ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Documetazione

Pandemia COVID-19. Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia. Aggiornamento: 22 aprile 2020

Il report – a cura delle Direzioni strategiche, dei Laboratori SARS-CoV-2 e degli Operatori delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario provinciali – presenta i risultati delle attività di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica e di diagnostica molecolare condotte nella Provincia di Foggia dall’inizio dell’epidemia al 22 aprile 2020, con uno specifico focus sul rischio geografico di infezione. Per approfondire scarica il rapporto completo “Pandemia COVID-19. Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia. Aggiornamento: 22 aprile 2020” (pdf 3 Mb).

 

Pandemia COVID-19. Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia. Aggiornamento: 5 aprile 2020

Il documento - a cura delle Direzioni strategiche, dei Laboratori SARS-CoV-2 e degli Operatori delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario provinciali - mostra i risultati delle attività di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica e di diagnostica molecolare condotte sui cittadini residenti/domiciliati nella Provincia di Foggia dall’inizio dell’epidemia da COVID-19 al 5 aprile 2020. Per approfondire scarica il rapporto completo “Pandemia COVID-19. Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia. Aggiornamento: 5 aprile 2020” (pdf 2,4 Mb).

 

Informazioni locali sulle vaccinazioni: il portale VaccinarsInPuglia

Grazie a un approccio trasversale al tema, VaccinarsInPuglia è il portale di riferimento per la popolazione e gli operatori sanitari della Regione. Infatti, parallelamente alle ultime notizie sul tema e ad approfondimenti mirati, il sito offre numerose informazioni su politiche vaccinali, dati di copertura, attività di sorveglianza epidemiologica e documentazione utile. Inoltre, i cittadini interessati possono trovare le indicazioni sugli ambulatori vaccinali, i centri di medicina dei viaggi e delle migrazioni e scaricare il calendario vaccinale regionale. Per saperne di più visita il sito.

 

Casi di Epatite A tra Men who have Sex with Men in Puglia. Gennaio-Febbraio 2017

Rapid risk assessment pubblicato a marzo 2017 dall’Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia. Per maggiori informazioni leggi il documento completo: rapid risk assessmentCasi di Epatite A tra Men who have Sex with Men in Puglia. Gennaio-Febbraio 2017” (pdf 659 kb) a cura dell’Osservatorio epidemiologico, Regione Puglia.

Analisi delle dinamiche di invio, efficacia e valutazioni costi-utilità del trattamento in comunità socio-riabilitativa degli utenti tossico-dipendenti in carico presso i Ser.T. dell’Azienda Usl Fg2, negli anni 2001-2004

L’Unità operativa di epidemiologia, in collaborazione con il dipartimento Dipendenze patologiche della Asl Foggia 2, ha pubblicato un’analisi sull’efficacia della riabilitazione dei tossicodipendenti presso le comunità socio-assistenziali negli anni 2001-2004. Il lavoro rientra nel programma promosso dalla Regione Puglia con il fondo nazionale per la lotta alla droga. Tra i punti critici riscontrati: l’età media eccessivamente avanzata (circa 33 anni) dei tossicodipendenti inviati in comunità, la necessità di perfezionare i criteri di ammissione, il bisogno di nuovi approcci diagnostici. Leggi la presentazione di Donato Troiano (direttore generale Asl Foggia 2) e scarica l’intero documento (pdf 136 kb).

La nascita nella ex Ausl Bari 2: rapporto sulla natalità nel 2005

Nella ex Ausl Bari 2 il tasso di natalità è in calo: passa dall’11,6‰ del 1996 al 9,7‰ del 2005. L’età media delle madri al momento del parto è in costante aumento (30,8 anni), con un range compreso fra 15,9 e 47,2 anni. Il 48,5% delle donne ha scolarità bassa, il 36,1% ha conseguito il diploma di scuola media superiore e il 12% la laurea. La presenza di donne straniere è limitata al 2% delle partorienti: la maggioranza (67,4%) proviene dai paesi dell’Europa dell’Est. L’88,9% delle donne ha effettuato 4 o più visite in gravidanza, il 10,7% un numero fra 1 e 4 e lo 0,4% nessun controllo. Ha fatto ricorso alla procreazione assistita l’1,1% del totale delle partorienti. Il tasso di gravidanza pretermine è pari al 5,7%. L’82,5% delle donne partorisce in un istituto di ricovero pubblico, il 17,5% in uno privato. I parti sono avvenuti per via vaginale nel 51,7% dei casi (lo 0,8% per via vaginale operativa), nel 48,3% con taglio cesareo elettivo o in travaglio. Rispetto al livello di istruzione come indicatore di disuguaglianza sociale, nelle donne con bassa scolarità sono significative le associazioni con l’esecuzione di un primo controllo tardivo, la mancata esecuzione di indagini invasive e l’esecuzione di un taglio cesareo. Scarica lo studio (pdf 265 kb).