Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Malattie infettive

Ultimi aggiornamenti

18/4/2019 - Infezione da M. chimaera in Italia: le indicazioni operative del Ministero

Con la Circolare “Indicazioni operative riguardanti gli aspetti di laboratorio in merito ai casi di infezione da Mycobacterium chimaera in Italia e aggiornamento delle informazioni disponibili”, pubblicata il 10 aprile 2019, il ministero della Salute integra la precedente nota del 9 gennaio 2019 relativa ai casi di infezione da M. chimaera ricollegabili all'impiego di dispositivi di raffreddamento/riscaldamento (Heater-Cooler Units, Hcu) indispensabili per regolare la temperatura del sangue nel corso di un intervento cardiochirurgico. L’obiettivo della nuova Circolare è fornire indicazioni volte a uniformare, sul territorio nazionale, le procedure operative per la diagnosi e l’identificazione di laboratorio del M. chimaera, migliorando la capacità di individuazione dei casi e dei dispositivi che sono stati contaminati, e dunque limitare il verificarsi di nuove infezioni. Ad oggi, infatti, al ministero della Salute sono stati segnalati 18 casi di infezione invasiva da M. chimaera, inclusi 7 decessi in 3 Regioni, e sono stati individuati 55 dispositivi Hcu contaminati in 8 Regioni. Tra gli aspetti trattati: un aggiornamento della definizione di caso, le modalità di diagnosi di laboratorio e conferma e quelle di notifica e segnalazione. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Indicazioni operative riguardanti gli aspetti di laboratorio in merito ai casi di infezione da Mycobacterium chimaera in Italia e aggiornamento delle informazioni disponibili” (pdf 340) e l’allegato “Modulo di richiesta analisi dell’Inmi” (pdf 135 kb).

 

21/2/2019 - Salute in viaggio: Carnevale di Rio 2019

In vista del Carnevale di Rio de Janeiro in Brasile (1-9 marzo), il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha pubblicato alcuni consigli per i viaggiatori. Prima della partenza è necessario verificare che il proprio stato vaccinale sia in linea con quanto previsto dal calendario vaccinale nazionale (soprattutto rispetto a morbillo, rosolia, difterite, tetano e poliomielite); l’Ecdc raccomanda inoltre la vaccinazione contro l’epatite A, il vaccino meningococcico ACWY, il vaccino antitifico e anti febbre gialla e suggerisce di discutere con il proprio medico l’opportunità della vaccinazione contro l’epatite B. Durante l’evento si raccomanda di seguire corrette pratiche igieniche, proteggersi dalle punture di zanzara e utilizzare preservativi per prevenire la trasmissione di infezioni sessualmente trasmissibili (Ist). Infine, in caso di problemi di salute al rientro in Italia si raccomanda di riferire il viaggio in Brasile ai medici. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc.

 

17/1/2019 - Infezione da Mycobacterium chimaera in Italia: la Circolare del Ministero

Il Ministero della Salute, il 9 gennaio 2019, ha emesso la Circolare “Raccomandazioni per il controllo dell’infezione da Mycobacterium chimaera in Italia”. Quest'ultimo è un micobatterio non tubercolare a lenta crescita e diffuso in natura specialmente nel suolo umido e nei corsi d’acqua. In un corpo sano non risulta pericoloso, mentre in persone immunodepresse o sotto trattamento steroideo può causare infezioni di diversa gravità. Il batterio ha una bassa virulenza e un periodo di incubazione lungo. Un trattamento antibiotico efficace è disponibile, però non esiste una terapia standard e il tasso di mortalità supera il 50%. In Europa si sono verificati, negli ultimi anni, oltre 120 casi di infezione da M. chimaera ricollegabili all'impiego di dispositivi di raffreddamento/riscaldamento (Heater-Cooler Units, Hcu) indispensabili per regolare la temperatura del sangue nel corso di un intervento cardiochirurgico. In Italia sono stati segnalati, al Ministero della Salute, 17 dispositivi contaminati in 6 Regioni. Ad oggi sono stati notificati 15 casi di infezione invasiva, compresi 7 decessi. Questa infezione non solo porta con sé un elevato tasso di mortalità, ma ha un impatto economico notevole sul sistema sanitario. Nonostante il rischio di infezione risulti basso, con la pubblicazione della Circolare il Ministero ha fornito una serie di raccomandazioni rivolte agli operatori sanitari impiegati nell’uso degli Hcu per la prevenzione, nonché per l'identificazione e la gestione di eventuali casi verificatisi pure a distanza di anni dall’esposizione. È importante che tutti i Medici di medicina generale (Mmg), pediatri di libera scelta (Pls), specialisti cardiochirurghi e cardiologi siano informati e sensibilizzati soprattutto nei confronti dei pazienti sottoposti a intervento cardiochirurgico a cuore aperto dopo il 1 gennaio 2012 per poter sospettare un’infezione da M. chimaera in caso di comparsa di sintomi. Per approfondire consulta il documento completo “Raccomandazioni per il controllo dell’infezione da Mycobacterium chimaera in Italia” (pdf 360 kb).

 

TOP