Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi

Indicatori Passi: vaccinazione per l’influenza stagionale

Definizioni operative

 

Persona vaccinata contro l’influenza nella campagna vaccinale precedente è una persona, intervistata tra il 1 aprile e il 30 settembre dell’anno di indagine, che dichiara di avere effettuato la vaccinazione anti-influenzale nei 12 mesi precedenti la data dell’intervista.

 

Persona per cui la vaccinazione antinfluenzale è raccomandata:

a) Persona di età maggiore di 64 anni

b) Persona con malattia cronica: persona che dichiara di aver avuto diagnosi di una o più delle seguenti malattie croniche:

  • diabete
  • insufficienza renale
  • malattia respiratoria cronica (bronchite cronica, enfisema, asma bronchiale, insufficienza respiratoria)
  • malattie cardiovascolari (infarto del miocardio o malattie ischemiche del cuore, ictus cerebrali, altre malattie cardiovascolari)
  • tumori (incluso leucemie e linfomi)
  • malattie croniche del fegato, incluso la cirrosi.

Consulta anche le informazioni generali con le caratteristiche degli indicatori Passi, e gli approfondimenti dedicati.

 

Scheda indicatore: copertura nella precedente campagna vaccinale antinfluenzale, nelle persone tra 18 e 64 anni, affette da malattie croniche per cui la vaccinazione è raccomandata

 

Popolazione di riferimento

Persone residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl, in età 18-64 anni.

Numeratore

Rispondenti, in età 18-64 anni, affetti da una o più delle malattie croniche indagate da Passi, intervistati tra il 1 aprile e il 30 settembre che dichiarano di aver eseguito la vaccinazione antinfluenzale nei 12 mesi precedenti la data dell’intervista.

Denominatore

Rispondenti, in età 18-64 anni, affetti da una o più delle malattie croniche indagate, intervistati tra il 1 aprile e il 30 settembre che dichiarano di aver eseguito o di non aver eseguito la vaccinazione antinfluenzale nei 12 mesi precedenti la data dell’intervista, escluse sia coloro che rifiutano di rispondere sia quelli che rispondono “non so”.

Misure di frequenza

Percentuale riferita alla precedente campagna vaccinale, che generalmente inizia a settembre e termina a gennaio, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

L’indicatore fa riferimento ai 12 mesi precedenti l’intervista.

Significato per la salute pubblica

L’influenza costituisce un rilevante problema di salute a causa dell’elevata contagiosità e delle possibili gravi complicanze nei soggetti vulnerabili, con forti ripercussioni sanitarie ed economiche sia sul singolo individuo che sulla collettività.

La vaccinazione rappresenta il mezzo più efficace per prevenire le conseguenze negative dell’infezione e, in Italia, è raccomandata ogni anno alle persone affette da malattie croniche o in età avanzata, ed alle persone che si prendono cura di questi soggetti.

È essenziale disporre di dati di copertura, ma questi sono affidabili solo per le persone ≥ 65 anni, perché vengono raccolti dai registri vaccinali delle Asl, mentre per i portatori di malattie croniche Passi rappresenta l’unica fonte attualmente disponibile.

Limiti dell’indicatore

Quando la vaccinazione antinfluenzale basata su dati riferiti è stata confrontata con le registrazioni mediche, è stato messo in evidenza elevate sensibilità e specificità (attorno al 90%).

I dati riferiti relativi alla diagnosi delle malattie croniche indagate da Passi sono affetti da deficit di sensibilità, ma i falsi positivi sono rari.

Validità dell’indicatore

Considerata l’attendibilità dei dati riferiti sulla vaccinazione antinfluenzale nella stagione precedente, l’indicatore è ritenuto affidabile.