ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

2/9/2021 - Indirizzario dei registri di mortalità: aggiornamenti da Calabria e Molise

È online l’aggiornamento delle informazioni sui referenti del registro di mortalità del Molise e dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia (Calabria). Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

 

10/6/2021 - Indirizzario dei registri di mortalità: la ASL Ravenna

È online l’aggiornamento della referente per la ASL di Ravenna. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

 

13/5/2021 - Indirizzario dei registri di mortalità: la ASL Reggio Emilia

È online l’aggiornamento dei referenti per la ASL di Reggio Emilia. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

 

22/4/2021 - Indirizzario dei registri di mortalità: la ASL di Vercelli

È online l’aggiornamento dei referenti per la ASL di Vercelli. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

 

4/2/2021 - Il case fatality rate dell’infezione SARS-CoV-2 a livello regionale e durante le differenti fasi dell’epidemia in Italia: un nuovo report ISS COVID-19

Fornire stime standardizzate per sesso ed età del case fatality rate (CFR, cioè la percentuale di decessi tra i casi confermati di SARS-CoV-2) a livello regionale e in riferimento a diverse fasi dell’epidemia utilizzando i dati individuali estratti dal sistema di sorveglianza integrata coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità(ISS). È questo l’obiettivo del nuovo Rapporto ISS COVID-19 (n.1/2021), pubblicato il 1 febbraio dall’ISS. Dai dati emerge che tra i casi confermati notificati fino a ottobre 2020, il CFR standardizzato per sesso ed età è stato complessivamente del 4,3%; 6,6% durante la prima fase epidemica (febbraio-maggio 2020), 1,5% nella seconda fase (giugno-settembre 2020) e 2,4% tra i casi diagnosticati nel mese di ottobre 2020. L’elevato CFR osservato durante la prima ondata epidemica è verosimilmente spiegato dalla limitata capacità diagnostica di quel periodo che non ha permesso l’identificazione di molti casi asintomatici e meno gravi. È stato inoltre evidenziato come, oltre alle caratteristiche demografiche, la diffusione nel tempo dell’epidemia a livello territoriale sia una chiave importante per interpretare le differenze regionali del CFR osservate sull’intero periodo. Queste infatti sono risultate ridotte, e talvolta invertite, quando il confronto è stato effettuato tenendo conto di questo elemento. Per approfondire consulta il documento completo “Il case fatality rate dell’infezione SARS-CoV-2 a livello regionale e attraverso le differenti fasi dell’epidemia in Italia. Versione del 20 gennaio 2021” e leggi il Comunicato Stampa.

 

28/1/2021 - Indirizzario dei registri di mortalità: news dal Veneto

È online l’aggiornamento dei referenti per la ULSS 3 Serenissima, Distretto di Mirano-Dolo. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.