English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Alla summer school dell’ECDC le sfide etiche e comunicative della pandemia

Sottolineare e discutere le sfide principali emerse dalla pandemia di COVID-19 sul fronte dell’etica, della comunicazione del rischio e della preparedness. Questo l’obiettivo principale della summer school organizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), che si è tenuta in modalità online nelle giornate del 29 aprile e del 3-4 maggio, con 36 partecipanti dai diversi Paesi europei con diversi background, da operatori impegnati ‘in prima linea’ ad esempio nel contact tracing, a epidemiologi, a operatori della comunicazione. Le lezioni sono state in parte teoriche in parte pratiche, con esercitazioni di gruppo e l’esposizione individuale di alcuni problemi emersi durante la pandemia.

 

La prima giornata del corso è stata dedicata agli aspetti etici della gestione dell’epidemia, dall’allocazione delle risorse alle misure di prevenzione non farmacologiche e alla loro applicazione. Il relatore principale è stato Andreas Reis, Codirettore della Health Ethics & Governance Unit dell’OMS, che ha illustrato sia i principi base dell’etica in medicina sia i principali problemi emersi dal punto di vista dell’Organizzazione Mondiale della Sanità durante la pandemia. Il lavoro di gruppo, guidato dagli ‘agevolatori’ dell’ECDC, ha invece messo in luce i problemi etici riscontrati dai partecipanti, il principale dei quali è emerso essere la distribuzione equa di risorse limitate, come ad esempio i vaccini.

 

Nella seconda giornata del corso sono stati affrontati i problemi della comunicazione del rischio durante una pandemia. I principi chiave sono stati illustrati dagli esperti dell’ECDC, mentre Fernando Simon Soria del Centro de Coordinación de Alertas y Emergencias Sanitaria del ministero della Salute spagnolo ha presentato i principali temi e problemi comunicativi emersi durante la pandemia in Spagna. L’esercitazione di gruppo chiedeva ai partecipanti di elaborare una strategia comunicativa legata a uno statement di ECDC ed EMA sull’opportunità di effettuare la quarta dose del vaccino anti COVID.

 

L’ultima giornata del corso è stata invece dedicata alle prospettive future in termine di preparedness e sorveglianza delle epidemie. La direttrice dell’ECDC, Andrea Ammon, ha presentato il futuro mandato dell’ente, che sarà più ‘operativo’ e teso ad ‘aiutare’ tutti gli stati membri a uniformare le capacità di affrontare i problemi di salute pubblica. Sono stati presentate anche le caratteristiche e i ruoli dell’Hub for Pandemic and Epidemic Intelligence dell’OMS e della neonata European Health Emergency preparedness and Response Authority, l’autorità varata nel 2021 dalla Commissione Europea per migliorare la preparedness per le future pandemie. Il lavoro di gruppo invece ha chiesto ai partecipanti di ipotizzare le modalità di comunicazione delle misure di risposta a un ipotetico nuovo virus respiratorio.

 

Risorse utili

 

Data di pubblicazione della pagina: 12 maggio 2022

Testo scritto da: Pier David Malloni (ufficio stampa ISS) e Mateo Alberto Urdiales (Dipartimento di malattie infettive, ISS).