Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Promozione della salute e della crescita sana nei bambini della scuola primaria

Archivio 2014-2016

V rilevazione dati

7 luglio 2016 - Il 30 giugno si è concluso il data entry della V raccolta dati del sistema di sorveglianza OKkio alla Salute che ha coinvolto più di 52.000 bambini, 2400 plessi scolastici e 2600 classi. Il gruppo Iss si complimenta con tutti i professionisti locali che hanno lavorato in questi mesi per raggiungere un obiettivo comune.

 

Rilevazione OKkio alla SALUTE 2016

26 maggio 2016 - 24 Asl, appartenenti a Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Lazio, Abruzzo, Molise, Calabria e Sardegna, hanno terminato l’inserimento dati di OKkio alla Salute 2016. Il gruppo Iss si complimenta con i colleghi del territorio per l’ottimo lavoro svolto e rinnova il proprio supporto ai colleghi ancora impegnati nel data entry. C’è tempo sino al 30 giugno per inviare al server centrale i dati raccolti attraverso il software specifico. ​

 

Indagine 2014: il rapporto nazionale

12 maggio 2016 - È online il nuovo rapporto nazionale “Il Sistema di sorveglianza OKkio alla Salute: risultati 2014” (pdf 806 kb) con una veste grafica rinnovata nei colori e nei grafici che mette in risalto maggiormente l’aspetto comunicativo. Il rapporto è articolato in nove capitoli che presentano approfondimenti sui risultati emersi nella sorveglianza del 2014 e interessanti confronti temporali con i dati delle precedenti raccolte (2008/9, 2010 e 2012). Dai dati emerge che nel 2014, il 20,9% dei bambini di 8-9 anni è in sovrappeso e il 9,8% obeso, con percentuali più alte al Sud e al Centro e con una tendenza alla diminuzione negli anni. Inoltre, il 25% dei bambini non consuma giornalmente frutta e/o verdura e il 35% trascorre più di 2 ore al giorno guardando la TV e/o giocando ai videogiochi.

 

Rilevazione dati: al via l’indagine 2016

7 aprile 2016 - Dopo la pubblicazione dei report regionali e aziendali della rilevazione 2014, inizia la V raccolta dati di OKkio alla Salute in tutte le Regioni italiane, che si concluderà il 30 giugno 2016.

 

Indagine 2014: nuovi report aziendali

24 marzo 2016 - Nella Asl Salerno il 47,2% dei bambini presenta un eccesso ponderale e 1 bimbo su 3 risulta fisicamente inattivo; nella Asl Benevento a presentare una condizione di eccesso ponderale è il 44% dei bambini intervistati mentre 1 bambino su 5 risulta fisicamente inattivo; nella Asl 3 Genovese e nella Asl Cagliari, invece, i bambini in eccesso ponderale sono rispettivamente il 25,2% e il 26% mentre l’inattività fisica risulta in 2 bambini su 10 (Asl 3 Genovese) e 1 bambino su 10 (Cagliari). La sezione dedicata ai risultati dell’indagine 2014 si arricchisce di nuovi materiali. Consulta i report aziendali:

Indagine 2014: nuovi report aziendali

4 febbraio 2016 - La sezione dedicata ai risultati dell’indagine 2014 si arricchisce di nuovi materiali. La Asl di Milano e la Regione Piemonte mettono infatti a disposizione i report aziendali della quarta rilevazione. Per approfondire consulta:

Indagine 2014: i dati della Asp di Crotone

21 gennaio 2016 - Complessivamente, il 46,7% dei bambini della Asl di Crotone presenta un eccesso ponderale e 1 bambino su 3 risulta fisicamente inattivo, soprattutto tra le femmine. Si conferma la grande diffusione fra i bambini di abitudini alimentari che non favoriscono una crescita armonica e sono fortemente predisponenti all’aumento di peso. I dati dimostrano che è molto diffusa nelle madri di bambini in eccesso sovrappeso e obesità ( 4 genitori su 10) una sottostima dello stato ponderale del proprio figlio che non coincide con la misura rilevata. Sono i dati principali del report “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asp di Crotone” (pdf 1,5 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Asl di Lecco

14 gennaio 2016 - Complessivamente, il 21,8% dei bambini della Asl di Lecco presenta un eccesso ponderale e 1 bambino su 9 risulta fisicamente inattivo. Inoltre, pur risultando complessivamente migliori rispetto al quadro regionale e nazionale, i dati evidenziano aspetti che possono essere migliorati: particolarmente critici risultano i consumi “raccomandati” di frutta e verdura, l’assunzione quotidiana di bibite zuccherate e la scarsa abitudine ad una adeguata merenda a metà mattina. I dati dimostrano anche che 1 genitore su 3 di bambini con sovrappeso sottostima lo stato ponderale del proprio figlio. Sono i dati principali del report “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Lecco” (pdf 1,4 Mb).

 

Indagine 2014: i dati di Vallecamonica-Sebino

10 dicembre 2015 - Complessivamente, il 20,6% dei bambini della Asl di Vallecamonica-Sebino presenta un eccesso ponderale e 1 bambino su 14 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi). Inoltre, a livello aziendale si conferma la grande diffusione fra i bambini di abitudini alimentari predisponenti all’aumento di peso e di attività sedentarie, come il trascorrere molto tempo a guardare la Tv e giocare con i videogiochi. I dati dimostrano anche che 1 genitore su 4 di bambini con sovrappeso/obesità sottostima lo stato ponderale e il livello di attività fisica del proprio figlio. Sono i dati principali del report “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Vallecamonica-Sebino” (pdf 664 kb).

 

Indagine 2014: Nuovi report dal territorio

26 novembre 2015 - In Puglia, il 36,6% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 61,4% è normopeso e il 2% sottopeso. Inoltre, all’incirca 1 bambino su 4 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e poco più di 1 bambino su 10 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report regionale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Regione Puglia” (pdf 1,4 Mb). Nella Asl di Lodi, il 26,7% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 71,3% è normopeso e il 2% sottopeso. Il 90% dei bambini risulta fisicamente attivo, tuttavia solo il 18,3% pratica un livello di attività fisica raccomandato per la loro età. Per approfondire leggi il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Lodi” (pdf 567 kb). Nella Asl di Catanzaro, il 37,6% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 62% è normopeso e lo 0,4% sottopeso. Inoltre, quasi 1 bambino su 4 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e poco più di 1 bambino su 10 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Catanzaro” (pdf 1,1 Mb).

 

Indagine 2014: il report della Calabria

19 novembre 2015 - In Calabria, il 40,9% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 58% è normopeso e l’1,1% sottopeso. Inoltre, all’incirca 1 bambino su 3 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e appena 1 bambino su 20 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report regionale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Regione Calabria” (pdf 1,4 Mb).

 

Indagine 2014: nuovi materiali dal territorio

12 novembre 2015 - Continua la pubblicazione dei risultati dell’indagine 2014 della sorveglianza. Questa settimana sono on line i report di:

Indagine 2014: i report di Campania e Asl di Sondrio

5 novembre 2015 - In Campania, il 47,8% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 51% è normopeso e l’1,1% sottopeso. Inoltre, all’incirca 1 bambino su 4 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e appena 1 bambino su 10 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report regionale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Regione Campania” (pdf 1,5 Mb). Nella Asl di Sondrio, il 19% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), l’80%% è normopeso e l’1% sottopeso. Inoltre, il 90% dei bambini risulta fisicamente inattivo e oltre 3 bambini su 4 hanno un livello di attività fisica raccomandato per la loro età. Per approfondire leggi il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Sondrio” (pdf 1,5 Mb).

 

Indagine 2014: i report di Umbria ed Emilia-Romagna

29 ottobre 2015 - In Umbria, il 33% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 66,4% è normopeso e lo 0,9% sottopeso. Inoltre, poco più di 1 bambino su 10 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e poco più di 1 bambino su 5 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Regione Umbria” (pdf 722 kb). In Emilia-Romagna, il 28,6% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 70,3% è normopeso e l’1,1% sottopeso. Inoltre, poco più di 1 bambino su 10 risulta fisicamente inattivo e poco meno di 1 bambino su 6 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. Per approfondire leggi il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Regione Emilia-Romagna” (pdf 1,2 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Asl di Pavia

22 ottobre 2015 - Complessivamente il 23,8% dei bambini pavesi presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 74,3% è normopeso e lo 1,9% sottopeso. Inoltre, 1 bambino su 3 risulta fisicamente inattivo (maggiormente le femmine rispetto ai maschi) e poco più di 1 bambino su 20 ha un livello di attività fisica raccomandato per la sua età. On line il report aziendale “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asl di Pavia” (pdf 936 kb).

 

Indagine 2014: i report aziendali delle Asl/zone territoriali marchigiane

15 ottobre 2015 - Dai dati emerge che, nel 2014, nelle Asur dell’Area Vasta 3 e 4 - Camerino e Fermo, il 26% dei bimbi intervistati presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), dato che sale al 31% nell’Area Vasta 2 – città di Ancona, al 31,1% nell’Area Vasta 3-Macerata e Civitanova Marche, al 31,4% nell’Area Vasta 1, al 33% nell’Area Vasta 2-Aggregato campionario Fabriano e al 34,1% nell’Area Vasta 5, confermando la diffusione di abitudini alimentari predisponenti all’aumento di peso. Per maggiori informazioni leggi i report aziendali: “Risultati dell’indagine 2014 Asur Area Vasta 1” (pdf 1,5 Mb), “Risultati dell’indagine 2014 Asur Area Vasta 2 - città di Ancona” (pdf 850 kb), “Risultati dell’indagine 2014 Asur Area Vasta 2 (aggregato di Fabriano, Jesi e Senigallia)” (pdf 1,3 Mb), “Risultati dell’indagine 2014 Asur Area Vasta 3 - Macerata e Civitanova Marche” (pdf 866 kb),  “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asur Area Vasta 3-4 (Camerino e Fermo)” (pdf 1 Mb), “OKkio alla Salute. Risultati dell’indagine 2014. Asur Area Vasta 5” (pdf 1,5 Mb).

 

Indagine 2014: i dati di Sardegna e Veneto

8 ottobre 2015 - In Sardegna, in quest’ultima rilevazione, il 18,6% dei bimbi è in sovrappeso e il 7,3% obeso. Relativamente alle abitudini alimentari, solo il 56% assume una colazione adeguata e il 31% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima 1 bambino su 5 sia fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Sardegna” (pdf 1,9 Mb). In Veneto, in quest’ultima rilevazione, il 17,4% dei bimbi è in sovrappeso e il 7% obeso. Relativamente alle abitudini alimentari, solo il 63% assume una colazione adeguata e il 40% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima 1 bambino su 10 sia fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Veneto” (pdf 1,8 Mb).

 

Obesity day 2015

8 ottobre 2015 - In occasione dell’Obesity day 2015 (10 ottobre), OKkio alla Salute pubblica un approfondimento dedicato al coinvolgimento dell’Italia nella lotta all’obesità infantile nel contesto europeo. Scarica anche le schede sintetiche regionali con i dati 2014 della sorveglianza.

 

Indagine 2014: on line le schede regionali sintetiche

1 ottobre 2015 – All’interno della sorveglianza OKkio alla Salute 2014, sono state prodotte per la prima volta le schede sintetiche regionali di: Abruzzo (pdf 664 kb), Basilicata (pdf 664 kb), PA Bolzano (pdf 664 kb), Calabria (pdf 668 kb), Campania (pdf 664 kb), Emilia-Romagna (pdf 666 kb), Friuli Venezia-Giulia (pdf 665 kb), Lazio (pdf 666 kb), Liguria (pdf 662 kb), Lombardia (pdf 666 kb), Marche (pdf 665 kb), Molise (pdf 665 kb), Piemonte (pdf 665 kb), Puglia (pdf 666 kb), Sardegna (pdf 665 kb), Sicilia (pdf 666 kb), Toscana (pdf 664 kb), PA Trento (pdf 666 kb), Umbria (pdf 664 kb), Valle d’Aosta (pdf 664 kb) e Veneto (pdf 664 kb).

 

Indagine 2014: i dati delle Marche

10 settembre 2015 - Nelle Marche, in quest’ultima rilevazione, il 23,1% dei bimbi è in sovrappeso e l’8% obeso. Relativamente alle abitudini alimentari, solo il 64% assume una colazione adeguata e il 37% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima 1 bambino su 6 sia fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Marche” (pdf 1,4 Mb).

 

Indagine 2014: i dati del Molise

3 settembre 2015 - In Molise, in quest’ultima rilevazione, il 24,9% dei bimbi è in sovrappeso e il 15,8% obeso. Relativamente alle abitudini alimentari, solo il 59% fa una colazione adeguata e il 35% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima 1 bambino su 4 sia fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Molise” (pdf 1,1 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Lombardia

30 luglio 2015 - In Lombardia, in quest’ultima rilevazione, il 17,1% dei bimbi è in sovrappeso e il 6,4% obeso. Relativamente alle abitudini alimentari, solo il 62% fa una colazione adeguata e il 31% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima che 9 bambini su 10 siano fisicamente attivi. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Lombardia” (pdf 1,9 Mb).

 

Indagine 2014: i dati delle Asl romane

23 luglio 2015 - Con le Asl del Lazio inizia la pubblicazione dei report aziendali di OKkio alla salute 2014. Scarica i rapporti di:

Indagine 2014: i dati del Piemonte

25 giugno 2015 - In Piemonte, in quest’ultima rilevazione, il 18,6% dei bimbi è in sovrappeso e il 6,7% obeso. Inoltre, sebbene ci sia qualche miglioramento, si evidenzia ancora una notevole diffusione di abitudini alimentari non corrette: solo il 62% fa una colazione adeguata e il 28% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima che 1 bambino su 8 sia fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Piemonte” (pdf 1,9 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Liguria

11 giugno 2015 - In Liguria, in quest’ultima rilevazione, il 20% dei bimbi è in sovrappeso e il 7% obeso. Inoltre, sebbene ci sia qualche miglioramento, si evidenzia ancora una notevole diffusione di abitudini alimentari non corrette: solo il 64% fa una colazione adeguata e il 28% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima che quasi 2 bambini su 10 siano fisicamente inattivi. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Liguria” (pdf 1,9 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Provincia Autonoma di Trento

21 maggio 2015 - Nella Provincia di Trento, in quest’ultima rilevazione, il 17% dei bimbi è in sovrappeso e il 5,5% obeso. Inoltre, sebbene ci sia qualche miglioramento, si evidenzia ancora una notevole diffusione di abitudini alimentari non corrette: solo il 65% fa una colazione adeguata e il 22% non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima che 1 bambino su 10 è fisicamente inattivo. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. PA Trento” (pdf 4,1 Mb).

 

Indagine 2014: i dati della Provincia Autonoma di Bolzano

14 maggio 2015 - Nella Provincia di Bolzano, in quest’ultima rilevazione, il 13,4% dei bimbi è in sovrappeso e il 3,4% obeso. Inoltre, sebbene ci sia qualche miglioramento, si evidenzia ancora una notevole diffusione di abitudini alimentari non corrette: circa 1 bambino su 3 non fa colazione o la fa in modo inadeguato e circa 1 bambino su 3 non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine si stima che 1 bambino su 20 ha un livello di attività fisica raccomandato. Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. PA Bolzano” (pdf 1,2 Mb).

 

Prevenzione dell’obesità nella scuola: indicazioni a partire dalle evidenze della letteratura

7 maggio 2015 - Una lettura critica delle evidenze scientifiche sugli interventi di prevenzione del sovrappeso e dell’obesità infantile realizzati nel setting scolastico (uno dei contesti strategici da coinvolgere per l’importante ruolo educativo e di sviluppo di competenze): questo, ciò che offre al lettore il rapporto Istisan 15/1 “Prevenzione dell’obesità nella scuola: indicazioni a partire dalle evidenze della letteratura”, realizzato dal Comitato Tecnico di OKkio alla SALUTE e dai ricercatori dell’ISS nell’ambito del sistema di sorveglianza nazionale “OKkio alla Salute”. Il documento, che prende in esame 27 revisioni e 10 studi clinici controllati pubblicati dal 2008 al 2012, nasce in risposta alle richieste degli operatori territoriali e mira ad essere uno strumento di supporto per i professionisti della salute nella realizzazione di interventi di contrasto all’eccesso ponderale nei bambini, efficaci e riproducibili nei diversi contesti.

 

Indagine 2014: i dati del Lazio

7 maggio 2015 - La frequenza di sovrappeso e obesità nei bambini laziali osservata in quest’ultima rilevazione, conferma livelli preoccupanti di eccesso ponderale: il 21,7% dei bimbi è in sovrappeso e il 9,4% obeso. Inoltre, sebbene ci sia qualche miglioramento, si evidenzia ancora una notevole diffusione di abitudini alimentari non corrette: circa 1 bambino su 3 non fa colazione o la fa in modo inadeguato e assume bibite zuccherate e/o gassate almeno una volta al giorno; 1 bambino su 4 non ha un consumo quotidiano di frutta e/o verdura; infine emerge che occorre dedicare più tempo all’attività fisica (poco più di 1 bambino su 10 ha un livello di attività fisica raccomandato). Questi alcuni dei dati del rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Lazio” (pdf 1,6 Mb).

 

Indagine 2014: i dati del Friuli Venezia Giulia

23 aprile 2015 - Continua la pubblicazione dei report regionali della IV raccolta dati della sorveglianza. Dai dati emerge che in Friuli Venezia Giulia ad essere in eccesso ponderale è il 24% dei bimbi intervistati, mentre il 65,3% risulta normopeso e lo 0,8% sottopeso. Riguardo all’attività fisica l’8% dei bambini friulani risulta non attivo il giorno antecedente all’indagine. Per leggere tutti i dati del sistema di sorveglianza 2014 di OKkio alla Salute in Friuli Venezia Giulia consulta il rapporto regionale “Risultati dell’indagine 2014. Regione Friuli Venezia Giulia” (pdf 1,2 Mb).

 

Indagine 2014: i dati di Abruzzo e Toscana

16 aprile 2015 - ontinua la pubblicazione dei report regionali della IV raccolta dati della sorveglianza. Dai dati emerge che in Toscana, complessivamente, il 26,8% dei bambini presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità), il 71,7% è normopeso e lo 1,6% sottopeso. Inoltre, il 9,7% dei bambini risulta non attivo il giorno antecedente all’indagine. Il rapporto dell’Abruzzo mette in evidenza che ad essere in eccesso ponderale è il 38,6% dei bimbi intervistati, mentre il 60,5% risulta normopeso e lo 0,9% sottopeso. Riguardo all’attività fisica il 21,7% dei bambini abruzzesi risulta non attivo il giorno antecedente all’indagine. Per leggere tutti i dati del sistema di sorveglianza 2014 di OKkio alla Salute in Toscana e Abruzzo consulta i due rapporti regionali: “Risultati dell’indagine 2014. Regione Toscana” (pdf 2,9 Mb) e “Risultati dell’indagine 2014. Regione Abruzzo” (pdf 11,1 Mb).

 

IV raccolta dati: dalla Valle d’Aosta il primo report regionale

9 aprile 2015 - Nel 2014 nella Regione Valle d’Aosta hanno partecipato all’indagine il 100% delle scuole e il 100% delle classi sui 31 plessi scolastici e sulle 37 classi rispettivamente campionate. Tra i bambini della Regione, il 79% risulta normopeso, l’1,9% sottopeso e complessivamente il 19% presenta un eccesso ponderale (che comprende sia sovrappeso che obesità). Inoltre, quasi 1 bambino su 7 risulta fisicamente inattivo, maggiormente le femmine rispetto ai maschi. Appena poco più di 3 bambini su 20 hanno un livello di attività fisica raccomandato per la loro età e il 16% trascorre più di due ore al giorno davanti la TV o videogiochi. Sono alcuni dei dati presentati nel rapporto regionale di OKkio alla Salute “Risultati dell’indagine 2014. Regione Valle d’Aosta” (pdf 1,2 Mb).

 

Stili di vita e stato ponderale dei bambini italiani: i risultati della IV raccolta dati di OKkio alla salute 21 gennaio 2015

22 gennaio 2015 – Si è svolto il 21 gennaio il convegno di OKkio alla Salute sui risultati della IV raccolta dati. Rispetto alle precedenti rilevazioni si è osservata una progressiva diminuzione della percentuale di bambini di 8-9 anni in eccesso ponderale: il 20,9% è in sovrappeso (23,2% nel 2008) e il 9,8% obeso (12% nel 2008). Si evidenziano dei miglioramenti anche per quanto riguarda alcuni comportamenti sedentari e abitudini alimentari. Infine, sono stati presentati i risultati sulle novità introdotte nella raccolta dati 2014: igiene dentale, ore di sonno dei bambini, problemi di vista e rispetto del divieto di fumo negli spazi scolastici. Per maggiori informazioni leggi la sintesi dei risultati (pdf 555 kb).

 

Save the date: il convegno di OKkio alla Salute

8 gennaio 2015 - È stato prorogata al 12 gennaio la scadenza per iscriversi al convegno “Stili di vita e stato ponderale dei bambini italiani: i risultati della IV raccolta dati di OKkio alla Salute” previsto per il 21 gennaio a Roma. Tra gli obiettivi principali dell’evento: fornire agli operatori sanitari e della scuola coinvolti nella sorveglianza elementi conoscitivi sul quadro epidemiologico attuale della distribuzione dell’eccesso ponderale e dei comportamenti a rischio nei bambini della scuola primaria in Italia (con un dettaglio regionale) e offrire una panoramica dei maggiori interventi scolastici di promozione del movimento e della corretta alimentazione realizzati a livello internazionale. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 254 kb) e la scheda di iscrizione (pdf 204 kb).

 

In agenda: il convegno di OKkio alla Salute

11 dicembre 2014 - Fornire agli operatori sanitari e della scuola coinvolti nella sorveglianza elementi conoscitivi sul quadro epidemiologico attuale della distribuzione dell’eccesso ponderale e dei comportamenti a rischio nei bambini della scuola primaria in Italia (con un dettaglio regionale) e offrire una panoramica dei maggiori interventi scolastici di promozione del movimento e della corretta alimentazione realizzati a livello internazionale. Questi gli obiettivi principali del convegno “Stili di vita e stato ponderale dei bambini italiani: i risultati della IV raccolta dati di OKkio alla Salute” previsto per il 21 gennaio 2015 a Roma. Per maggiori informazioni sull’evento e per le modalità di iscrizione scarica il programma (pdf 254 kb) e la scheda di iscrizione (pdf 204 kb).

 

Pubblicazioni on line

11 dicembre 2014 - Oltre 2600 classi terze della scuola primaria, più di 46.400 bambini e 48.600 genitori coinvolti in tutte le Regioni d’Italia: questi i numeri della terza raccolta dati del sistema di sorveglianza OKkio alla Salute. Tra i dati, pubblicati nel rapporto Istisan 14/11 “Sistema di sorveglianza OKkio alla Salute: dai risultati 2012 alle azioni” emerge che il 22,2% dei bambini di 8-9 anni è risultato in sovrappeso e il 10,6% obeso, con percentuali più alte nelle Regioni del Sud e del Centro e una tendenza alla diminuzione negli anni. Nel rapporto sono presentati non solo i risultati dell’indagine 2012 ma anche le diverse iniziative locali intraprese per prevenire l’obesità nei bambini e favorire stili di vita salutari. Per maggiori informazioni consulta il documento completo.

 

IV rilevazione dati

17 luglio 2014 - È ufficialmente chiusa la IV rilevazione di OKkio alla Salute. Tutte le Regioni hanno terminato l’inserimento dati e, attualmente, sul server sono stati caricati circa 50.000 questionari sui bambini e più di 2600 questionari sulle classi.

 

IV rilevazione dati

26 giugno 2014 - Anche le Regioni Molise, Marche, Sardegna e Lazio hanno concluso la raccolta dati della IV rilevazione di OKkio alla Salute. C’è tempo sino al 30 giugno per inviare al server centrale i dati raccolti attraverso il software specifico.

 

IV rilevazione dati

12 giugno 2014 - La PA di Trento è la prima Regione ad aver concluso la raccolta dati della IV rilevazione di OKkio alla Salute. C’è tempo sino al 30 giugno per inviare al server centrale i dati raccolti attraverso il software specifico.

 

IV rilevazione dati

15 maggio 2014 - Le Asl di Benevento, Verbano-Cusio-Ossola, Cagliari, Alto Molise e Pentria hanno completato l’inserimento dati della IV rilevazione di OKkio alla Salute. C’è tempo sino al 30 giugno per inviare al server centrale i dati raccolti attraverso il software specifico.

 

Giornata mondiale dell’attività fisica

3 aprile 2014 - Secondo l’Oms, la sedentarietà è il quarto principale fattore di rischio di mortalità globale, provocando ogni anno 3,2 milioni di decessi. “L’attività fisica: un gol spettacolare per la salute” è lo slogan dell’edizione 2014 del World Day of Physical Activity (6 aprile), giornata che celebra l’importanza di uno stile di vita attivo per mantenersi in buona salute. L’iniziativa rivolge principalmente alla popolazione adulta, richiamando le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità sulla promozione dell’attività fisica con l’esortazione: metti insieme 30 minuti di attività fisica ogni giorno per la tua salute e il tuo benessere. Il Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità raccoglie dati informativi sul tema dell’attività fisica nel nostro Paese. In occasione della giornata mondiale, EpiCentro offre uno spaccato con alcuni dati su tre grandi fasce di popolazione:

  • bambini (dal sistema di sorveglianza OKkio alla Salute)
  • adulti (dal sistema di sorveglianza Passi)
  • anziani (dal sistema di sorveglianza Passi d’Argento).

Obesità infantile: l’Action Plan europeo 2014-2020

3 aprile 2014 - In Europa, nonostante l’attenzione rivolta alla promozione degli stili di vita salutari e alla lotta al sovrappeso, la proporzione di persone in eccesso ponderale rimane elevata e circa il 7% della spesa sanitaria europea è impiegata nella cura di patologie connesse all’obesità. L’eccesso ponderale riguarda indistintamente adulti e bambini, anche se gli alti livelli riscontarti nei giovani rappresentano un’area di particolare preoccupazione. I dati raccolti dalla Childhood Obesity Surveillance Initiative della Regione europea dell’Oms mostrano valori di sovrappeso e obesità in bambini di 6-9 anni che variano da 11% a 37% tra i maschi e da 15% a 35% tra le femmine. L’Italia partecipa a questa raccolta dati con il sistema di sorveglianza OKkio alla Salute che conferma livelli preoccupanti di eccesso ponderale nei bambini di 8-9 anni del nostro Paese: nel 2012, il 22,2% era in sovrappeso e il 10,6% obeso. Con l’Action Plan on Childhood Obesity 2014-2020 (pdf 332 kb), pubblicato a febbraio 2014, i Paesi membri dell’Unione europea, tra cui anche l’Italia, hanno voluto rispondere all’esigenza di contribuire ad arrestare l’aumento di sovrappeso e obesità nei bambini e ragazzi (0-18 anni) entro il 2020. Il Piano d’azione, rivolto ai diversi Paesi europei, fornisce una base su cui lavorare per implementare delle politiche nazionali di contrasto all’obesità. Leggi l’approfondimento a cura di Angela Spinelli e Paola Nardone (reparto di salute della donna e dell’età evolutiva, Cnesps-Iss) e Daniela Galeone (Ministero della Salute).

 

Rilevazione dati: al via l’indagine 2014

26 febbraio 2014 - Dopo la pubblicazione dei report regionali e aziendali della rilevazione 2012, e dopo che si è conclusa la fase di estrazione e invio del campione dell’indagine 2014, inizia la IV raccolta dati di OKkio alla Salute in tutte le Regioni italiane. I materiali per gli operatori coinvolti nella raccolta sono disponibili nell’area riservata della sorveglianza.