Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

home > CHRODIS-JA: la Joint Action europea sulle malattie croniche...

Integrazione, gestione e assistenza

JA-CHRODIS: la Joint Action europea sulle malattie croniche

La “European Joint Action on Chronic Diseases and Promoting Healthy Ageing across the Life Cycle” (JA-CHRODIS) è una azione congiunta europea dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. JA-CHRODIS mira infatti a promuovere lo scambio di buone pratiche tra Paesi europei e rientra nel programma europeo “Health programme 2008-2013”.

 

 

Ultime notizie dalla JA

 

23/3/2017 - Scienza, tecnologia e innovazione: se ne parla a Bruxelles

È on line il report finale della conferenza “EU-GCC Research & Innovation cooperation: The way forward” (Bruxelles, 29 novembre 2016) a cui hanno partecipato oltre 100 stakeholder. La conferenza è stata occasione di confronto tra Ue e Consiglio di cooperazione del Golfo (Gulf Cooperation Council - Gcc) sulle azioni necessarie per migliorare la collaborazione su ricerca e innovazione. Alla conferenza, organizzata all’interno del progetto INCONET-GCC 2, ha preso parte anche Marina Maggini (Iss) in rappresentanza della Joint Action CHRODIS che, intervenendo al Panel 4 su energia/smart cities e salute, ha presentato alcuni risultati della JA. Per maggiori informazioni scarica il documento finale (pdf 1,8 Mb).

 

 

Lo scenario

Entro il 2060 si prevede che il numero di europei con età superiore a 65 anni aumenti da 88 a 152 milioni, con una popolazione anziana doppia di quella dei bambini sotto i 15 anni. Le malattie croniche (come lo scompenso cardiaco, l’insufficienza respiratoria, i disturbi del sonno, il diabete, l’obesità, la depressione, la demenza, l’ipertensione), colpiscono l’80% delle persone oltre i 65 anni e spesso si verificano contemporaneamente. La co-morbosità è associata a un declino di molti aspetti della salute, come la qualità della vita, la mobilità, la capacità funzionale, con un conseguente aumento di stress psicologico, ospedalizzazioni, uso delle risorse sanitarie e mortalità. Gran parte dei problemi causati dalle malattie croniche sono prevenibili agendo su fattori di rischio comuni, come tabacco, alcol, alimentazione e attività fisica, insieme con la promozione della salute e l’empowerment.

 

Obiettivi e risultati attesi

L’obiettivo di JA-CHRODIS è quello di promuovere e facilitare un processo di scambio e trasferimento di buone pratiche tra i Paesi per un’azione efficace contro le malattie croniche, con un focus specifico sulla promozione della salute e la prevenzione delle malattie croniche, sulla co-morbosità e il diabete. L’attività relativa alla promozione della salute e prevenzione si concentra su fattori di rischio comportamentali, i determinanti sociali e le disuguaglianze di salute. Il lavoro sulla co-morbosità si concentra sulle cure integrate e multidisciplinari, sulla sicurezza dei pazienti e la formazione professionale. Il diabete viene studiato come esempio di patologia cronica, e vengono affrontati temi diversi, dalla prevenzione primaria al trattamento ai piani nazionali. Il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma web per lo scambio e la diffusione di informazioni con l’obiettivo di offrire a decisori, operatori sanitari, cittadini e ricercatori le informazioni più rilevanti sulle migliori prassi nelle malattie croniche concentrandosi principalmente su malattie cardiovascolari, ictus e diabete.

 

Seguendo le raccomandazioni del processo di riflessione sulle malattie croniche della Commissione europea e degli Stati membri, e gli obiettivi del partenariato europeo per l’innovazione sull’invecchiamento attivo e in buona salute (EIP AHA), CHRODIS-JA mira a contribuire a migliorare l’efficacia delle azioni già intraprese nell’affrontare la cronicità e a dare un contributo rilevante per i tre principali obiettivi del secondo programma di salute:

  • migliorare la sicurezza dei cittadini, in relazione alla politerapia
  • promuovere la salute e ridurre le disuguaglianze, aumentando gli anni di vita in buona salute e promuovendo l’invecchiamento attivo, attraverso la prevenzione primaria e secondaria delle malattie croniche
  • generare e diffondere informazioni, attraverso lo scambio di conoscenze e buone pratiche - con la creazione di una piattaforma web dedicata.

Programma di attività e metodi

CHRODIS-JA è organizzato in 7 workpackage (WP): 3 trasversali (WP1-WP3), 3 su temi specifici (WP5-promozione della salute e prevenzione delle malattie croniche; WP6-multi-morbosità; WP7-diabete) mentre il quarto riguarda la costruzione di una piattaforma per lo scambio di conoscenza.

 

Il WP7 (Diabete: un esempio di studio per il miglioramento dell’assistenza per le persone con malattie croniche) è coordinato dall’ISS e affronta tutti gli aspetti relativi a una patologia complessa come il diabete (prevenzione primaria rivolta alle persone ad alto rischio, diagnosi precoce, prevenzione secondaria, assistenza integrata) e su come migliorare il coordinamento e la cooperazione degli Stati membri. Particolare attenzione viene data all’attuazione dei piani nazionali diabete. Viene inoltre esplorata l’importanza dell’empowerment delle persone con diabete per la prevenzione delle complicanze e il miglioramento della cura. Specifica attenzione è dedicata alla valutazione di come i determinanti sociali possano influenzare l’accesso alle cure.

 

Ricadute

Il risultato di JA-CHRODIS sarà un meccanismo per la raccolta, validazione e trasferimento di buone pratiche relative alla cronicità, con particolare attenzione alla prevenzione delle malattie e promozione della salute, alla co-morbosità e al diabete. JA-CHRODIS è un progetto innovativo basato su un approccio cooperativo alla prevenzione delle malattie croniche con pochi precedenti in Europa. Il progetto aprirà la possibilità per regioni e Paesi europei di trarre beneficio dalle esperienze degli altri. JA-CHRODIS può avere una notevole rilevanza strategica in quanto è una risposta diretta al processo di riflessione sulle malattie croniche lanciato dalla Comunità europea e dagli Stati membri dell’Ue. Copre una gran parte dei Paesi europei e include molte organizzazioni europee impegnate in questo settore. Questa ampia partecipazione potrà fornire una solida base per future collaborazioni.

 

Materiali utili