto importante che viene effettuata per evitare l’insorgenza di ulteriori casi secondari dovuti a trasmissione del virus SARS-CoV-2 e per evitare di sovraccaricare il sistema ospedaliero. Leggi anche il comunicato stampa di presentazione.
    Autori del documento: Fortunato “Paolo” D’Ancona (ISS), Antonella Agodi (Università di Catania), Luigi Bertinato (ISS), Paolo Durando (Università di Genova), Ottavio Nicastro (Regione Emilia-Romagna), Maria Mongardi (Regione Emilia-Romagna), Angelo Pan (ASST Cremona), Annalisa Pantosti (ISS), Nicola Petrosillo (Istituto Nazionale per le Malattie Infettive), Gaetano Privitera (Università di Pisa), con la collaborazione di Benedetta Allegranzi (OMS).

Risorse utili

 

Data di ultimo aggiornamento: 28 marzo 2020

Data di creazione della pagina: 10 marzo 2020

Revisore: Fortunato “Paolo” D’Ancona - Dipartimento Malattie infettive, ISS