ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

25/3/2021- Alcol e cancro: il secondo workshop del progetto DEEP SEAS

Il 12 marzo 2021 si è svolta la seconda sessione del workshop europeo “L'alcol e la sua relazione con il cancro, le disuguaglianze socioeconomiche, l'alimentazione e l'obesità”. Secondo evento programmato di sette incontri, il dibattito si è concentrato sulle disuguaglianze economiche causate dall’uso di alcol in Europa e negli Stati membri coinvolgendo un competente panel di rappresentanti istituzionali europei e internazionali esperti nazionali, policy maker, ricercatori e professionisti della salute. Per approfondire leggi il testo dedicato.

 

18/3/2021- Alcol e cancro: il workshop del progetto DEEP SEAS

Il 9 marzo 2021 si è svolto il workshop europeo “L'alcol e la sua relazione con il cancro, le disuguaglianze socioeconomiche, l'alimentazione e l'obesità”. Si tratta del secondo di sette incontri sui burning issues individuati dagli Stati membri e dalla Commissione europea come rilevanti per la costruzione di capacità necessarie per contrastare i rischi relativi all’uso di alcol in Europa e a livello dei singoli Paesi. Hanno preso parte rappresentanti delle politiche internazionali, europee ed internazionali, dell’OMS, della IARC, della Commissione europea, esperti nazionali, policy maker, ricercatori e professionisti della salute. Per approfondire leggi il testo dedicato.

 

8/10/2020 - I numeri del cancro in Italia: il contributo delle sorveglianze PASSI e PASSI d’Argento

Si stima che nel 2020 saranno 377 mila le nuove diagnosi di cancro nel nostro Paese, di cui 195 mila negli uomini e 182 mila nelle donne. Lo riferisce il rapporto “I numeri del cancro in Italia 2020”, presentato l’8 ottobre all’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Il documento, disponibile nella versione per operatori e in quella per cittadini e pazienti, è frutto della collaborazione tra l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), l’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM), la Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citologia Diagnostica (SIAPEC-IAP), la Fondazione AIOM, e le sorveglianze di popolazione PASSI e PASSI d’Argento dell’ISS. PASSI e PASSI d’Argento, che collaborano al volume da tre edizioni, offrono numerose informazioni sulla diffusione nella popolazione generale (adulta e anziana) dei fattori di rischio comportamentali coinvolti nella genesi dei tumori, sulla partecipazione dei cittadini agli screening oncologici, e dunque alla diagnosi precoce, e infine sul profilo delle persone con una diagnosi di tumore, contribuendo così a orientare le politiche di prevenzione ma anche a definire strategie d’azione mirate a una presa in carico globale del paziente oncologico, contribuendo a completare il quadro della epidemiologia dei tumori. Per approfondire consulta il volume completo il volume “I numeri del cancro in Italia 2020” (pdf 1,6 Mb) e la versione dedicata ai pazienti e cittadini (pdf 2,1 Mb).

 

6/2/2020 – Giornata mondiale contro il cancro

L’Union for International Cancer Control (UICC), con il sostegno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 4 febbraio scorso ha promosso il World Cancer Day. Il ventesimo anniversario dell’evento è stato un momento chiave di riflessione per tutti, istituzioni e non, su ciò che ognuno può fare in concreto per contribuire alla lotta contro i tumori. “I Am and I Will” (“Io sono e Io farò”), lo slogan per il triennio 2019-2021, ben sintetizza l’obiettivo principale di salvare il maggior numero possibile di vite attraverso la prevenzione e l’impegno in prima persona (come aumentare la consapevolezza individuale e migliorare l'accesso agli screening oncologici). Nel video Il cancro si può battere, facciamolo insieme, realizzato dal ministero della Salute in collaborazione con gli istituti Regina Elena e San Gallicano, esperti del settore raccomandano di adottare stili di vita salutari e sottoporsi ai periodici screening oncologici gratuiti. L’Italia è ai primi posti in Europa nella cura del cancro, con la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi più alta rispetto alle altre nazioni dell’UE. Il nostro Sistema sanitario nazionale fornisce infatti cure efficaci e tempestive per i pazienti oncologici. Nel mondo, nel 2018, sono stati diagnosticati oltre 18 milioni di casi di tumore. Secondo l’ultimo rapporto Aiom-Airtum, in Italia, nel 2019, sono state effettuate circa 371.000 nuove diagnosi di tumore (196.000 uomini e 175.000 donne), le 5 neoplasie più diffuse sono risultate della mammella, del colon-retto, del polmone, della prostata e della vescica,Ogni giorno circa 1000 persone ricevono una nuova diagnosi di tumore maligno,e la prevenzione rimane sempre l’arma migliore in nostro possesso. Per approfondire consulta il comunicato sul sito del Ministero della Salute.

 

31/10/2019 - Cancer Atlas: on line la terza edizione

Nel 2018, nel mondo, sono stati diagnosticati oltre 18 milioni di casi di tumore, una cifra destinata ad aumentare di circa il 60% entro il 2040 a causa dell’invecchiamento e dell’aumento della popolazione mondiale. Sono alcuni dei dati pubblicati nella terza edizione del “Cancer Atlas”, frutto della collaborazione tra la American Cancer Society (ACS), l’Unione internazionale per il controllo del cancro (UICC) e l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC). L’Atlante fornisce una panoramica sull’incidenza del cancro nel mondo attraverso grafici, statistiche e mappe sulla distribuzione geografica della malattia e dei fattori di rischio. Leggi l’approfondimento dedicato.

 

24/9/2019 - Il contributo di Passi e Passi d’Argento all’epidemiologia dei tumori

Quale è la qualità di vita di una persona con una diagnosi di tumore? Quanti fra loro sono ancora fumatori o fanno un consumo di alcol rischioso? Quanti sono oggetto dell’attenzione dei medici sui loro stili di vita e ricevono il consiglio di seguire stili di vita salutari, per contrastare la possibilità di recidive? Sono queste alcune delle domande a cui permettono di rispondere i sistemi di sorveglianza di popolazione come Passi (dedicato agli adulti di 18-69 anni) e Passi d’Argento (dedicato agli ultra 65enni) coordinati dall’Iss e coinvolti nella stesura del volume “I numeri del cancro in Italia 2019”. Il volume, presentato il 24 settembre 2019, è a cura di Aiom, Airtum, Fondazione Aiom, Passi, Passi d’Argento e Siapec-Iap e offre un quadro completo dell’epidemiologia dei tumori nel nostro Paese. Leggi l’approfondimento a cura del Gruppo di coordinamento nazionale Passi e Passi d’Argento (Iss).

 

7/2/2019 - World Cancer Day 2019

In occasione della Giornata mondiale contro il cancro 2019, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) lancia un nuovo toolkit per guidare i Paesi nella raccolta e nell'uso di dati standardizzati sul cancro del collo dell’utero. Ogni anno il tumore della cervice uterina uccide più di 300 mila donne e più dell’85% di queste morti si verifica nelle regioni meno sviluppate del mondo, sebbene sia una delle forme tumorali maggiormente prevenibili e curabili, purché diagnosticato precocemente e gestito in modo efficace. Dati tempestivi e di alta qualità sono essenziali per poter elaborare programmi completi di controllo e per l'elaborazione di politiche efficaci. In Italia, la sorveglianza di popolazione Passi raccoglie dati sugli adulti (18-69 anni) che si sottopongono a screening preventivo (cervicale, mammografico e colorettale) all’interno di programmi organizzati o per iniziativa personale. Per approfondire: consulta la pagina di presentazione del toolkit sul sito dell’Oms, scarica il toolkitImproving data for decision-making: a toolkit for cervical cancer prevention and control programmes” e consulta i dati Passi su screening cervicale, screening mammografico e screening colorettale.

 

4/10/2018 - I numeri del cancro in Italia: il contributo della sorveglianza Passi

L’annuale rapporto “I numeri del cancro in Italia”, pubblicato a cura dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum), di Fondazione Aiom e del sistema di sorveglianza Passi dell’Iss evidenzia che, per il 2018, nel nostro Paese sono stimati 373.300 nuovi casi di tumore mentre quasi 3 milioni e quattrocentomila persone convivono con la malattia. Dati inediti della sorveglianza Passi sono stati usati per tracciare il profilo di salute delle persone che hanno ricevuto una diagnosi di tumore e per fare un bilancio sull’abitudine al fumo di sigaretta tra la popolazione italiana. Il contributo di Passi rappresenta una novità che, a partire da quest’anno, completa il quadro generale con i dati sui fattori di rischio comportamentali implicati nella genesi dei tumori, così da fornire una fotografia a livello regionale. Per approfondire leggi il commento di Maria Masocco (Gruppo tecnico Passi - Iss).

 

28/6/2018 - Stili di vita e cancro

Il World Cancer Research Fund (Wcrf) e l’American Institute for Cancer Research (Aicr) pubblicano il rapporto “Diet, Nutrition, Physical Activity and Cancer: a Global Perspective - A summary of the Third Expert Report”. Questo documento fa seguito ai due precedenti, del 1997 e del 2007, che hanno fornito un contributo rilevante e metodologicamente rigoroso per la raccolta e l’analisi dei dati sulla relazione tra stile di vita e malattie oncologiche. Il terzo rapporto, organizzato in 7 capitoli, riporta le prove sul legame tra alimentazione, attività fisica e cancro e riporta la metodologia seguita dal programma Continuous Update Project (Cup) per selezionarle e valutarle; descrive le prove della letteratura scientifica sull’esposizione a 10 gruppi di alimenti e all’impatto sulle diverse forme di cancro classificate per sede anatomica di insorgenza, nonché sulla relazione tra incremento e calo ponderale e insorgenza di cancro; riporta le informazioni disponibili sull’importanza dell’alimentazione e dell’attività fisica per le persone sopravvissute a una malattia oncologica e in particolare al cancro della mammella; elenca le raccomandazioni sulla prevenzione oncologica e delinea le prospettive di ricerca. Scarica il documento completo (pdf 4,8 Mb) e naviga sul sito del Wcrf la matrice interattiva sui fattori di rischio legati ad alimentazione ed attività fisica.

 

1/3/2018 - Provincia di Reggio Calabria: il rapporto 2018 sui tumori

In provincia di Reggio Calabria, dal 2010 al 2012, sono stati diagnosticati 8155 nuovi casi di tumore maligno, a cui si aggiungono un secondo gruppo di neoplasie la cui raccolta è opzionale secondo gli standard internazionali: 1410 casi di carcinomi maligni cutanei e 201 casi di tumore non maligno del sistema nervoso centrale. Negli uomini i più frequentemente diagnosticati sono stati: il tumore della prostata (17% dei tumori maschili), i tumori del colon e del retto (16%), il tumore del polmone (13%), i tumori della vescica (12%) e i tumori del distretto testa-collo (5%). Nelle donne, il tumore della mammella (27% dei tumori femminili), i tumori del colon e del retto (15%), i tumori della tiroide (7%), i tumori del corpo dell’utero (5%) e i tumori dello stomaco (3%). La distribuzione per età evidenzia una maggior incidenza della patologia oncologica nelle fasce più avanzate: il 48,7% dei tumori è insorto dopo i 70 anni, il 36,9% tra i 50 e i 70 anni, il 13,1% tra i 20 e i 50 anni, mentre i tumori infantili e adolescenziali (0-19 anni) rappresentano, fortunatamente, una quota estremamente esigua del totale (1%). Sono alcuni dei dati pubblicati nel rapporto “I tumori nella Provincia di Reggio Calabria. Rapporto 2018” (pdf 5,6 Mb) realizzato dal Registro tumori dell’Asp di Reggio Calabria e pubblicato a febbraio 2018.

 

8/2/2018 - Giornata mondiale dei tumori 2018

Come tutti gli anni, il 4 febbraio si celebra in tutto il mondo il World Cancer Day e per l’occasione l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha aggiornato le fact sheet che forniscono una panoramica sulla diffusione e cura dei tumori nel mondo. Roberta De Angelis (Iss) presenta i dati pubblicati dall’Oms e si sofferma sulla situazione italiana riportata nel settimo rapporto Airtum-Aiom.