Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica
a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
La sorveglianza Passi
Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia: la sorveglianza Passi

IN PRIMO PIANO

20/11/2014 - Report nazionale 2013: i dati sullo screening colorettale

Ancora piuttosto bassa la copertura dello screening colorettale, è quanto emerge dai dati Passi 2010-2013 secondo cui il 39% degli intervistati di 50-69 anni riferisce di aver eseguito uno degli esami per la diagnosi precoce dei tumori colon-rettali a scopo preventivo, in accordo con le raccomandazioni (ricerca del sangue occulto fecale – Sof, negli ultimi 2 anni, oppure colonscopia/rettosigmoidoscopia, negli ultimi 5 anni). Il ricorso alla ricerca del Sof come test preventivo per la diagnosi precoce del tumore colorettale è, in ogni caso, il più frequente. Si sottopongono al test per la ricerca del Sof a scopo preventivo e nei tempi raccomandati più frequentemente i 60-69enni, le persone senza difficoltà economiche, gli italiani rispetto agli stranieri. L’adesione allo screening avviene nella quasi totalità dei casi nell’ambito di programmi organizzati e scarsamente su iniziativa personale. Sono alcuni dei dati disponibili nel capitolo dedicato allo screening colorettale del rapporto nazionale Passi 2013.

 

20/11/2014 - Sovrappeso e obesità nell’Ass1 Trestina

Nell’Ass1 Triestina nel periodo 2010-2013, secondo i dati Passi, il 31% degli adulti di 18-69 anni risulta in sovrappeso e il 9% risulta obeso, complessivamente quindi circa quattro persone su dieci risultano essere in eccesso ponderale. Questa condizione cresce al crescere dell’età, è più frequente negli uomini, tra le persone con più bassi livelli d’istruzione e tra quelle economicamente più svantaggiate. On line la scheda “Sovrappeso e obesità nell’Ass1 “Triestina”: i dati 2010-2013 del sistema di sorveglianza Passi” (pdf 515 kb).

 

 

Passi a colpo d'occhio

Avviato nel 2005 come sperimentazione di metodi utili per la sorveglianza dei fattori comportamentali di rischio e per il monitoraggio dei programmi di prevenzione delle malattie croniche, Passi (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) è un progetto del ministero della Salute e delle Regioni/P.A. che ha l’obiettivo di mettere a disposizione di tutte le Regioni e Aziende sanitarie locali (Asl) del Paese una sorveglianza dell’evoluzione di questi fenomeni nella popolazione adulta. Con una peculiarità unica: tarare questo strumento soprattutto per un utilizzo dei dati a livello locale, direttamente da parte di Asl e Regioni.

 

Stampa

Ultimo aggiornamento giovedi 20 novembre 2014
Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
Viale Regina Elena, 299 - 00161 Roma - Tel 0649901
© - Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro è parzialmente sostenuto da risorse del CCM - Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità
Cnesps