Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi

Passi - Indicatori per la sorveglianza del consumo di alcol (2011)
Quadro sintetico

Consumi riferiti agli ultimi 30 giorni prima dell’intervista – età 18-69 anni

 

Denominazione dell’indicatore

Definizione dell’indicatore

1. Consumo di alcol

% di persone che dichiarano di aver consumato almeno una Unità Alcolica standard (UA) negli ultimi 30 giorni.

2. Consumo di alcol in condizioni per cui è controindicato

2.1. consumo di alcol nelle malattie del fegato

% di persone con malattie del fegato, che dichiarano di aver consumato alcol (qualunque quantità) negli ultimi 30 giorni.

2.2 consumo di alcol in gravidanza

% di donne in gravidanza, che dichiarano di aver consumato alcol (qualunque quantità) negli ultimi 30 giorni.

2.3. guida sotto l’effetto dell’alcol

% di persone (evidenziate le fasce d’età 18-21 anni e 18-25 anni), che dichiarano di aver consumato 2 o più UA un’ora prima di mettersi alla guida (su tutti quelli che hanno assunto alcol e guidato negli ultimi 30 giorni). (§)

2.4. guida sotto l’effetto dell’alcol, riferita dai passeggeri

% di persone che dichiarano di aver viaggiato come passeggeri di veicoli guidati da persona che ha consumato 2 o più UA un’ora prima di mettersi alla guida (su tutti quelli che hanno viaggiato come passeggeri negli ultimi 30 giorni).

3. Modalità di consumo a rischio

3.1. Consumo abituale elevato

% di persone (evidenziata la fascia 18-25 anni) che dichiarano di consumare:

  • >2 UA medie giornaliere, corrispondenti a > 60 UA negli ultimi 30 giorni (uomini)
  • >1 UA medie giornaliere, corrispondenti a > 30 UA negli ultimi 30 giorni (donne)

Il denominatore è la popolazione generale.

3.2. Consumo episodico elevato (binge drinking)

% di persone (evidenziata la fascia 18-25 anni) che dichiarano di aver avuto almeno un episodio di binge drinking (>4 UA per gli uomini; >3 UA per le donne) negli ultimi 30 giorni.

3.3. Consumo fuori pasto

% di persone (evidenziata la fascia 18-25 anni) che dichiarano di assumere alcol prevalentemente o esclusivamente fuori pasto.

4. Consumo a maggior rischio, cumulativo (indicatore composito)

4.1 Consumo a maggior
rischio

% di persone che dichiarano un consumo abituale elevato (3.1) oppure almeno un episodio di binge drinking (3.2) oppure di assumere alcol prevalentemente o esclusivamente fuori pasto (3.3).
La % è inferiore alla somma di (3.1) + (3.2) + (3.3), perché una parte degli intervistati presenta più fattori di rischio.

4.2 Consumo a rischio
intermedio (*)

% di persone che non hanno un consumo a rischio elevato, ma che dichiarano un consumo massimo per occasione >2 UA (sia uomini sia donne).

4.3 Consumo a rischio
basso (*)

% di persone che non hanno un consumo a rischio elevato, e che dichiarano un consumo massimo per occasione <=2 UA (sia uomini sia donne).

5. Attenzione alla prevenzione

5.1. Interrogato da un operatore sanitario sul consumo di alcol

% di persone che dichiarano che un medico od un operatore sanitario si è informato riguardo al consumo di alcol (su quelli che hanno contattato un medico/operatore sanitario negli ultimi 12 mesi).

5.2. Consiglio di moderare il consumo da parte di un operatore sanitario

% di persone, con consumo a maggior rischio (4.1), che dichiarano di aver ricevuto da un medico od un operatore sanitario il consiglio di moderare il consumo (su quelli che hanno contattato un medico/operatore sanitario negli ultimi 12 mesi).

 

(§) Per le persone di 18-21 anni la soglia legale di alcolemia è pari a zero. Quindi il comportamento non solo è a rischio, ma anche sanzionabile.

 

(*) La classificazione dei livelli di rischio “intermedio” e “basso” si basa su una nuova domanda introdotta nel questionario 2012, e quindi diventerà operativa nell’analisi dei dati 2012.