English - Home page

ISS
Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro - L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità - EpiCentro

Aspetti epidemiologici

In Europa

In Europa, la gonorrea è la seconda Infezione sessualmente trasmessa (IST) più diffusa dopo la clamidia. Il rapporto “Gonorrhoea infection - Annual Epidemiological Report for 2017” (pdf 393 Kb) pubblicato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ad aprile 2019, riporta per 2017, 89.239 casi confermati di gonorrea, segnalati da 27 Paesi di UE/SEE, pari a un’incidenza di 22,2 casi ogni 100.000 abitanti. I più alti tassi di incidenza di gonorrea, nel 2017, sono stati osservati nel Regno Unito (75 casi per 100.000), in Irlanda (47 casi per 100.000), in Danimarca (33 casi per 100.000), in Islanda (29 casi per 100.000), in Norvegia (27 casi per 100.000) e in Svezia (25 casi per 100.000).

 

Nel 2017, nelle donne sono stati segnalati complessivamente 19.320 casi rispetto ai 61.390 degli uomini (con un tasso di incidenza, rispettivamente, di 11 casi su 100.000 donne e di 35 casi su 100.000 uomini). I più alti tassi di incidenza di casi di gonorrea, nel 2017, sono stati riscontrati nella classe di età 20-24 anni (97 casi per 100.000) e il 47% di tutti i casi segnalati si sono avuti in maschi che fanno sesso con maschi (Msm).

 

Dal 2008 al 2017, l’incidenza di gonorrea in Europa è più che raddoppiata, passando da 8,2 casi per 100.000 nel 2008 a 22,2 casi per 100.000 nel 2017. Durante questo periodo di tempo, l’incidenza di gonorrea tra gli uomini è rimasta costantemente più alta rispetto a quella delle donne. Dal 2008, l’incidenza di gonorrea è più che raddoppiata in entrambi i sessi, ma l'aumento è stato più pronunciato tra gli uomini (+ 190%) rispetto alle donne (+ 127%). Dal 2008-2017, il numero di casi di gonorrea ha mostrato una tendenza crescente tra gli Msm, il cui numero di casi è aumentato di quasi sei volte durante questo periodo. Il numero di casi è aumentato anche tra le donne (+120%) e gli uomini eterosessuali (+37%).

 

Risorse utili

 

Data di ultimo aggiornamento: 16 aprile 2020

Revisione a cura di: Maria Cristina Salfa e Barbara Suligoi - Dipartimento malattie infettive, ISS.