Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica
a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
La sorveglianza Passi
Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia: la sorveglianza Passi

IN PRIMO PIANO

 

26/5/2016 - Abitudine al fumo

In occasione del World No Tobacco Day (31 maggio), la sorveglianza Passi ha pubblicato la scheda fronte/retro “Abitudine al fumo di sigaretta in Italia. Dati Passi (2012-2015). Adulti 18-69 anni” (pdf 386 kb). Dai dati emerge che la maggioranza degli adulti italiani non fuma (55%) o ha smesso di fumare (18%); l’abitudine al fumo risulta più diffusa fra i giovani, fra gli uomini (31 vs 23% delle donne) e fra le persone più svantaggiate economicamente (36%). Dal 2008 si riduce significativamente la prevalenza del fumatori in tutto il territorio italiano (dal 30% al 26%), in tutte le classi di età (in particolare fra i più giovani 18-24enni), in tutte le classi sociali, in particolare nelle classi sociali più agiate ma meno fra le persone economicamente più svantaggiate, per cui si amplia la forbice delle disuguaglianze sociali nel fumo. Inoltre, i dati indicano un aumento delle “case libere da fumo” sia fra i non fumatori (o ex fumatori) che fra i fumatori, come segno di crescita culturale che dalla legge del divieto nei luoghi pubblici conduce, attraverso una maggiore consapevolezza dei danni del fumo passivo, dall'astensione di fumare anche negli ambienti di vita privati. Scarica anche le schede fronte-retro di Marche (pdf 380 kb) e Asl Cn1 (pdf 212 kb) con i dati 2012-2015.

 

26/5/2016 - Dati Passi 2015 e uso di sigarette rollate a mano in Italia

Tra gli 8399 fumatori intervistati nel 2015, il 10,8% ha dichiarato di fumare la maggior parte o tutte sigarette fatte a mano, mentre l’89,3% (88,4-90) fuma la maggior parte o tutte sigarette confezionate. Negli ultimi anni le vendite di tabacchi trinciati come proporzione del consumo totale di tabacchi è andata aumentando in tutta l’Unione Europea. Tuttavia, contrariamente a quanto sembrano credere molti fumatori di sigarette rollate i danni alla salute causati non differiscono da quelli delle sigarette confezionate industrialmente. Per maggiori informazioni leggi il focus “Breve report sull’uso di sigarette rollate a mano in Italia (dati Passi 2015)”.

 

 

Passi a colpo d'occhio

Avviato nel 2005 come sperimentazione di metodi utili per la sorveglianza dei fattori comportamentali di rischio e per il monitoraggio dei programmi di prevenzione delle malattie croniche, Passi (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) è un progetto del ministero della Salute e delle Regioni/P.A. che ha l’obiettivo di mettere a disposizione di tutte le Regioni e Aziende sanitarie locali (Asl) del Paese una sorveglianza dell’evoluzione di questi fenomeni nella popolazione adulta. Con una peculiarità unica: tarare questo strumento soprattutto per un utilizzo dei dati a livello locale, direttamente da parte di Asl e Regioni.

 

Stampa

Ultimo aggiornamento giovedi 26 maggio 2016
Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
Viale Regina Elena, 299 - 00161 Roma - Tel 0649901
© - Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro è parzialmente sostenuto da risorse del CCM - Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità
Cnesps