Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Integrazione, gestione e assistenza

CHRODIS PLUS Budapest Conference (14-15 maggio 2019)

Sono oltre 180 gli esperti di malattie croniche che da 26 Paesi si sono incontrati a Budapest il 14-15 maggio scorsi per la “CHRODIS PLUS Budapest Conference”. L’evento è stata occasione per discutere e fornire i risultati delle esperienze pratiche che i partner della joint action (JA) europea CHRODIS PLUS hanno acquisito durante questi primi 20 mesi di attività.

 

Obiettivo della JA è, infatti, quello di fornire strumenti pratici per sostenere gli Stati membri nell'affrontare il problema delle malattie croniche. CHRODIS PLUS contribuisce alla riduzione di questo onere mediante l'ulteriore perfezionamento e la condivisione transnazionale di politiche già collaudate e delle buone pratiche trovate in tutti i Paesi dell’Unione europea (Ue) dalla precedente joint action CHRODIS. Oltre 50 istituzioni partecipano attivamente, in rappresentanza di 21 Paesi europei, per collaborare e implementare 21 progetti pilota, testare modelli e strumenti di sanità pubblica e organizzare policy dialogues (15 a livello nazionale e 2 a livello Ue).

 

La conferenza di maggio 2019 ha mostrato l'impatto che CHRODIS PLUS ha sui sistemi di sanità pubblica negli Stati membri dell'Ue, con particolare attenzione a dimostrare che le buone pratiche, i modelli e gli strumenti messi in campo dal progetto possono essere adattati alle diverse situazioni nazionali e locali in tutta Europa. I partecipanti alla conferenza hanno illustrato come sono stati utilizzati nella pratica gli strumenti costruiti durante la JA CHRODIS e come si stanno realizzando nuovi strumenti basati sulle buone pratiche raccolte e sulle linee guida prodotte nella precedente JA.

 

Durante tutte le sessioni e le tavole rotonde si è manifestato spirito di collaborazione e voglia di essere propositivi tra tutti i partecipanti dei diversi workpackage, anche grazie al mix di esperienze e competenze che si è creato in ogni tavolo di lavoro composto da esperti coinvolti in tutte le varie aree di attività di CHRODIS PLUS.

 

Le sessioni di presentazioni e le numerose tavole rotonde della conferenza sono state strutturate attorno alle principali aree di interesse del progetto: promozione della salute e prevenzione primaria, un modello integrato di cura delle multimorbidità, la continuità lavorativa delle persone con malattie croniche, la promozione della qualità delle cure e l’empowerment dei pazienti basata sulle tecnologie informatiche.

 

In particolare per questi ultimi elementi, la leader del corrispondente workpackage, Marina Maggini dell’Istituto superiore di sanità (Iss), ha illustrato le attività svolte dall’inizio della joint action. Dall'incontro di pre-implementazione a Lubiana nel giugno 2018, mirato a costruire la capacità dei partner incaricati di organizzare e mettere in pratica azioni pilota basate sulle linee guida fornite nel QCR Tool, al seminario di verifica che si è svolto a Belgrado nel dicembre 2018, volto a sostenere sia la capacità dei partner di coinvolgere i pazienti nell'implementazione dei siti pilota, sia a sostenere la capacità di pianificare, organizzare e svolgere le study visit programmate e di discutere un piano di valutazione. Sono poi state riportate informazioni dettagliate sulle study visit (Slovenia, Finlandia, Serbia, Croazia e Grecia) e si è commentato lo strumento QCR con le associazioni di pazienti che hanno esposto il loro punto di vista.

 

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 6 maggio 2019

Autore: Bruno Caffari - Centro nazionale ricerca e valutazione preclinica e clinica dei farmaci, Iss

TOP