Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Integrazione, gestione e assistenza

2014-2016

2016

 

15/12/2016 - Diabete: dati nazionali di prevalenza

La sezione dedicata ai dati nazionali di prevalenza sul diabete si aggiorna. Inoltre una nuova veste grafica permette una più facile visualizzazione dei contenuti. Consulta le nuove pagine con i dati ISTAT 2015 e i dati PASSI 2013-2014.

 

1/12/2016 - Utilizzare le conoscenze esistenti per combattere le malattie croniche

La JA-CHRODIS dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento in salute nel corso della vita riunisce i responsabili politici a livello europeo e nazionale in un workshop (29 novembre 2016) per discutere di come le buone pratiche e le conoscenze esistenti possono essere utilizzate al meglio per combattere più efficientemente le malattie croniche. Durante il workshop, ai partecipanti sono stati presentati il lavoro e i risultati della JA con un focus particolare sulle buone pratiche nella gestione del diabete. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata sul sito di CHRODIS.

 

24/11/2016 - CHRODIS: un nuovo video divulgativo

Le malattie croniche affliggono due terzi della popolazione europea ultra 65enne, e spesso si verificano contemporaneamente. La co-morbosità è associata a un declino di molti aspetti della salute e a una riduzione della qualità della vita con un conseguente enorme impatto economico sui sistemi sanitari e sociali nazionali. Il 70-80% della spesa assistenziale è infatti dedicato al trattamento di queste patologie. La JA europea CHRODIS sulle malattie croniche e l’invecchiamento in buona salute mira a fornire risposte su come ridurre questo impatto e mette a disposizione di cittadini e operatori il video divulgativo “Addressing Chronic Diseases and Healthy Ageing across the Life Cycle”.

 

29/9/2016 - L’Europa che pensa alla salute: l’Action Plan sulle malattie croniche

La Regione europea dell’Oms prosegue il cammino verso gli obiettivi di sviluppo sostenibili fissati per il 2030, ma meno speditamente del previsto e soprattutto a diverse velocità. Questa la situazione messa a fuoco in occasione del meeting del 6 settembre scorso, che ha posto le basi per il nuovo Piano di azione sulle malattie croniche. Leggi il commento di Barbara De Mei, Simona Giampaoli, Marina Maggini (Iss).

 

21/7/2016 – Dall’Oms: lo stato dell’arte sul contrasto alle malattie croniche

L’Oms è da tempo impegnata nel contrasto delle malattie croniche e dei loro fattori di rischio e, a partire dal 2001 realizza indagini periodiche (2005, 2010, 2013, 2015) mirate alla valutazione dell’impegno di ogni Paese su questo tema. I risultati dell'ultima indagine sono stati pubblicati sul documento “Assessing national capacity for the prevention and control of noncommunicable diseases” che mostra i progressi compiuti contro l’uso dei prodotti a base di tabacco, l’abuso di bevande alcoliche, l’alimentazione scorretta e l’inattività fisica. In particolare, emerge che nel 93% dei Paesi che hanno partecipato all'indagine è presente un’unità, un settore o un dipartimento dedicato specificatamente alle malattie croniche all’interno dei ministeri della Salute. Sul fronte degli interventi fiscali, la tassazione sui prodotti del tabacco è la misura di contrasto più adottata (87% dei Paesi), seguita dalla tassazione sulle bevande alcoliche (80%). L’Unione europea sta affrontando lo stesso problema attraverso il lancio di Joint Action dedicate, come la JA-CHRODIS, a cui partecipa anche l’Iss, dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. Per maggiori informazioni sull'indagine Oms scarica il documento completo (pdf 499 kb).

 

23/6/2016 – CHRODIS: un video sulle malattie croniche

Un europeo su 4 soffre di un problema di lunga data che restringe lo spettro delle proprie attività quotidiane. Dai Paesi europei giungono diverse soluzioni che mirano a ridurre il peso delle malattie croniche attraverso un miglior utilizzo delle conoscenze e delle buone pratiche esistenti. La Joint Action europea CHRODIS sulle malattie croniche e l’invecchiamento in buona salute raggruppa oltre 60 istituzioni e organizzazioni europee che stanno lavorando insieme per facilitare lo scambio di best practice e mette a disposizione di cittadini e operatori il video divulgativo “Chronic Diseases: Everyone’s Business” per diffondere il messaggio che le malattie croniche sono di fatto un problema che riguardano tutti. Il video è disponibile anche con i sottotitoli in italiano.

 

1/6/2016 - Il diabete in Italia: il contributo di Passi

Una panoramica sulla situazione del diabete nel nostro Paese e sull’assistenza che viene offerta ai 4 milioni di persone circa che ne sono affetti: questo il quadro presentato nel volume “Il diabete in Italia” pubblicato dalla Società italiana di diabetologia (Sid) a maggio 2016. Tra i diversi contributi di operatori ed esperti del settore anche quello della sorveglianza Passi in collaborazione con il Gruppo di lavoro del Sistema Igea. Dall’articolo emerge che i dati Passi forniscono un quadro aggiornato e rappresentativo della frequenza dei fattori di rischio e di altri indicatori relativi alla qualità dell’assistenza e alla qualità della vita delle persone con diabete, e possono contribuire al monitoraggio dell’applicazione del Piano sulla malattia diabetica. Per approfondire consulta il documento completo “Il diabete in Italia” (pdf 8,1 Mb).

 

26/5/2016 – Multiborbidità: da CRODIS un nuovo modello di cura

È dedicato al tema della multimorbidità, nei suoi diversi aspetti, il numero di maggio 2016 della newsletter prodotta dalla Joint Action (JA) europea CHRODIS. Dopo due anni di lavoro i partner della JA hanno infatti prodotto un nuovo modello di cura per i pazienti con più condizione mediche a lungo termine che offre un approccio esteso definendo 20 diversi componenti divise in cinque categorie: consegna del progetto del sistema, supporto decisionale agli operatori, supporto autogestionale ai pazienti, sistema di informazioni cliniche e coinvolgimento delle risorse di comunità. Il modello proposto da CHRODIS è applicabile ai molteplici e differenti setting che offre l’Europa. Per approfondire consulta la pagina dedicata alla newsletter sul sito CHRODIS e il numero di maggio 2016 (pdf 1,9 Mb).

 

21/4/2016 - Verso una migliore prevenzione e gestione del diabete

È dedicata alla joint action (JA) europea CHRODIS e al documento strategico “National Diabetes Plans in Europe. What lessons are there for the prevention and control of chronic diseases in Europe?” la newsletter 172 della Commissione europea “Towards better prevention and management of diabetes - The Joint Action CHRODIS” scritta da Marina Maggini (Cnesps-Iss) e Jelka Zaletel (National Institute of Public Health, Ljubljana, Slovenia).

 

7/4/2016 - World Health Day 2016: un impegno contro il diabete

“Stay super, beat diabetes” (Stai super, sconfiggi il diabete): lo slogan e le immagini dei poster pubblicati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in occasione della Giornata mondiale della salute richiamano l’universo dei fumetti e dei supereroi, sottolineando i diversi modi per contrastare la diffusione del diabete. È infatti dedicata a questa malattia l’edizione 2016 del World Health Day che ricorre, come ogni anno, il 7 aprile. Il messaggio della campagna vuole sottolineare che non bisogna essere un supereroe per combattere il diabete: basta mettere in atto alcune azioni strategiche e coordinate sugli stili di vita, per prevenire, almeno in parte, l’insorgenza della malattia e delle sue complicanze. È necessaria, inoltre, un’adeguata organizzazione delle cure che favorisca al massimo la collaborazione di tutti i professionisti e il coinvolgimento attivo delle persone con diabete.

In occasione del World Health Day la joint action europea “European Joint Action on Chronic Diseases and Promoting Healthy Ageing across the Life Cycle” (JA-CHRODIS), pubblica il documento strategico “National Diabetes Plans in Europe. What lessons are there for the prevention and control of chronic diseases in Europe?” (pdf 549 kb) per sostenere gli sforzi dei Paesi nel costruire una strategia globale per la prevenzione e la gestione del diabete(e più in generale delle malattie croniche). Il Policy Brief – coordinato nell’ambito della JA-CHRODIS dall’Istituto superiore di sanità (Iss) e dall’Istituto nazionale di sanità pubblica sloveno – consente di identificare i fattori abilitanti e gli ostacoli fondamentali per lo sviluppo, l’implementazione e la sostenibilità dei Piani nazionali sul diabete in Europa. Leggi la riflessione di Marina Maggini – reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss e il comunicato stampa in italiano (pdf 468 kb) della JA-CHRODIS.

 

10/3/2016 - Giornata mondiale della salute 2016: i primi materiali

Sono on line i primi materiali sulla Giornata mondiale della salute 2016, quest’anno dedicata al diabete. L’evento, in programma il 7 aprile, si propone di rimarcare l’aumento dei casi di diabete nel mondo, le sue conseguenze, soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito, e di proporre azioni efficaci ed economicamente realizzabili. Tra queste, azioni specifiche mirate alla prevenzione, la diagnosi, il trattamento e la cura delle persone con il diabete. Per veicolare i messaggi chiave della giornata, l’Oms ha disegnato alcuni poster scaricabili dal sito. Sul tema l’Istituto superiore di sanità partecipa alla joint action “European Joint Action on Chronic Diseases and Promoting Healthy Ageing across the Life Cycle” (JA-CHRODIS) dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento in salute nel corso della vita. In questo ambito, l’Iss coordina il WP7 (Diabete: un esempio di studio per il miglioramento dell’assistenza per le persone con malattie croniche), che affronta tutti gli aspetti relativi al diabete e il miglioramento di coordinamento e cooperazione tra Stati membri. Per maggiori informazioni scarica i report “Diabetes: a case study on strengthening health care for people with chronic diseases. Swot analysis overview of national or sub national policies and programs on prevention and management of diabetes” (pdf 1,3 Mb) e “Diabetes: a case study on strengthening health care for people with chronic diseases. Survey on practices for prevention and management of diabetes” (pdf 1,6 Mb).

 

26/1/2016 - A Madrid l’Assemblea generale e lo Stakeholder forum di CHRODIS

C’è ancora tempo per iscriversi e partecipare alla seconda Assemblea generale e terzo Stakeholder forum di CHRODIS, la Joint Action europea sulle malattie croniche. L’evento si terrà a Madrid il prossimo 4 febbraio. Per maggiori informazioni e per l’iscrizione, consulta la pagina dedicata sul sito di CHRODIS.

 

2015

 

16/11/2015 - Joint Action CHRODIS, la newsletter di novembre e il World Diabetes Day

Si parla di diabete nella newsletter di novembre (pdf 2 Mb) pubblicata dalla Joint Action CHRODIS. Se ne parla in occasione della Giornata mondiale sul diabete, in quanto questa malattia, nell’ambito della JA europea è considerata un “caso studio” per il miglioramento dell’assistenza per le persone con malattie croniche. Nella newsletter vengono presentate le attività del workpackage 7 tra cui le due survey effettuate, una dedicata alla raccolta dei dati relativi ai programmi sulla prevenzione e cura del diabete e l’altra dedicata a una mappatura dei Piani nazionali diabete. Dalla newsletter è anche possibile consultare la bozza del Policy Brief sui Piani nazionali diabete (pdf 1,4 Mb), scritto in collaborazione con lo European Observatory dell’Oms.

In occasione del World Diabetes Day 2015, il Centro nazionale perla prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della Salute ha pubblicato un approfondimento dedicato al diabete e alle attività della Joint Action europea CHRODIS, con un'intervista video a Marina Maggini.

 

15/10/2015 - Migliorare la prevenzione e la qualità della cura per le persone con diabete: sugli Annali Iss una monografia dedicata

Sugli Annali dell’istituto superiore di sanità (2015, Vol. 51, No. 3) è disponibile una monografia dedicata alla prevenzione e alla cura del diabete e alle attività della Joint Action europea sulle malattie croniche JA-CHRODIS. Cinque gli articoli:

  • Diabetes: a case study on strengthening health care for people with chronic diseases - Il diabete come esempio per l’assistenza alle persone con malattie corniche.
  • Quality indicators for diabetes prevention programs in health care targeted at people at high risk - Gli indicatori per i programmi di prevenzione del diabete dedicati alle persone ad alto rischio.
  • Health promotion interventions in type 2 diabetes - I criteri di qualità per gli interventi di promozione della salute per le persone con diabete di tipo 2.
  • Education and health professionals training programs for people with type 2 diabetes: a review of quality criteria - I programmi di educazione delle persone con diabete e la formazione degli educatori.
  • National Diabetes Plans: can they support changes in health care systems to strengthen diabetes prevention and care? - Il ruolo dei Piani nazionali per il diabete per migliorare la qualità della cura.

Per approfondire consulta la rivista: Annali dell’istituto superiore di sanità (2015, Vol. 51, No. 3).

 

15/10/2015 - In agenda: a Vilnius si parla di malattie croniche

Si svolge a Vilnius (Lituania), i prossimi 24 e 25 novembre 2015 la conferenza “Joining Forces in Health Promotion to Tackle the Burden of Chronic Diseases in Europe” organizzata nell’ambito della “European Joint Action on Chronic Diseases and Promoting Healthy Ageing across the Life Cycle” (JA-CHRODIS). La conferenza, sarà l'occasione per discutere lo stato dell’arte della promozione della salute e della prevenzione primaria in Europa e per capire come accogliere le raccomandazioni dell’Unione europea sulle malattie croniche. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata sul sito della JA-CHRODIS.

 

10/9/2015 - JA-CHRODIS: on line il video promozionale

“Le malattie croniche sono un problema di tutti”: questo il titolo e lo slogan del video pubblicato su YouTube dal progetto europeo JA-CHRODIS. Le patologie croniche affliggono infatti una persona su 4 e la Joint Action mira a promuovere lo scambio di buone pratiche per la prevenzione e cura di queste malattie. Per maggiori informazioni consulta il sito della JA e guarda il video “Chronic Diseases: Everyone’s Business”.

 

30/7/2015 - Empowerment dei pazienti: i materiali del convegno di Buxelles

Sono on line i materiali della conferenza che si è tenuta a Bruxelles il 20-21 maggio 2015 dal titolo “Empowered patients are an asset to society” sull’empowerment dei pazienti come risorsa per la società. Per maggiori informazioni scarica anche il toolkit (pdf 1,7 Mb), il report (pdf 1,5 Mb) e l’executive summary (pdf 688 kb).

 

23/7/2015 - La nuova newsletter e il meeting del WP7

Nella newsletter di luglio della JA: lo stato di avanzamento dei lavori e il report “Health Promotion and Primary Prevention in 14 european countries: a comparative overview of key policies, approaches, gaps and needs” relativo alla prevenzione e promozione della salute in 14 Paesi europei. Per maggiori informazioni visita la pagina della newsletter della JA, consulta il numero di luglio e scarica il report “Health Promotion and Primary Prevention in 14 european countries: a comparative overview of key policies, approaches, gaps and needs” (pdf 553 kb).

 

Discutere con i partner lo stato di avanzamento dei lavori e organizzare le attività per i prossimi mesi, cruciali per il raggiungimento degli obiettivi del progetto: questo l’obiettivo del 3° meeting del WP7 che si è svolto a Roma il 2 e 3 luglio scorsi. Alla due giorni hanno partecipato 30 esperti da 15 Paesi europei. I lavori si sono svolti in un clima collaborativo che ha offerto una grande opportunità per lo scambio di conoscenze ed esperienze sul tema della prevenzione e cura del diabete.

 

9/7/2015 - JA-CHRODIS: novità dal progetto

Il work package 7 (WP7, Diabete: un esempio di studio per il miglioramento dell’assistenza per le persone con malattie croniche), coordinato dall’ISS, ha concluso la raccolta dei dati relativa ai programmi sulla prevenzione e cura del diabete. Hanno partecipato alla raccolta 19 Paesi, al fine di fornire uno sguardo d’insieme sulla qualità della cura del diabete. Un summary report sarà disponibile dopo l’estate. Inoltre, una seconda raccolta dati, relativa alle buone pratiche, è già stata avviata. Lo riferisce il secondo numero della newsletter (pdf 311 kb) della Joint Action, pubblicata a giugno 2015. Tra le notizie anche un appuntamento da mettere in agenda: si svolgerà in Lituania i prossimi 24 e 25 novembre, la conferenza “Joining Forces to Prevent Chronic Diseases in Europe”. Maggiori informazioni sull’evento e sulla registrazione saranno disponibili a breve sul sito della JA-CHRODIS.

 

4/6/2015 - Empowerment dei pazienti: un convegno a Bruxelles

Sono disponibili sul sito dell’European Patient Forum (EPF) i materiali del convegno “Empowered patients are an asset to society”, organizzato il 20-21 maggio 2015 a Bruxelles. L’evento è stato dedicato interamente all’empowerment dei pazienti, argomento fondamentale per coloro che si occupano di malattie croniche. Per maggiori informazioni sul convegno e per scaricare le presentazioni visita la pagina dedicata sul sito dell’EPF.

 

2/4/2015 - Malattie croniche e fattori di rischio psicologici: un report dell’Oms Europa

Offrire una sintesi delle migliori evidenze disponibili sul legame tra fattori psicologici e morbidità e mortalità per malattie cardiovascolari e per tumore nella Regione europea dell’Oms. Questa l’idea alla base del report pubblicato a marzo 2015 dall’Oms Europa. Un'ampia revisione sistematica che ha portato all'identificazione di 1822 articoli (da gennaio del 2000) da cui sono state selezionate 37 revisioni sistematiche e meta-analisi. Per maggiori dettagli consulta il documento completo sul sito dell’Oms Europa: “The relationship between psychosocial risk factors and health outcomes of chronic diseases: a review of the evidence for cancer and cardiovascular diseases (2015)”.

 

12/3/2015 - Da leggere

Sono on line i nuovi standard di cura per il diabete pubblicati dall’American Diabetes Associations (ADA) a gennaio 2015: “Standards of medical care in diabetes – 2015 (pdf 5,6 Mb)”. Si segnala anche la revisione sistematica Cochrane (pubblicata nel 2013) che affronta il tema della prevenzione delle complicanze micro e macrovascolari del diabete in funzione del raggiungimento di target glicemici “aggressivi” rispetto a target convenzionali “Targeting intensive glycaemic control versus targeting conventional glycaemic control for type 2 diabetes mellitus (Review)”. Leggi anche il commento di A. Donzelli e A. Battaggia.

 

5/3/2015 - Misurare in sanità pubblica: una ricognizione su registri e sorveglianze

È dedicato interamente al diabete (pdf 2,4 Mb) uno dei capitoli del Rapporto Istisan 14/23, pubblicato dall’Iss a febbraio 2015 in due volumi: (Pt. 1) “Misurare in sanità pubblica: registri e sorveglianza. Aspetti generali”, dedicato agli aspetti generali delle misure da generare in sanità pubblica e (Pt. 2) “Misurare in sanità pubblica: registri e sorveglianza. Situazione attuale e prospettive” dedicato a specifici capitoli (e relativi sistemi) tematici (per ogni tema si descrive l’attuale offerta informativa e le giustificazioni per progettare interventi di revisione e innovazione). Il rapporto riassume i risultati della ricognizione che l’Università di Torino, l’Istituto superiore di sanità (Iss) e l’Agenzia nazionale per i servizi regionali sanitari (Agenas) – nell’ambito di un progetto Ccm-ministero della Salute e del Piano nazionale della prevenzione (Pnp) 2010-2012 – hanno utilizzato per valutare il fabbisogno conoscitivo in tema di sorveglianze e registri in Italia e per elaborare una proposta di sviluppo delle capacità di sorveglianza e registrazione. L’analisi mira, infatti, a identificare gli strumenti che potrebbero essere adottati per migliorare la capacità di produzione di conoscenza ad uso della programmazione e dell’azione (in particolare di quella preventiva). Leggi anche l’approfondimento sul rapporto Istisan.

 

19/2/2015 - JA-CHRODIS: la prima Assemblea Generale

Esperti e policy maker a confronto, dopo un anno di lavoro. Si svolge, oggi, a Bruxelles, la prima General Assembly della Joint Action europea CHRODIS. L’evento, intitolato “Verso buone pratiche nella prevenzione e cura delle malattie croniche per un domani più sano”, coinvolge i rappresentati delle 63 organizzazioni che fanno parte della JA. Tema centrale dell’Assemblea saranno non solo i risultati raggiunti fino ad oggi ma anche il lavoro da mettere in cantiere per il prossimo futuro. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata alla First General Assembly e scarica il comunicato stampa in inglese (pdf 469 kb).

 

12/2/2015 – Joint Action CHRODIS: la newsletter

È on line il primo numero della newsletter della Joint Action europea CHRODIS dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. Leggendo il fascicolo è possibile: capire come e perché i governi europei stanno collaborando per combattere le malattie non trasmissibili; guardare le video interviste ai membri della Commissione europea e dell’Oms Europa; scoprire come rimanere aggiornati su CHRODIS. Per maggiori informazioni consulta sul sito della JA la pagina dedicata alla newsletter.

 

12/2/2015 - L’Oms aggiorna le fact sheet

Il sito web dell’Oms ha aggiornato i dati relativi alla diffusione del diabete nel mondo con informazioni specifiche sul diabete tipo 1, tipo 2 e gestazionale. Ampio spazio anche per le conseguenze del diabete e le strategie per ridurne l’incidenza. Per maggiori informazioni consulta il sito Oms.

 

22/1/2015 - Contrasto alle malattie non trasmissibili: per l’Oms, prospettive di lungo periodo ma azione immediata

Il messaggio più importante del secondo report sulle malattie non trasmissibili è che, oggi, la comunità mondiale ha l’opportunità di cambiare la storia di queste malattie, afferma Margaret Chan, direttore generale dell’Oms presentando il Global status report on noncommunicable diseases 2014 appena pubblicato. Una dichiarazione che apre a prospettive di speranza e nello stesso tempo richiama alla responsabilità nel contrasto al tragico bilancio di morti premature (prima dei 70 anni di età) e prevenibili: 16 milioni nel 2012, il 42% di tutti i decessi associati alle malattie non trasmissibili, oltretutto in costante crescita come numero assoluto di anno in anno. Leggi l’approfondimento su EpiCentro.

 

15/1/2015 - Emilia-Romagna: due dossier sui dispositivi per la cura del diabete mellito

Confrontare le raccomandazioni, delle linee guida nazionali e internazionali, sulle modalità di impiego dei dispositivi per l’automonitoraggio della glicemia e dei dispositivi per la terapia insulinica iniettiva, e le raccomandazioni relative alle modalità di impiego dei dispositivi per il monitoraggio continuo del glucosio, per l'infusione continua di insulina e dei sistemi semi-integrati nel diabete tipo 1 e 2: questo l’obiettivo di due nuovi documenti pubblicati a dicembre 2014 dalla Regione Emilia-Romagna. Il Dossier n. 247/2014 riguarda l’automonitoraggio della glicemia e terapia insulinica iniettiva nel diabete mellito e il Dossier n. 248/2014 è relativo ai dispositivi per il monitoraggio continuo del glucosio e l’infusione continua di insulina nel diabete mellito. Per approfondire leggi anche la peer review a cura di Marina Maggini (Cnesps-Iss).

 

 

2014

 

13/11/2014 - World Diabetes Day 2014: diabete e malattie croniche, un impegno globale

L’edizione di quest’anno della Giornata mondiale del diabete (14 novembre) mira a sottolineare l’importanza di una dieta sana (e in particolare della colazione) per prevenire il diabete di tipo 2 ed evitare complicanze. L’iniziativa, promossa a livello mondiale dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione mondiale della sanità, si inserisce nel quadro delle strategie globali discusse a settembre 2011 all’assemblea Onu sulle malattie croniche, delle politiche europee raccolte nell’Action Plan 2012−2016 sulle malattie croniche e ribadite durante il summit europeo che si è svolto a Bruxelles lo scorso aprile. Su EpiCentro, la riflessione di Marina Maggini - reparto Farmacoepidemiologia (Cnesps, Iss).

 

30/10/2014 - VII European Public Health Conference

Si terrà a Glasgow, dal 19 al 22 novembre prossimi la VII European Public Health Conference. L’evento è dedicato soprattutto alla riduzione delle disuguaglianze di salute ma anche alla riduzione del peso delle malattie croniche. La conferenza mira infatti a migliorare la sanità pubblica in Europa offrendo un’opportunità di scambio di informazioni e di dibattito per ricercatori, decisori e addetti ai lavori. Per maggiori informazioni visita il sito della conferenza.

 

30/10/2014 - Malattie croniche e invecchiamento in salute: gli esperti si incontrano a Madrid

In Europa, 4 ultra 65enni su 5 soffrono di almeno una malattia cronica e il 65% delle persone in questa fascia d’età soffre di multimorbidità (due o più malattie insieme). Per parlare di malattie croniche e invecchiamento in salute, a Madrid lo scorso 24 ottobre, si sono incontrati operatori e decisori per il primo Stakeholder Forum della Joint Action CHRODIS (JA-CHRODIS), nella cornice offerta dall’Institute of Health Carlos III. Tutti i materiali della conferenza saranno disponibili sul sito della JA appena disponibili.

 

4/9/2014 - Chrodis: una nuova pubblicazione

Il background, gli obiettivi, i metodi e l’organizzazione della Joint Action CHRODIS: tutto questo nel documento “JA-CHRODIS at glance” che sinteticamente illustra l’intero progetto europeo sulle malattie croniche. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 397 kb) e visita la pagina la pagina del sito IGEA dedicata alla Joint Action europea CHRODIS-JA.

 

17/6/2014 – Formazione a distanza (Fad) IGEA

Al via la Fad IGEA che mira a formare professionisti sanitari esperti su tematiche inerenti la promozione della salute e la gestione delle patologie croniche in età adulta. Il metodo didattico adottato è il Pbl (Problem Based Learning - apprendimento per problemi), con un adattamento del metodo in funzione dei nuovi media. Questa formazione si inserisce nell’ambito delle iniziative del Sistema IGEA e ha l’obiettivo di creare una cultura diffusa e promuovere atteggiamenti favorenti la promozione della salute e la gestione integrata della cronicità. È previsto accreditamento Ecm per tutte le figure professionali. La durata del corso va dal 18 giugno al 18 dicembre 2014 e la deadline per iscriversi è fissata al 3 dicembre. Per maggiori dettagli visita il sito dedicato al corso Fad “Scenari di sistemi integrati: promozione della salute e gestione delle patologie croniche in età adulta”.

 

22/5/2014 - Eu Summit on Chronic Diseases

Nel summit europeo sulle malattie croniche (Brussells,3-4 aprile 2014), la presentazione della “European Joint Action on Chronic Diseases and Promoting Healthy Ageing across the Life Cycle” (CHRODIS-JA), l’azione congiunta dei Paesi Ue dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. Leggi il comunicato stampa.

 

27/3/2014 - II convegno IGEA. L’integrazione delle cure per le persone con malattie croniche

Un’occasione per discutere dei modelli assistenziali più indicati per le persone con malattie croniche, analizzando le esperienze in corso in Italia. Il secondo convegno del sistema IGEA, tenutosi martedì 25 marzo a Roma, è partito con una sessione dedicata a “Piani e realizzazioni in Italia”, è proseguito con una sull’accesso alle cure e si è concluso con relazioni su Registri e sistema informativo. Durante l’evento è stata presentata la nuova versione del sito web che rappresenta un punto di continuità tra il primo progetto IGEA e il nuovo sistema. Per approfondire leggi l’approfondimento e scarica le presentazioni dei relatori.

 

24/3/2014 - La Joint Action europea sulle malattie croniche

È iniziata l’attività relativa a CHRODIS-JA, la Joint Action europea sulle malattie croniche a cui l’Istituto Superiore di Sanità partecipa con il coordinamento di uno dei workpackage (WP). L’obiettivo di CHRODIS-JA è quello di promuovere e facilitare un processo di scambio e trasferimento di buone pratiche tra i Paesi per un’azione efficace contro le malattie croniche, con un focus specifico sulla promozione della salute e la prevenzione delle malattie croniche, sulla co-morbosità e il diabete. In particolare, grazie all’esperienza fatta nell’ambito del progetto IGEA, l’ISS conduce il WP7 “Diabete: un esempio di studio per il miglioramento dell’assistenza per le persone con malattie croniche”.

 

24/3/2014 - II Convegno IGEA

Favorire lo sviluppo di modelli organizzativi di servizi integrati, orientati alla maggiore efficienza e al miglioramento della qualità dell’assistenza per le persone con malattie croniche: è questo l’obiettivo principale del II Convegno IGEA: dal progetto al sistema, in programma a Roma il 25 marzo. Durante l’evento, organizzato dal reparto di Farmacoepidemiologia del CNESPS-ISS, verranno discussi con i partecipanti i modelli assistenziali per le persone con malattie croniche e analizzate le esperienze in corso in Italia. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 32 kb).

 

13/3/2014

È on line il programma del convegno “II Convegno Igea: dal progetto al sistema - L'integrazione delle cure per le persone con malattie croniche”. L’evento, organizzato dal reparto di Farmacoepidemiologia del Cnesps-Iss, ha come obiettivo quello di discutere con i partecipanti dei modelli assistenziali per le persone con malattie croniche e analizzare le esperienze in corso in Italia. La deadline per l’iscrizione è fissata al 20 marzo. Per maggiori informazioni scarica il programma (pdf 32 kb) e la scheda di iscrizione (pdf 26 kb).

 

15/1/2014

Il prossimo 25 marzo si svolgerà a Roma il II Convegno Igea “L'integrazione delle cure per le persone con malattie croniche” (pdf 36 kb). Chi fosse interessato può inviare un abstract (via e-mail) entro il prossimo 31 gennaio. Verranno presi in considerazione solo gli abstract di studi che riportano dei risultati. L'invio dell'abstract dovrà avvenire esclusivamente utilizzando l’apposita scheda (doc 15 kb). L’accettazione delle presentazioni orali e dei poster sarà comunicata entro il 1 marzo 2014.

 

Consulta anche l'archivio news.

 

TOP