Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

influenza aviaria

Un percorso nella relazione professionale in condizioni di emergenza

La comunicazione va pensata, pianificata e condivisa.

Non è possibile comunicare efficacemente improvvisando e questo vale in modo particolare nelle situazioni di emergenza.

 

Nell'emergenza tutto accade velocemente, la tensione, la paura e in alcuni casi lo scetticismo complicano il processo comunicativo: un flusso elevato di informazioni e impressioni a volte contraddittorie rischia di interrompere il rapporto di fiducia verso le istituzioni.

 

Per questo motivo è essenziale che tutto venga predisposto sia in termini organizzativi, sia in termini di attuazione degli interventi.

 

Una comunicazione efficace può senz'altro rappresentare un valido strumento d'intervento, in quanto può facilitare l'integrazione tra tutte le strutture e tra tutti gli operatori coinvolti e attivare rapporti di collaborazione con gli altri soggetti coinvolti: media, amministratori, politici, opinion leader, cittadini.

 

L'affinamento delle competenze comunicative può essere considerato un valore aggiunto alle competenze tecniche e scientifiche delle diverse figure professionali impegnate, in tempi e in modi diversi, nell'eventuale emergenza epidemica.

 

EpiCentro punterà l'attenzione su alcune abilità relazionali fondamentali per facilitare la comunicazione interpersonale tra gli operatori impegnati sul territorio e il pubblico, nel contesto della specifica situazione di emergenza.

 

Evidenzierà inoltre alcune modalità comportamentali che possono rendere più efficace la comunicazione attraverso i media, con particolare riferimento alla comunicazione realizzata attraverso le interviste televisive.

 

Questo percorso nella relazione si svilupperà con contributi settimanali che affronteranno le seguenti tematiche:

 


 

trova dati