Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

utili per lavorare

Archivio 2015

(17 dicembre 2015) Accessibilità dei dati: la decisione dell’Efsa

L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (European Food Safety Authority, Efsa) rende disponibili sul proprio sito i dati statistici sui contaminanti chimici e il consumo alimentare, che utilizza per le sue valutazioni del rischio. Il processo, iniziato a febbraio 2015 con la pubblicazione delle regole di accesso concordate con i Paesi membri, verrà implementato ulteriormente nel futuro per permettere l’accesso a una data warehouse (magazzino digitale dei dati), contenente i dati sulla frequenza di incidenza dei contaminanti negli alimenti e nei mangimi e sul consumo di cibo per diverse fasce di età. I dati sono disponibili sotto forma di tabelle, report, grafici e mappe. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Efsa.

 

(22 ottobre 2015) Zanzare, zecche e flebotomi: aggiornate le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili per la consultazione da parte di professionisti del settore e per i cittadini le mappe relative alla distribuzione di zanzare, zecche e flebotomi in Europa e in alcuni Paesi confinanti, aggiornate a ottobre 2015. L’obiettivo è fornire informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Nello specifico, tra le novità riguardanti il nostro Paese c’è l’identificazione di Aedes koreicus (la zanzara coreana) in alcune aree del nord Italia. Per maggiori informazioni leggi la notizia e consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(8 ottobre 2015) Podis – Il Portale della disinfestazione

Come affrontare le problematiche legate alla presenza di insetti (come scarafaggi, zanzare, calabroni), di animali come i topi e di piante “pericolose”? A questa domanda cerca di rispondere Podis, il nuovo portale sanitario umbro dedicato alla prevenzione delle malattie trasmesse da vettore a persone e animali, attraverso una corretta informazione e comunicazione sanitaria. Il progetto, gestito dal Servizio disinfestazione della Usl Umbria1 e da una rete di esperti del settore, vuole fornire un’informazione puntuale e scientificamente valida su come prevenire le infestazioni e le relative problematiche sanitarie. Il sito è composto da una numerose schede sui diversi organismi e da una blog, in cui cittadini ed esperti possono dialogare. Gli utenti, dopo la registrazione possono infatti rivolgere domande al personale esperto che collabora al sito e leggere le risposte alle loro domande (il tempo previsto per la risposta è di massimo tre giorni dalla richiesta).

 

(1 ottobre 2015) Arpa Marche: on line una nuova sezione del sito

L’Osservatorio di epidemiologia ambientale ha raccolto e organizzato, nel sito web dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (Arpam), le indagini di epidemiologia descrittiva e di Health Impact Assessment (Hia) svolte a partire dal 2002 sui residenti di alcuni Comuni della Regione. La pagina, che riporta la lista dei Comuni esaminati in ordine alfabetico, fornisce le prime informazioni sugli studi: anno di pubblicazione, anni di riferimento e titolo. Cliccando sul link inserito nella casella “Titolo dello studio” si viene indirizzati alla corrispondente pagina tematica. La nuova organizzazione vuole essere un aiuto nella diffusione della conoscenza della distribuzione di alcuni eventi sanitari tra i residenti nella Regione Marche e anche per facilitare il reperimento dei dati sanitari nelle valutazioni d’impatto sulla salute degli interventi ambientali. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Arpam.

 

(3 settembre 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di agosto

La newsletter di agosto del Progetto Mattone internazionale segnala i bandi di gara europei su un’ampia varietà di temi tra cui: strategie di integrazione nazionale dei Rom; pratiche per la riduzione della disponibilità di bevande alcoliche; diagnosi precoce e il trattamento dell’epatite virale; diagnosi precoce della tubercolosi; buone pratiche in materia di cure integrate; qualità, sicurezza ed efficacia delle terapie di trapianto; Hiv/Aids e infezioni connesse; sicurezza nel settore dei prodotti del tabacco; malattia renale diabetica; Alzheimer; deterioramento cognitivo (dalla pre-demenza alla demenza). In chiusura la newsletter segnala il bando Horizon 2020 “Poc call for proposals for Erc proof of concept grant”. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,6 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(3 settembre 2015) Azioni intersettoriali per la salute dei migranti: la newsletter Phame

L’8% della popolazione della regione europea dell’Oms è costituita da migranti, che sono stimati essere circa 73 milioni. La mobilità delle persone comporta un aumento delle diversità all’interno delle società che richiede ai sistemi sanitari una maggiore flessibilità e la capacità di adattarsi ai diversi bisogni e profili di salute. Il fenomeno migratorio pone dunque implicazioni di breve, medio e lungo termine, che coinvolgono tutti i 53 Paesi della Regione e che devono essere affrontate con un dialogo interregionale, intersettoriale e coordinato. Sono alcuni degli aspetti sottolineati dall’articolo introduttivo “Intersectoral action for migrant health” pubblicato nel numero di luglio 2015 della newsletter del progetto europeo Phame (Public Health Aspects of Migration in Europe). Il progetto coinvolge gli Stati membri al fine di rafforzare tutti gli aspetti relativi alla salute delle popolazioni migranti. Per maggiori informazioni consulta l’articolo “Intersectoral action for migrant health”, il numero completo della newsletter di luglio 2015 e la pagina dedicata alla newsletter Phame.

 

(2 luglio 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di giugno

Adottato il 2 giugno dalla Commissione europea il piano di lavoro annuale “Salute Pubblica” 2015. Approvato annualmente, il Piano è il principale strumento per stabilire le aree prioritarie su cui intervenire e i corrispettivi metodi di finanziamento, al fine di attuare la strategia sanitaria prevista dal più ampio programma di salute pubblica riguardante tutto il periodo 2014-2020. Aperta anche la call for proposal per presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario su azioni specifiche. Questa la notizia in primo piano nella newsletter di giugno del Progetto Mattone internazionale. Tra le altre news: la presentazione a Venezia il 18 maggio scorso del rapporto “Malattie croniche e migranti in Italia”, lo studio valutativo sulla Direttiva sanitaria transfrontaliera (2011/24/UE) e la relazione finale del Summit europeo sull’innovazione riguardante l’invecchiamento sano ed attivo (9-10 marzo 2015). Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,7 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(2 luglio 2015) Public Health Panorama: la nuova rivista dell’Oms Europa

L’ufficio regionale europeo dell’Oms ha pubblicato il primo numero del nuovo trimestrale di sanità pubblica. È Public Health Panorama. Il periodico, disponibile in due lingue (inglese e russo), parlerà delle buone pratiche nelle politiche sanitarie e della ricerca a livello europeo. Tra le news del primo numero: l’approccio multisettoriale della Bielorussia per il controllo delle malattie non trasmissibili; il lavoro congiunto di sette Paesi europei per la prevenzione del cambiamento climatico; gli approcci intersettoriali di sanità pubblica per affrontare i problemi legati alle migrazioni. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata a Public Health Panorama, scarica il primo numero “Volume 1, Issue 1, June 2015” e segui gli aggiornamenti sui social media via #WHOPanorama.

 

(11 giugno 2015) Dalla Francia un software per monitorare i focolai di infezioni nosocomiali

L’Insitut de veille sanitaire (Invs) francese ha pubblicato uno strumento che consente di investigare le epidemie di infezioni correlate all’assistenza. Sviluppato in excel e in lingua francese, può essere applicato a diversi agenti eziologici. Lo strumento è gratuito e può essere utilizzabile a livello locale, regionale o interregionale. È liberamente scaricabile insieme al manuale utente, e può essere adattato alle proprie esigenze offrendo la possibilità di generare automaticamente curve epidemiche, una sintesi e una analisi descrittiva delle epidemie. Offre, inoltre, una tabella di monitoraggio dei casi e dei contatti. Lo strumento può anche essere tradotto in lingua italiana. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata sul sito dell’Invs.

 

(11 giugno 2015) Calendari vaccinali, il software Ecdc che mette a confronto le strategie dei Paesi Ue

Una piattaforma che permette di paragonare le politiche vaccinali dei Paesi europei: è il “Vaccine schedule”, il software messo a disposizione dall’European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc). Il confronto può essere fatto tra i calendari vaccinali di due Paesi o per singola malattia tra più nazioni europee. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata sul sito dell’Ecdc.

 

(4 giugno 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di maggio

Sono tre le notizie nel primo piano della newsletter di maggio del Progetto Mattone Internazionale: il convegno “Frailty management and optimization through EIP-AHA: early diagnosis, screening and frailty management”, dedicato all’invecchiamento attivo e in buona salute della popolazione europea, che si è svolto a Roma il 20 maggio; la terapia contro il virus Ebola scoperta da una équipe di ricercatori del laboratorio di microbiologia dell’Università di Padova; e il nuovo piano per l’immigrazione approvato dall’Unione europea. Tra le notizie anche un approfondimento sul Rapporto 2015 dell’Istat, che realizza una “geografia della salute” della popolazione nazionale. Inoltre, come di consueto, la newsletter aggiorna sui bandi e i programmi di ricerca in scadenza nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,7 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(14 maggio 2015) Efsa: ecco FoodEx2, il sistema di classificazione degli alimenti

Un sistema per classificare e descrivere alimenti e bevande nella raccolta dei dati in diversi settori della sicurezza alimentare: è FoodEx2, appena aggiornato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Il sistema permette di descrivere in modo armonizzato a livello europeo i dati sul consumo di alimenti e sulla presenza di rischi chimici nei cibi. Questo secondo aggiornamento di FoodEx2 (detto “Revision 2” e che sostituisce la “Revision 1” con effetto immediato) è stato pensato per migliorare ulteriormente il supporto fornito alle agenzie nazionali e ad altri organismi scientifici coinvolti nella raccolta dati e nel fornire dati scientifici confrontabili da utilizzare nelle valutazioni del rischio. Inoltre, le caratteristiche avanzate di FoodEx2 hanno convinto l’Organizzazione mondiale dell’alimentazione e dell’agricoltura (Fao) e l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ad adottare il sistema Efsa su scala mondiale. Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito Efsa dedicata a sistema FoodEx2 e leggi il comunicato stampa dell’Efsa.

 

(7 maggio 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di aprile

Tre gli argomenti in primo piano nella newsletter di aprile 2015 del Progetto Mattone internazionale: un focus sulla Giornata mondiale della salute e il tema della sicurezza alimentare (7 aprile); i nuovi impegni europei per la riduzione dei tassi di tubercolosi (50% entro il 2025) presi con la Dichiarazione congiunta di Riga sulla Tubercolosi e la Tubercolosi multiresistente, firmata in occasione della prima conferenza ministeriale del partenariato orientale (Riga, 30-31 marzo); il report Oms 2015 sull’incidenza delle condizioni psicosociali sullo sviluppo delle malattie croniche. Inoltre, come di consueto, la newsletter aggiorna sui bandi e i programmi di ricerca in scadenza nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,7 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(9 aprile 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di marzo

È on line la newsletter di marzo del Progetto Mattone internazionale. Tra le notizie in primo piano la Relazione della Corte dei conti sull’utilizzo dei finanziamenti europei da parte dell’Italia e la relazione programmatica per l’attuazione della normativa e delle politiche europee nel 2015. Inoltre, come di consueto, la newsletter aggiorna sui bandi in scadenza nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,9 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(9 aprile 2015) Dall’Ecdc un nuovo strumento sulla sicurezza alimentare

Seroincidence calculator tool and infographic è il tool di calcolo della sieroincidenza delle infezioni nell’uomo da Salmonella e Campylobacter pubblicato dall’Ecdc in occasione dell’edizione 2015 della giornata mondiale della salute (7 aprile) dedicata alla sicurezza alimentare.

 

(2 aprile 2015) Strumenti per l’accesso a dati e indicatori di salute: ecco Str.A.Da.

Una nuova applicazione web elenca e descrive i principali sistemi di accesso a dati e indicatori utili per la costruzione e la produzione di immagini e profili di salute a diversi livelli territoriali: è Str.A.Da., la pubblicazione interattiva disponibile sul sito Dors (Centro regionale di documentazione per la promozione della salute). Str.A.Da. rende disponibile una ricerca guidata tra i sistemi di accesso mediante la selezione dell’area tematica e/o del livello territoriale di interesse. In alternativa è possibile una ricerca mirata, selezionando direttamente lo strumento di interesse. Per ciascuno strumento è disponibile una scheda descrittiva che riporta il nome sintetico, la denominazione ufficiale, l’ente produttore, la fonte informativa, il livello territoriale, il periodo temporale, i principali indicatori disponibili o calcolabili, la modalità di accesso e l’area tematica di riferimento. Ad oggi Str.A.Da. considera 46 strumenti di fonte certificata e di provata attendibilità ma l’elenco degli strumenti elencati nella nuova applicazione sarà aggiornato periodicamente. Per maggiori informazioni consulta la presentazione sul sito del Dors e visita la pagina principale di Str.A.Da.

 

(19 marzo 2015) La biobanca del Cnesps

È attivo il sito dedicato alla banca biologica del Centro nazionale di epidemiologia sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità. La biobanca è una banca di popolazione, si basa cioè sulla raccolta di campioni biologici su popolazione generale, arruolata in studi epidemiologici condotti tra il 1993 e il 2014. La biobanca contiene più di 290.000 campioni raccolti in 40.000 individui di tutte le età, linkati con i dati raccolti al momento del prelievo (stili di vita, fattori di rischio, condizioni a rischio, patologie, fattori ambientali) e seguiti nel tempo per morbosità e mortalità. Leggi l’approfondimento.

 

(5 marzo 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di febbraio

Tra le varie news della newsletter di febbraio del Progetto Mattone internazionale: l’inaugurazione del 2015 come anno europeo dello sviluppo (dedicato cioè all’azione esterna dell’Ue e al ruolo delle organizzazioni europee che si occupano di sviluppo in tutto il mondo); la Giornata mondiale contro il cancro (4 febbraio) come occasione per rilanciare l’importanza della sanità transfrontaliera; la proposta di Regolamento sulla sanità animale; l’Health Service Research (Shsr) Europe (piattaforma europea sui progetti di ricerca in ambito sanitario). Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,8 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(5 marzo 2015) Istat: Noi Italia, 100 statistiche per capire il nostro Paese

On line la settima edizione di “Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo”, la pubblicazione interattiva a cura dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) che mira a fornire un quadro d’insieme dei diversi aspetti economici, sociali, demografici e ambientali del nostro Paese attraverso la consultazione di indicatori, aggiornati e puntuali. Questo strumento raccoglie 121 indicatori, raccolti in 19 settori, e offre una visione d’insieme del nostro Paese, delle differenze regionali e della sua collocazione nel contesto europeo.Gli indicatori si possono consultare, scaricare su un foglio elettronico, in formato liberamente accessibile, e approfondire grazie ai link presenti in ogni pagina. È inoltre possibile navigare tra i dati in modo interattivo, attraverso strumenti di visualizzazione dinamica. Accanto alla tradizionale versione on line, gli utenti hanno anche la possibilità di consultare gli indicatori tramite App per smartphone e tablet. Una delle sezioni di questa pubblicazione è dedicata a "sanità e salute". Leggi l’approfondimento.

 

(5 febbraio 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di gennaio

La newsletter di gennaio 2015 del Progetto Mattone internazionale analizza i risultati ottenuti nel campo della salute durante il semestre di presidenza europea dell’Italia e illustra le priorità di salute del programma della Lettonia per il suo mandato, focalizzate in particolare sugli stili di vita sano e la cura dei pazienti. Sul fronte italiano, è interessante l’articolo che spiega come cambierà la sicurezza alimentare con il Piano nazionale integrato (Pni), pubblicato a gennaio 2015. Inoltre, come di consueto, la newsletter aggiorna sui bandi e i programmi di ricerca in scadenza nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,7 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 

(15 gennaio 2015) Progetto Mattone internazionale: la newsletter di dicembre

Aids e infezione da virus ebola sono i due argomenti in primo piano nella newsletter di dicembre del Progetto Mattone Internazionale. In particolare, viene illustrato il nuovo piano di e-learning per migliorare la qualità nella prevenzione delle infezioni da virus Hiv e sono esposti i risultati delle indagini, sulle misure di sicurezza europee contro l’ebola, realizzate da un gruppo di valutazione composto da rappresentanti di Commissione europea, Organizzazione mondiale della sanità, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e Paesi membri dell’Ue. Inoltre, come di consueto, la newsletter aggiorna sui bandi in scadenza nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni leggi la newsletter (pdf 1,8 Mb) e visita il sito del progetto Mattone internazionale.

 


 

trova dati