Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Osservatorio sui farmaci

Archivio 2014

(4 dicembre 2014) On line il sito Politiche del farmaco

Dal primo dicembre è stato attivato il sito “Politiche del farmaco”. Si tratta di una rubrica di commenti e riflessioni curata dalle riviste italiane di informazione indipendente sui farmaci che aderiscono all’International society of drug bulletin (Isdb): Focus farmacovigilanza; Infofarma; Informazione sui farmaci; e Ricerca & Pratica. La rubrica si propone di discutere argomenti di rilievo sui quali una persona interessata fa fatica a orientarsi: gli articoli già resi disponibili riguardano la nuova strategia di adaptive licensing lanciata dall’Ema; i temi etici delle sperimentazioni cliniche nei pazienti con Ebola; la definizione delle categorie terapeutiche omogenee; come gestire l’uso off-label da parte delle agenzie regolatorie. La pagina web, con l’indice dei contributi e la possibilità di fare commenti, è in comune alle riviste, mentre per accedere a un qualunque articolo della rubrica si viene rimandati al sito della rivista che l’ha pubblicato. Non siamo quindi di fronte all’ennesima rivista sui farmaci. Piuttosto, c’è lo sforzo di mettere insieme le energie per favorire una discussione pubblica anche all’esterno delle quattro riviste Isdb. Il fatto poi che le riviste siano indipendenti, e abbiano al loro interno un processo di peer review, rappresenta una garanzia sul livello di qualità di ciò che verrà pubblicato.

 

(13 novembre 2014) Appuntamenti: valutazione sull’uso e sicurezza dei farmaci

Si svolge a Roma il 9 dicembre prossimo il seminario “La valutazione dell’uso e della sicurezza dei farmaci: esperienze in Italia”. L’evento, organizzato dall’Iss è giunto alla XXIII edizione e si propone lo scopo di offrire ai partecipanti un momento di riflessione sul corretto uso dei farmaci con l’obiettivo di promuovere un uso sempre più razionale dei farmaci nella popolazione. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 33 kb) e la scheda d’iscrizione (pdf 27 kb).

 

(3 novembre 2014) Sicurezza dei farmaci in gravidanza: in agenda la conferenza europea

Si svolge a Poznan in Polonia, dal 2 al 4 febbraio 2015 la conferenza europea sulla sicurezza dei farmaci in gravidanza: European Conference “Safety of Medication use in Pregnancy”. L’evento mira a disseminare i risultati del progetto EUROmediCAT ed è dedicato a tutti coloro che si occupano dell’uso dei medicinali durante la gravidanza (ostetriche, epidemiologi, farmacisti, farmacoepidemiologi, ecc). La dead line per la presentazione degli abstract è il 14 novembre.

 

(16 ottobre 2014) Dati e evidenze disponibili per l’introduzione di due nuovi vaccini

Vagliare l’utilizzo dei vaccini anti-pneumococcici nei soggetti a rischio di qualsiasi età e l’eventuale ampliamento dell’offerta ai soggetti anziani e valutare l’opportunità di includere nel calendario vaccinale il nuovo vaccino antimeningococco B, recentemente licenziato. Questi gli obiettivi principali delle due istruttorie tecnico-scientifiche condotte da un gruppo di lavoro del Cnesps-Iss, incaricato dal ministero della Salute, su richiesta del Coordinamento inter-regionale della prevenzione. Il gruppo di lavoro, istituito per fornire ai decisori elementi condivisi su questi temi, dopo aver effettuato una revisione della letteratura e analizzato le evidenze disponibili, ha preparato due documenti (il primo rilasciato a dicembre 2013, il secondo rilasciato a giugno 2014) che sono stati sottoposti a tutte le Regioni e Province Autonome. Leggi il commento a cura del Gruppo di lavoro.

 

(2 ottobre 2014) Bevacizumab e ranibizumab: la review Cochrane

È stata recentemente pubblicata una revisione sistematica (Rs) sulla sicurezza dei farmaci bevacizumab e ranibizumab quando utilizzati per la degenerazione maculare legata all'età (Amd). La revisione è stata condotta dal Centro Cochrane italiano ed è stata commissionata dal Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna. I risultati della Rs suggeriscono che non ci sono prove a sostegno di un diverso profilo di rischio tra le due molecole. Per maggiori informazioni consulta la review sul sito Cochrane e la traduzione in italiano della press release (pdf 102 kb) sul sito del Centro Cochrane italiano. Leggi anche gli approfondimenti precedentemente pubblicati su EpiCentro a cura del Reparto di Farmacoepidemiologia (Cnesps-Iss): Avastin e Lucentis: provvedimento dell’Autorità Antitrust (13 marzo 2014) la riflessione “Procedura di infrazione da parte dell’Autorità Antitrust (28 febbraio 2014).

 

(2 ottobre 2014) Consumo di antibiotici in Europa: i dati 2012

On line, sul sito Ecdc, “Surveillance of antimicrobial consumption in Europe 2012”, terzo rapporto annuale realizzato dallo European Surveillance of Antimicrobial Consumption Network (Esac-Net). Il testo fornisce informazioni sul consumo di antibiotici nei 28 Paesi dell’Unione europea più Islanda e Norvegia. I dati sono disponibili per gli antibatterici ad uso sistemico, gli antimicotici e gli antifungini ad uso sistemico e gli antivirali ad uso sistemico. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 5,3 Mb).

 

(25 settembre 2014) Rapporto OsMed 2013

Nel 2013 la spesa farmaceutica totale, pubblica e privata, è stata pari a 26,1 miliardi di euro, di cui il 75,4% rimborsato dal SSn. In media, per ogni cittadino italiano, la spesa per farmaci è ammontata a circa 436 euro. La spesa farmaceutica territoriale complessiva, sia pubblica che privata, è in aumento rispetto all’anno precedente dell’1,7%; una crescita superiore si evidenzia per la spesa per i farmaci acquistati dalle strutture sanitarie pubbliche (+6,2%). Con oltre 4 miliardi di euro, la categoria di farmaci maggiormente utilizzata riguarda il sistema cardiovascolare, seguita da quelli per l’apparato gastrointestinale e gli antineoplastici (3,6 miliardi di euro) e da quelli per il sistema nervoso centrale (3,3 miliardi di euro). Una fotografia sulla salute degli italiani che emerge dalla lettura del rapporto “L’uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2013” (pdf 14,8 Mb) pubblicato a luglio 2014. Il documento contiene inoltre sezioni dedicate alla regolamentazione dell’assistenza farmaceutica in Italia, agli strumenti di governo dell’appropriatezza prescrittiva, alle nuove analisi sull’appropriatezza d’uso e sulle evidenze epidemiologiche e una sezione sui dati relativi alle reazioni avverse ai farmaci registrate dalla Rete nazionale di farmacovigilanza. Per maggiori informazioni consulta i siti del ministero della Salute, dell’Aifa e scarica il documento completo (pdf 14,8 Mb).

 

(24 luglio 2014) Giornata mondiale per la lotta all’epatite virale 2014

Sono circa 1,4 milioni le persone che ogni anno muoiono a causa delle epatiti virali A, B, C, D ed E, malattie infettive che colpiscono milioni di persone nel mondo, causando patologie del fegato acute o croniche. Per migliorare le conoscenze di popolazione generale e operatori sui diversi tipi di epatite conosciuti, sulle modalità di trasmissione, sui rischi, sulle strategie preventive e sui trattamenti disponibili, l’Organizzazione mondiale della sanità lancia la campagna annuale di sensibilizzazione che ha il suo culmine nel World Hepatitis Day (28 luglio). Lo slogan dell’edizione 2014 della Giornata “Hepatitis: think again” mira a sollecitare policy maker, operatori e pubblico a pensare più attivamente a questo problema di sanità pubblica. Leggi l’approfondimento sulla Giornata mondiale per la lotta all’epatite; l’aggiornamento sui dati epidemiologici italiani (a cura del reparto di Epidemiologia clinica e linee guida,Cnesps-Iss) europei e mondiali; la pagina dedicata allo studio “Sorveglianza dell’epatite E in Italia: malattia emergente nei Paesi industrializzati”; il contributo “L’arrivo dei nuovi farmaci anti-Hcv: gestire un problema complesso” a cura di Giuseppe Traversa (reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss).

 

(17 luglio 2014) Nuovi farmaci per l’epatite C: i materiali del convegno Iss

Sono disponibili on line le presentazioni dei relatori del convegno Iss che si è svolto il 10 luglio 2014: “I nuovi farmaci per Hcv: frequenza della patologia, evidenze di efficacia e sicurezza, strategie di gestione”. Scarica i materiali.

 

(10 luglio 2014) Open data: se ne è discusso in un convegno a Bologna

Sono on line i materiali del convegno “Open sanità - una giornata sui dati aperti” (Bologna, 17 giugno 2014) a cui è intervenuto Roberto Raschetti (Cnesps-Iss) per parlare del progetto VideoFar.

 

(10 luglio 2014) Fad sulla farmacovigilanza: le Regioni in cui è attivo il corso

Il corso di formazione a distanza (Fad) “L’ABC della farmacovigilanza”, apre (ed è disponibile gratuitamente) per tutti gli operatori sanitari di Asl e Aziende ospedaliere di Sicilia, Campania, Valle d'Aosta, Veneto e Provincia di Bolzano ed Emilia-Romagna. Per maggiori informazioni sulla Fad leggi la pagina dedicata.

 

(10 luglio 2014) In un convegno il punto sui nuovi farmaci per contrastare l’epatite C

Sono già in commercio i nuovi farmaci per il trattamento virale dell’epatite C, e se da un lato si delineano modifiche radicali in quella che è la terapia attuale, dall’altra si presentano costi talmente elevati per il Servizio sanitario nazionale che minacciano di mettere a rischio il funzionamento stesso del sistema. Se ne è discusso oggi al convegno Iss “I nuovi farmaci per Hcv: frequenza della patologia, evidenze di efficacia e sicurezza, strategie di gestione”.

 

(3 luglio 2014) Comprare farmaci on line: il logo della Commissione europea

Come acquistare medicinali sul web in sicurezza? Per aiutare i cittadini europei a farsi largo sul difficile terreno delle farmacie on line, il 24 giugno scorso, la Commissione europea - nell’ambito della direttiva 2011/62/UE sui medicinali falsificati - ha adottato un regolamento di attuazione (il 699/2014) che definisce un logo comune per le farmacie on line e i requisiti tecnici per assicurarne l’autenticità. Il regolamento entrerà in vigore nelle prossime 4-6 settimane ma gli Stati membri hanno un anno di tempo per preparare l’applicazione di questa misura e decidere specifiche condizioni e limitazioni come, ad esempio, non consentire la vendita online di farmaci soggetti a prescrizione medica. La contraffazione farmaceutica è un serio problema di sanità pubblica e il logo è stato pensato per identificare i siti web che lavorano con serietà e legalmente. Per capire se il sito web da cui si sta acquistando è in regola, bisognerà cercare il logo e cliccarci. A questo punto si verrà indirizzati al sito web dell’autorità nazionale di regolamentazione che elenca tutte le farmacie on line che operano legalmente e gli altri rivenditori di medicinali autorizzati e si potrà quindi controllare che la farmacia figuri sull’elenco. Per maggiori dettagli consulta il sito della Commissione europea.

 

(19 giugno 2014) L’ABC della farmacovigilanza, per voi

È on line il corso di formazione a distanza (Fad) “L’ABC della farmacovigilanza”, nato per iniziativa dei Centri regionali di farmacovigilanza di Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto e Provincia Autonoma di Bolzano. Il corso fa parte del programma FaViFAD (Formazione a distanza nella farmacovigilanza), è accreditato per tutti i profili sanitari (10 crediti Ecm) ed è erogato sulla piattaforma tecnologica Saepe. La nostra Regione ha deciso di aprire il corso a tutte le professioni sanitarie fino a un tetto massimo di 2000 partecipanti. Leggi la presentazione del corso a cura del reparto di Farmacoepidemiologia (Cnesps-Iss).

 

(12 giugno 2014) Vaccinazione pandemica in gravidanza

La valutazione del rischio di esiti avversi materni, fetali e neonatali associati alla vaccinazione pandemica durante la gravidanza è l’argomento trattato nell’articolo “Evaluation of safety of A/H1N1 pandemic vaccination during pregnancy: cohort study”, pubblicato il 29 maggio 2014 sul British Medical Journal. Lo studio, condotto dal reparto di Farmacoepidemiologia dell’Iss, in collaborazione con la Regione Lombardia, ha consentito di aggiungere ulteriori informazioni al profilo di sicurezza del vaccino pandemico somministrato in donne in gravidanza. Per maggiori informazioni leggi l’articolo completo (pdf 895 kb).

 

(22 maggio 2014) Avastin e Lucentis: il parere del Consiglio superiore di sanità

«I dati attualmente valutabili dalla comunità scientifica evidenziano che i medicinali Lucentis (Ranibizumab) e Avastin (Bevacizumab), pur nella diversità strutturale e farmacologica delle molecole, non presentano differenze statisticamente significative dal punto di visa dell’efficacia e della sicurezza nella terapia della degenerazione maculare senile». Questo il parere espresso dal Consiglio superiore di sanità (Css) nella seduta del 15 aprile 2014 e reso noto lo scorso 14 maggio dal ministero della Salute. Il Css ritiene possibile l’uso dell’Avastin per il trattamento di questa patologia, con un dosaggio che permetta una adeguata somministrazione del farmaco, oggi non disponibile in singole dosi ma in flacone unico. Inoltre, il Consiglio superiore si sanità, «in considerazione dell’evolutività scientifica e assistenziale delle maculopatie» raccomanda «l’utilizzo appropriato dei suddetti farmaci in centri di alta specializzazione». Il parere del Css era stato richiesto dal Ministro della Salute a seguito della condanna per Roche e Novartis al pagamento di una multa di 180 milioni di euro per intesa restrittiva della concorrenza. Per maggiori informazioni leggi: il parere del Css (pdf 3 Mb), il comunicato stampa sul sito del Ministero, gli approfondimenti a cura del Reparto di Farmacoepidemiologia (Cnesps-Iss) “Avastin e Lucentis: provvedimento dell’Autorità Antitrust” (pubblicato su EpiCentro il 13 marzo 2014) e “Procedura di infrazione da parte dell’Autorità Antitrust” (pubblicata su EpiCentro il 28 febbraio 2013).

 

(22 maggio 2014) IX Corso “Strumenti e metodi per l’analisi delle prescrizioni farmaceutiche”

Utilizzare gli strumenti e i metodi dell’epidemiologia per analizzare e descrivere l’uso dei farmaci. Questo l’obiettivo principale del corso organizzato dal reparto di Farmacoepidemiologia del Cnesps-Iss rivolto a operatori del Servizio sanitario nazionale (Ssn) che svolgono la loro attività nell’ambito del controllo e analisi delle prescrizioni farmaceutiche al fine di promuovere l’appropriatezza d’uso dei farmaci. Il corso è prevalentemente di carattere operativo e la didattica è organizzata per oltre la metà delle ore previste in momenti di esercitazione pratica. Il corso è gratuito e la domanda d’iscrizione dovrà essere inviata entro il 30 maggio 2014. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 57 kb) e la scheda di iscrizione (pdf 23 kb).

 

(13 marzo 2014) Avastin e Lucentis: provvedimento dell’Autorità Antitrust

Il 5 marzo 2014 si è conclusa l’istruttoria (iniziata a febbraio 2013) dell’Antitrust con la condanna per Roche e Novartis al pagamento di una multa di 180 milioni di euro per intesa restrittiva della concorrenza sui farmaci Avastin® (principio attivo bevacizumab) e Lucentis® (principio attivo ranibizumab), utilizzati per il trattamento della degenerazione maculare legata all’età (Dmle). Leggi l’approfondimento a cura del reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss.

 

(20 febbraio 2014) XXIII Corso introduttivo di farmacoepidemiologia

Comprendere i principali aspetti della pianificazione e conduzione degli studi di farmacoepidemiologia e analizzare criticamente i risultati di studi pubblicati: è l’obiettivo generale del XXIII Corso introduttivo di farmacoepidemiologia, organizzato dall’Istituto superiore di sanità dal 7 all’11 aprile. È prevista una didattica attiva con modalità di lavoro in piccoli gruppi, che cala l’individuo nel contesto di riferimento e ne stimola il confronto con esperienze vissute per la progettazione di nuove idee risolutive. Il corso è rivolto a operatori del Servizio sanitario nazionale impegnati nel settore dell'epidemiologia e del monitoraggio delle prescrizioni farmaceutiche. Le iscrizioni sono aperte fino al 3 marzo 2014.Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 49 kb) e la scheda di iscrizione (pdf 28 kb).

 

(23 gennaio 2014) Ricerca: aumentare il valore, riducendo gli sprechi

Come dovrebbe cambiare il mondo scientifico per produrre risultati validi e accessibili che siano in grado di rispondere alle sfide affrontate dalla società e dagli individui? Definire le priorità e porre le domande giuste, adottare metodi appropriati, comunicare i risultati in maniera corretta e renderli accessibili. Queste sono alcune delle risposte suggerite dalla rivista The Lancet che, a gennaio 2014, torna a occuparsi di qualità della ricerca scientifica, comunicazione dei risultati e finanziamenti, pubblicando una serie di cinque articoli riuniti sotto il titolo “Research: increasing value, reducing waste” (Ricerca: aumentare il valore, riducendo gli sprechi).

 

(16 gennaio 2014) Ricerca clinica e partecipazione: il progetto Ecran

È on line il sito web del progetto European Research Communication Needs Awareness (Ecran), finanziato dalla Commissione europea nel 2012 per migliorare la conoscenza dei cittadini europei sulla ricerca clinica e favorire la loro partecipazione agli studi clinici indipendenti e multinazionali. All'interno del progetto sono stati realizzati materiali e strumenti comunicativi, incluso un film animato disponibile in 23 lingue e un serious game che spiega le fasi degli studi clinici.