Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

influenza da nuovo virus A/H1N1

Notiziario - 5 novembre 2009

FluNews: arriva l’aggiornamento settimanale del Cnesps-Iss

Per facilitare agli operatori sanitari l’utilizzo dei risultati dei diversi sistemi di rilevazione, il Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità (Iss) presenta “FluNews”, un resoconto settimanale complessivo in cui si fa il punto della situazione con una lettura integrata dei risultati raccolti. L’obiettivo è disporre di diverse fonti informative indipendenti per delineare un quadro il più possibile accurato dell’effetto della attuale pandemia sulla popolazione. Scarica il numero 1 di “FluNews” (pdf 885 kb).

 

Ministero della Salute: i dati relativi alle prime settimane di distribuzione dei vaccini pandemici

Il ministero della Salute ha pubblicato una tabella riepilogativa (pdf 34 kb) relativa alle consegne di vaccino Focetria effettuate nel mese di ottobre e in programma nelle prima settimana di novembre, secondo il piano di produzione della ditta fornitrice (Novartis). Le prime due quote disponibili di vaccino sono state distribuite alle Regioni dal 13 al 30 ottobre, una terza quota di vaccino è in corso di distribuzione dal 2 novembre. Complessivamente, con queste prime tre consegne, sono state fornite alle Regioni più di 2 milioni di dosi di vaccino, ripartite proporzionalmente alla popolazione residente sul territorio. Scarica la tabella (pdf 34 kb).

 

Vaccino Focetria: i chiarimenti dell’Aifa su foglio illustrativo e istruzioni per l’uso

Il 30 ottobre 2009 l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) fornisce alcuni chiarimenti sul vaccino Focetria relativamente a:

  • il foglio illustrativo annesso alle confezioni già distribuite del vaccino
  • le istruzioni per il corretto uso del vaccino.

Consulta i chiarimenti sul foglio illustrativo del vaccino Focetria (pdf 21 kb) e leggi il documento che riassume le istruzioni (pdf 61 kb) da adottare per un corretto uso del vaccino Focetria in flacone multi dose e siringa pre-riempita.

 

Genova: i risultati del sistema di sorveglianza sindromica

Disponibile il report del 5 novembre 2009 (pdf 296 kb) relativo all'attività di sorveglianza sindromica nell'area metropolitana genovese. I dati sull’attività di sorveglianza sindromica delle Ili (sindromi simil-influenzali) e delle Lrti (infezioni delle basse vie respiratorie) indicano che attualmente, nella fascia pediatrica, l’indicatore ha mostrato valori soprasoglia con un dato medio nel periodo dal 22 settembre al 4 novembre pari a 2,93 (+193% sopra il cut-off epidemico). Nello stesso periodo, gli accessi al pronto soccorso per Ili sono stati 5 volte superiori rispetto a quanto osservato nelle precedenti stagioni (media indicatore 2,92 rispetto a 0,57). Dal superamento della soglia epidemica alla settimana 44 si è osservato un incremento degli indicatori di accesso che nell’attuale settimana (settimana 45) hanno mostrato un valore medio pari a 5,27: 2 volte superiore al massimo valore mediamente osservato nel corso del picco epidemico stagionale (2,87). Negli adulti, dal 2 settembre al 4 novembre, gli accessi al pronto soccorso per Ili sono stati circa 6 volte superiori rispetto a quanto osservato nelle precedenti stagioni (la media dell’indicatore nel 2009 è pari a 1,95, mentre per le stagioni 2006-2009 era di 0,32). In Liguria, nelle scorse settimane si è osservato un notevole aumento dei campioni raccolti e un forte incremento della proporzione di campioni positivi per H1N1 2009. Complessivamente, negli ultimi sette giorni, il 41% dei campioni raccolti da casi sospetti è positivo per il virus pandemico. Scarica il report (pdf 296 kb).

 

L’andamento dell’influenza pandemica in Ucraina

Con un articolo del 3 novembre 2009 l’Oms aggiorna la situazione relativa all’influenza pandemica in Ucraina, Paese nel quale si registrano oltre 250 mila casi di sindrome simil-influenzale, 235 pazienti ricoverati in terapia intensiva e 70 decessi per malattia respiratoria acuta. La regione occidentale del Paese mostra i tassi di malattia respiratoria acuta e di malattia simil-influenzale più elevati e anche il livello di attività nella zona di Kiev è in rapido aumento. Poiché il virus della pandemia è diventato rapidamente il ceppo di influenza dominante in tutto il mondo, si presume che la maggior parte dei casi di influenza in Ucraina siano causati dal virus A/H1N1. L'Oms raccomanda vivamente il trattamento precoce con i farmaci antivirali, oseltamivir e zanamivir, per i pazienti che soddisfano i criteri di trattamento, anche in assenza di un test positivo di laboratorio che confermi l'infezione da H1N1. Su richiesta del governo, l’Oms ha predisposto un team multidisciplinare di nove esperti che ha il compito di avviare indagini sul campo per determinare le caratteristiche cliniche ed epidemiologiche del focolaio. Secondo l’Oms, l'epidemia in Ucraina può essere indicativa di come il virus può comportarsi nell'emisfero nord durante la stagione invernale, in particolare, nelle strutture sanitarie dell’Europa orientale. L’Oms, inoltre, continua a raccomandare di non effettuare alcuna chiusura delle frontiere e di non porre aluna restrizione ai viaggi internazionali, compresi quelli da e per l'Ucraina, poichè l'esperienza ha dimostrato che queste misure non contengono comunque la diffusione del virus. Sulla situazione in Ucraina, leggi il documento originale “Pandemic (H1N1) 2009, Ukraine - update 1” (in inglese) e il comunicato del 5 novembre 2009 (pdf 922 kb) del ministero della Salute italiano.

 

Oms: aggiornamenti sulle politiche e le strategie di vaccinazione per l’A/H1N1

Nella riunione del 27-28 ottobre 2009 del gruppo consultivo strategico di esperti in materia di immunizzazione (Sage), che supporta l'Oms per le politiche e le strategie su vaccini, è stata analizzata l'attuale situazione epidemiologica della pandemia in tutto il mondo e sono state esaminate le questioni aperte e le opzioni possibili in una prospettiva di salute pubblica. I punti all'ordine del giorno sono stati: la disponibilità dei vaccini, i risultati degli studi clinici sulla immunogenicità del vaccino e i primi risultati del monitoraggio della sicurezza nei Paesi in cui la somministrazione del vaccino pandemico H1N1 è attualmente in corso. Gli esperti hanno anche fornito indicazioni sul numero di dosi di vaccino necessarie per conferire protezione, anche in diverse fasce di età, sulla co-somministrazione dei vaccini per l’influenza stagionale e per l’influenza pandemica e sull’uso del vaccino nelle donne in gravidanza. Infine, il Sage ha anche sviluppato raccomandazioni relativamente alla formulazione dei vaccini contro l'influenza stagionale del 2010 per il Sud del mondo. Sul sito dell’Oms, leggi la nota informativa 14 “Experts advise WHO on pandemic vaccine policies and strategies” (in inglese).

 


 

trova dati