Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

home > Farmaci e diabete...

Integrazione, gestione e assistenza

Farmaci e diabete

Rapporto OsMed 2016, uso dei farmaci in Italia: e il diabete?

Sul versante dell’assistenza convenzionata si osserva, in controtendenza con l’anno precedente, una considerevole riduzione della spesa e dei consumi delle insuline e analoghi ad azione lunga (rispettivamente -20,7% e -27,0%), men- tre persiste la riduzione della spesa e dei consumi delle insuline e analoghi ad azione intermedia e ad azione rapida associate e delle insuline ad azione intermedia. Si registra un incremento (+6,8%) dei consumi degli inibitori della dipeptidil-peptidasi 4 (DDp-4), associato a un aumento della spesa (+4,1%). Si riducono, invece, i consumi dei biguanidi e sulfonamidi in associazione (-17,3%), dei sulfonamidi da soli (-4,5%) e degli altri ipoglicemizzan orali (-8,2%). Relativamente all’acquisto da parte delle strutture sanitarie pubbliche, crescono in maniera rilevante i consumi e la spesa degli inibitori della dipeptidil-peptidasi 4 (Dpp-4) (rispettivamente +17,5% e +8,5%) e degli altri ipoglicemizzanti orali (rispettivamente +49,0% e +30,2%), che includono, tra gli altri, gli inibitori del SGLt2 (i.e. canagliflozin, dapagliflozin, empagliflozin) la cui prima commercializzazione è avvenuta nell’anno 2015. L’insulina glargine è l’unico principio attivo a risultare compreso tra i primi trenta a maggior incidenza sulla spesa dei medicinali erogati in distribuzione diretta e per conto. Scarica il documento completo.

 

Dal territorio

Prescrizione farmaceutica in Umbria: analisi dei dati relativi al 2015

La prevalenza d’uso dei farmaci per il diabete ha raggiunto il 6% circa, con un massimo di circa il 20% negli uomini con età superiore ai 75 anni. I livelli di uso sono maggiori negli uomini in tutte le classi di età, in termini sia di prevalenza che di intensità d’uso. Rispetto al 2014 si osserva un forte incremento della prescrizione di farmaci incretino-mimetici (+20%) a fronte di una stabilità nell’uso di insuline e di metformina, e di una netta riduzione nella categoria degli altri ipoglicemizzanti orali (-14%). Sul complesso delle DDD prescritte, il 46% è rappresentato da farmaci ancora coperti da brevetto, i quali sono però responsabili dell’84% della spesa. Scarica il documento completo (pdf 1,3 Mb).

 

Prescrizione farmaceutica nella Provincia autonoma di Bolzano: analisi dei dati relativi al 2016

Nella Provincia automa di Bolzano il consumo di antidiabetici è inferiore del 40% circa rispetto alla media nazionale e nel 2016 si è osservata un'ulteriore riduzione, rispetto al 2015, nelle dosi prescritte (-4%). La riduzione della prescrizione di insuline e metformina è in linea con la media della categoria, a fronte di un calo del 13% degli altri ipoglicemizzanti orali e di un aumento del 19% delle incretine. Poco più del 3% della popolazione, in prevalenza uomini, ha ricevuto almeno una prescrizione nel corso dell’anno; l’età mediana è di 70 anni e l’esposizione cresce con l’età fino a raggiungere circa il 14% negli uomini con più di 75 anni. Scarica il documento completo (pdf 2,9 Mb).