ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Indice: Boll Epidemiol Naz 2020;1(1)

Rubrica EpiEuropa

 

DANIMARCA

Epidemia di pertosse

Nel periodo tra l’estate 2019 e la primavera 2020, la Danimarca ha dovuto affrontare un’epidemia di pertosse, che ha coinvolto 3.691 persone. Il primo focolaio si è verificato nell’isola di Fionia, nel Sud del Paese, con 735 casi, per poi diffondersi su tutto il territorio danese. Il picco dell’epidemia è stato raggiunto nel gennaio del 2020, con un totale di 874 casi diagnosticati in un solo mese. I casi si sono verificati più frequentemente tra i bambini di età inferiore ai due anni (299 casi). Tra questi, 116 (39%) non erano vaccinati, mentre 57 (19%) avevano ricevuto tutte e tre le dosi vaccinali previste per la pertosse. Un’altra fascia di età particolarmente colpita è stata quella tra i 35 e i 55 anni, probabilmente a causa della trasmissione dell’infezione tra genitori e figli. A partire dal mese di marzo 2020 si è registrata una forte diminuzione dei casi in tutta la Danimarca, probabilmente da mettere in relazione con l’adozione delle misure di confinamento messe in atto per contenere la pandemia da COVID-19. Nel novembre del 2019, al fine di arginare la diffusione dell’epidemia, il governo danese ha avviato una campagna di vaccinazione gratuita dedicata alle donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza, a cui hanno aderito (a giugno 2020) 24.279 donne.

 

Fonte: Statens Serum Institut

 

FRANCIA

Aumento degli incidenti domestici gravi durante il periodo di lockdown

Un danno collaterale del lockdown sembra essere stato l’aumento degli incidenti domestici gravi. È quanto emerge da uno studio nazionale effettuato in Francia, che ha esaminato i dati degli accessi ai Pronto Soccorso per tutti gli incidenti domestici di 10 aree metropolitane francesi durante il periodo 16 marzo-10 maggio 2020. Analizzando i dati di accesso al Pronto Soccorso e le relative ospedalizzazioni, è stata effettuata una comparazione con i dati relativi allo stesso periodo del 2019. Sebbene il tasso degli incidenti domestici sia diminuito del 50% nel totale dei casi (7.115 nel 2020 contro 15.881 nel 2019), risulta aumentata la percentuale degli incidenti domestici gravi in tutte le fasce di età: inferiore ai 15 anni (+20%) e superiore ai 45 anni (+5%). In particolare, si registra un aumento delle cadute con conseguenze gravi nei bambini tra i 2 e i 6 anni di età (+12%) e negli anziani tra i 65 e gli 84 anni (+15%). I risultati dello studio suggeriscono come debbano essere aumentate le misure di prevenzione degli incidenti domestici, in particolare in presenza di bambini e anziani, nei periodi di confinamento obbligatorio.

 

Fonte: Bulletin épidémiologique hebdomadaire, Santè Publique France

 

GERMANIA

Salute e assistenza sanitaria delle donne con più di 50 anni

Nel giugno 2020 sono stati pubblicati i risultati del progetto di ricerca "Frauen 5.0". Il progetto, che raccoglie dati estrapolati da varie indagini nazionali, è interamente dedicato alla salute delle donne di età pari o superiore a 50 anni e ha lo scopo di individuare strategie per migliorare l'offerta di assistenza sanitaria in tre stati federali della Germania nord-orientale. Secondo i risultati del progetto, il 41% delle donne nella fascia di età presa in considerazione non si sottopone a visita ginecologica, mentre circa il 60% si sottopone a visita ginecologica almeno una volta all'anno. Inoltre, circa il 65,0% si è sottoposta a visita senologica negli ultimi dodici mesi e il 58,0% si è sottoposta a pap test. I motivi principali per cui ci si rivolge al ginecologo sono lo screening di prevenzione oncologica (33,1%) e i disturbi della menopausa (45,3%). Il progetto ha messo in evidenza come i servizi di medicina generale vengano utilizzati per tutto il corso della vita, mentre si ricorre meno frequentemente ai servizi di ginecologia con l’avanzare dell’età, e come lo status socioeconomico e il luogo di residenza siano determinanti importanti per l'utilizzo dei servizi sanitari. I risultati di "Frauen 5.0" evidenziano la necessità di sensibilizzare i medici di base a un atteggiamento proattivo per favorire la consultazione e il trattamento ginecologico da parte delle donne di età pari o superiore a 50 anni. Questi risultati, inoltre, possono aiutare a pianificare e progettare servizi sanitari più aderenti alle necessità delle donne di questa fascia di età.

 

Fonte: Robert Koch Institute - Health reporting

Data di creazione della pagina: 14 ottobre 2020