ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

10/9/2020 - ECDC: i nuovi bandi EPIET ed EUPHEM

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie di Stoccolma (ECDC) ha pubblicato i bandi per la coorte EU-track 2021 del Programma europeo di microbiologia di sanità pubblica EUPHEM (European Public health microbiology ) e del Programma europeo di epidemiologia di campo EPIET (European Programme for Intervention Epidemiology Training). Questi programmi di formazione, a cui possono partecipare cittadini UE ed EEA con provata esperienza in sanità pubblica, in epidemiologia o microbiologia, consistono in due anni di training da svolgere in un altro istituto di sanità pubblica europeo. La deadline per inviare le domande di iscrizione è il prossimo 21 settembre e l’inizio del programma di formazione è previsto per l’11 settembre 2021. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata sul sito dell’ECDC.

 

20/2/2020 - Regione Veneto: pubblicati i dati del 2018 sulle malattie infettive

In Veneto, nel 2018, sono stati notificati 190 nuovi casi di HIV e 34 di AIDS, 168 casi di infezioni sessualmente trasmesse (IST), 331 di tubercolosi, 137 casi di morbillo, 1044 di varicella, 137 di malaria, 55 epatite A, 21 epatite B, 6 epatite C. Sono alcuni dei dati presenti nel volume “Sorveglianze speciali delle malattie infettive - dati 2018” pubblicato dalla Regione Veneto a febbraio 2020. Dal documento emerge il forte aumento dei casi di infezioni sessualmente trasmesse, con un tasso di notifica passato da 2,48/100 mila abitanti nel 2016 a 3,43 nel 2018. Sul fronte opposto calano i casi di morbillo: nel 2017 (l’anno con il maggior numero di casi negli ultimi nove anni) il tasso di notifica è stato 5,83/100 mila abitanti mentre nel 2018 è stato 0,73/100 mila abitanti. Parallelamente è calato anche il tasso di notifica della varicella (27,8 nel 2017 e 21,3 nel 2018) e delle epatiti (10,9 nel 2017 e 1,7 nel 2018, dovuto soprattutto al calo dei casi di epatite A, il cui tasso di notifica è passato da 9,8 a 1,1). Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 21 Mb) contenente dati e approfondimenti su HIV e AIDS, IST, tubercolosi, influenza, morbillo, varicella, malaria, epatiti, legionella, arbovirosi e malattie batteriche invasive.

 

16/1/2020 - Casi di polmonite in Cina causati da un nuovo coronavirus (2019-nCoV)

Tra il 31 dicembre 2019 e il 12 gennaio 2020, le autorità sanitarie cinesi hanno identificato 41 casi di polmonite nella città di Wuhan causati da un nuovo coronavirus (2019-nCoV). A gennaio 2020 le autorità sanitarie tailandesi e giapponesi hanno inoltre segnalato 2 casi di infezione da 2019-nCoV in persone provenienti dalla Città di Wuhan. Sulla base delle informazioni attualmente disponibili l’OMS non raccomanda alcuna restrizione a viaggi o a rotte commerciali e l’ECDC valuta “basso” il rischio di introduzione del virus in Europa. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento a cura di Flavia Riccardo (ISS).