ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Africa: rassegna della letteratura scientifica - 4 marzo 2021

Per rimanere aggiornato sul numero dei casi diagnosticati nei diversi Paesi africani consulta:

Scenari

Coronavirus 2019. Implicazioni potenziali per i sistemi sanitari deboli e per le zone di conflitto nel Medio Oriente e Nord Africa

Lo studio analizza i sistemi sanitari dei Paesi del Medio Oriente e del Nord Africa inclini ai conflitti: la carenza di risorse di base, l’assenza di un sistema sanitario funzionante e di una comunicazione coordinata preannunciano l’insuccesso nella lotta al COVID-19. Se l’epidemia di COVID-19 non viene affrontata subito in Paesi come questi, con sistemi sanitari deboli e conflitti in atto, le conseguenze saranno gravi in diversi settori. L’appello è rivolto alle istituzioni internazionali e alle nazioni ricche affinché monitorino e supportino le zone interessate da conflitti per bloccare sul nascere la diffusione di COVID-19. Leggi l’articolo: Omar B. Da’ar, Mohamed Haji, Hoda Jradi. Coronavirus Disease 2019 (COVID-19): Potential implications for weak health systems and conflict zones in the Middle East and North Africa region. Int J Health Plann Manage 2020 Sep;35(5):1240-1245.

 

Pipistrelli, ecosistema e infezioni virali: SARS-CoV-2 e altri virus emergenti

I pipistrelli popolano la terra da milioni di anni e sono riserva naturale di un’ampia gamma di virus. La trasmissione nell’uomo e negli animali da parte dei pipistrelli è riportata per patogeni quali il Marburg, l’Ebolavirus, il Nipah, l’Hendra virus, il virus dell’influenza, la Dengue, il virus dell’encefalite equina, il Lyssavirus, il Madariaga e i Coronavirus tra cui anche l’attuale SARS-CoV-2. È quindi prioritario identificare il ruolo dei pipistrelli nell'emergere e riemergere di queste malattie infettive. Leggi l’articolo: D. Katterine Bonilla-Aldana, S. Daniela Jimenez-Diaz, Alfonso J. Rodriguez-Morales, et al. Bats in ecosystems and their Wide spectrum of viral infectious potential threats: SARS-CoV-2 and other emerging viruses. Int J Infect Dis 2021 Jan;102:87-96.

 

Le comunità rurali in Africa non devono essere dimenticate nella risposta al COVID-19

Le aree rurali in Africa costituiscono un’ampia porzione del continente, caratterizzate da difficoltà che limitano i flussi di risorse e di strumenti per la risposta al COVID-19, a causa dell’arretratezza delle infrastrutture stradali. La carenza di personale sanitario, le modeste strutture sanitarie e l’accesso limitato ai servizi di diagnostica rischiano di rendere insufficiente il contenimento del COVID-19: in Africa per il controllo dell’epidemia nelle aree rurali occorrono quindi investimenti per infrastrutture, risorse e personale. Leggi l’articolo: Isaac Olushola Ogunkola, Don Eliseo Lucero-Prisno III, et al. Rural communities in Africa should not be forgotten in responses to COVID-19. Int J Health Plann Manage 2020 Nov;35(6):1302-1305.

 

Africa, l’effetto sindemico della pandemia di COVID-19 e malaria

La pandemia di COVID-19 ha causato l’interruzione dei servizi sanitari nei Paesi a basso e medio reddito. Lo studio ha voluto stimare l'impatto negativo dell'epidemia di COVID-19 e degli interventi non farmaceutici(Non Pharmaceutical Interventions, NPI) sulla trasmissione della malaria in quattro Paesi africani: Etiopia, Nigeria, Tanzania e Zambia. Si è partiti dai parametri epidemiologici della pandemia in ogni Paese (R0, durata dell’infezione, ecc) ed è stata simulata la dinamica dell'epidemia in due tipi di NPI: 1) restrizione dei contatti e distanziamento sociale; 2) identificazione precoce e isolamento dei casi. Sulla base delle curve epidemiche simulate, è stato quantificato l’impatto sulla distribuzione delle zanzariere con insetticida e, sulla base del numero totale di zanzariere disponibili in ciascun Paese nel 2020 e della capacità vettoriale, è stato stimato l’effetto negativo della pandemia COVID-19 sulla trasmissione della malaria. Leggi l’articolo: Benyun Shi, Jinxin Zheng, Jiming Liu, et al. Accessing the syndemic of COVID-19 and malaria intervention in Africa. Infect Dis Poverty 2021 Jan 7;10(1):5.

 

COVID-19, un’opportunità per i Paesi in via di sviluppo?

Vista la necessità di applicare risposte rapide per il controllo della pandemia da COVID-19, oltre la fragilità e lo stato di necessità dei Paesi a basso reddito, sarà obbligatorio sviluppare un approccio globale per ridurre la diffusione dell’infezione e la creazione di serbatoi virali. La African Task Force for Coronavirus Preparedness and Response (AFTCOR) ha lanciato sei task force su specifiche linee strategiche di intervento per combattere la pandemia. La maggior parte di queste strategie sono standard di base per l'igiene e dovrebbero essere applicate regolarmente in tutto il mondo. Tuttavia, tali standard non sono ancora comuni nei Paesi a basso reddito. Pertanto, se l'epidemia di COVID-19 si traduce nell'introduzione di routine di queste misure, può verificarsi un beneficio incrociato con la riduzione di altre malattie legate a cattive condizioni igienico-sanitarie come polmonite, gastroenterite, diarrea, dissenteria, epatite A, colera, tifo, poliomielite e infezioni della pelle. Leggi la corrispondenza: Lee Smith, Nicola Veronese, Vincenzo Racalbuto, Damiano Pizzol. COVID-19, an opportunity for Developing Countries? Front Public Health 2020 Nov 23;8:548708.

 

Africa

I pipistrelli della Nigeria portatori di Coronavirus, Paramyxovirus, Reovirus e Rotavirus

I tamponi fecali ricavati da oltre 300 pipistrelli, catturati nel biennio 2010-2011 nel nord della Nigeria, sono stati analizzati con polimerasi a trascrizione inversa per accertare la presenza di arenavirus, Coronavirus, paramyxovirus, reovirus, rhabdovirus e di virus influenzale. L’analisi filogenetica indica un’ampia gamma di rotavirus presenti in questi mammiferi della Nigeria, in alcuni con rotavirus umano e in altri con nuove specie. La sorveglianza globale dei virus nei pipistrelli è necessaria per comprendere adattamento ed evoluzione delle malattie zoonotiche. Leggi l’articolo: Grace S.N. Kia, Ying Tao, Suxiang Tong, et al. Identification of Coronaviruses, Paramyxoviruses, Reoviruses, and Rotaviruses among Bats in Nigeria. Am J Trop Med Hyg 2021 Jan 18;tpmd190872.

 

Nigeria, valutazione del lockdown e della riapertura

Questo studio valuta l’effetto del lockdown e della riapertura sul numero di casi attivi di COVID-19, nel periodo 29 febbraio 2020-3 luglio 2020, ed evidenzia come il lockdown abbia causato la caduta immediata del 14,30% dei casi di COVID-19 e del 33,26% nel lungo periodo. L’utilità di questi dati è nel determinare le esigenze di ospedalizzazione dei casi di COVID-19 e a valutare l’efficacia delle politiche sanitarie da condurre in Nigeria. Leggi l’articolo: Sagiru Mati. Do as neighbours do? Assessing the impact of lockdown and reopening on the active COVID-19 cases in Nigeria. Soc Sci Med 2021 Feb;270:113645.

 

COVID-19: la situazione attuale nella Repubblica Democratica del Congo

Il COVID-19 ha colpito molti Paesi africani, compresa la Repubblica Democratica del Congo, dove esistono pochi laboratori idonei ai test e c’è carenza di personale sanitario e indumenti di protezione individuale. In Congo, il fragile sistema sanitario, già sovraccarico per i conflitti civili e per altre emergenze sanitarie, deve fronteggiare anche una complessa situazione interna per le migliaia di profughi in fuga. Il Paese affronta la difficile crisi con l’esperienza delle precedenti emergenze causate dal virus Ebola attento a contenere l’esplosione di nuovi focolai di COVID-19 in attesa del vaccino. Leggi l’articolo: Carl Agisha Juma, Feruzi Abdu Salam, Attaullah Ahmadi, et al. COVID-19: The Current Situation in the Democratic Republic Congo. Am J Trop Med Hyg. 2020 Dec;103(6):2168-2170.

 

Diagnosi differenziale di COVID-19 in pazienti sintomatici presso lo University Hospital Center Mohammed VI, Marrakesh

Lo spettro clinico del COVID-19 presenta sintomi non specifici condivisi con altre malattie infettive del tratto respiratorio c’è quindi la necessità di diagnosi differenziale tra COVID-19 e altre infezioni polmonari. Uno studio condotto in Marocco presso lo University Hospital Center Mohammed VI di Marrakesh enfatizza l’importanza dei protocolli di screening e della rapida individuazione del SARS-CoV-2 e di altri patogeni respiratori più comuni, per il miglior controllo della diffusione del COVID-19, evitando i ritardi nella cura, ma anche la diffusione di altre malattie infettive. Leggi l’articolo: Khadija Krati, Jihane Rizkou, Adil Ait Errami, Lamiaa Essaadouni. Differential diagnosis of COVID-19 in symptomatic patients at the University Hospital Center Mohammed VI, Marrakesh. Pan Afr Med J 2020 Aug 12;36:269.

 

Prevenzione e controllo dell’infezione nella pandemia di COVID-19: la realtà dei lavoratori della sanità in uno stato settentrionale della Nigeria

In Nigeria, nello Stato di Kwara, è stata effettuata un’indagine qualitativa sui rischi della diffusione del COVID-19 in ambito sanitario, tramite interviste agli operatori sanitari. Lo studio ha messo in luce la loro consapevolezza riguardo alla loro vulnerabilità all'infezione da COVID-19 che attribuiscono alla scarsa conoscenza delle misure di prevenzione e controllo delle infezioni, alla fornitura inadeguata di dispositivi di protezione individuale, alla scarsa volontà politica e alle strutture sanitarie inadeguate oltre che al mancato supporto alla gestione dell’emergenza. Occorre formazione sulle misure igieniche da adottare, sull’utilizzo degli indumenti di protezione individuale così come è fondamentale la valutazione del rischio sanitario. Leggi l’articolo: O. S. Ilesanmi, A. A. Afolabi, A. Akande, A. Mohammed, et al. Infection prevention and control during COVID-19 pandemic: realities from health care workers in a north central state in Nigeria. Epidemiol Infect 2021 Jan 7;149:e15.

 

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 4 marzo 2021

Testo scritto da: Ernesto Costabile, Silvia Declich, Maria Grazia Dente, Maria Elena Tosti - Centro Nazionale per la Salute Globale, ISS