Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi d'Argento

Invecchiamento in salute: inizia la consultazione via web sulla Strategia globale dell’Oms

10 settembre 2015 - Al via la consultazione pubblica sulla “bozza zero” (Draft zero) della Global Strategy and Action Plan on Ageing and Health, il documento dell’Oms che mira a definire obiettivi, strategie globali e attività per promuovere il benessere nelle età più avanzate della vita. Il documento sulla Strategia Globale, in corso di elaborazione, risponde alla risoluzione Oms 67/13 e si focalizza su quanto può essere realizzato da diversi interlocutori, in una prospettiva che va oltre gli ambiti della sola Oms e per questo può essere definito globale.

 

Singole persone e istituzioni potranno mandare i propri commenti fino al 30 ottobre 2015. La “bozza 1” sarà discussa a Ginevra i prossimi 29 e 30 ottobre.

 

La prospettiva del documento è quella di un mondo in cui tutti possono invecchiare rimanendo attivi e in buona salute. Il Piano si riferisce al quinquennio 2016-2020 verso la successiva decade di invecchiamento attivo (2020-2030) secondo due punti cardine:

  • per il 2020, tutti i Paesi si impegnano a promuovere l’invecchiamento in salute con Piani di azione applicati, mirati a massimizzare le capacità funzionali di ognuno
  • per il 2020, governi e altri parti interessate costruiscono una piattaforma per sostenere la Decade di Invecchiamento in Salute (2020-2030).

La consultazione è ora aperta sul web sui cinque obiettivi strategici proposti. È possibile contribuire a tutte le 5 sezioni degli obiettivi o solamente a quelle più legate ai propri interessi specifici. Gli obiettivi strategici sono:

  1. impegnarsi a promuovere l’invecchiamento in salute in ogni Paese
  2. allineare i sistemi sanitari ai bisogni della popolazione anziana
  3. sviluppare sistemi di assistenza a lungo termine
  4. creare ambienti favorevoli per gli anziani
  5. implementare la misura, il monitoraggio e la comprensione.

Dopo la consultazione via web e quelle dirette con una serie di interlocutori e rappresentanti di Governi, il documento sarà presentato al Comitato Esecutivo dell’Oms (WHO Executive Board) a gennaio 2016.

 

Anche l’Unione europea ha già messo in campo iniziative sull’invecchiamento attivo e in salute ma anche misura (siamo già alla seconda volta) l’indice di invecchiamento attivo per i Paesi membri secondo 4 aree distinte (analoghe ai 5 obiettivi strategici fondamentali proposti da Oms).

 

Per maggiori informazioni consulta: