English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

30/06/2022 - Osservatorio Medicina di Genere: nuovi documenti online

Il 16 giugno, in concomitanza con la riunione plenaria dell’Osservatorio dedicato alla medicina di genere, sono stati approvati tre documenti prodotti dai Gruppi di Lavoro (GdL). Dall'aprile del 2021, quando l’Osservatorio ha trovato spazio presso l’ISS, sono stati definiti sei GdL:

  • percorsi clinici
  • ricerca e innovazione
  • formazione universitaria e aggiornamento professionale del personale sanitario
  • comunicazione e informazione
  • farmacologia di genere
  • diseguaglianze di salute legate al genere.

Gli ultimi tre GdL hanno generato altrettanti documenti nei loro ambiti di pertinenza. Comunicazione e informazione ha elaborato il “Glossario di medicina di genere” utile a comprendere il significato di termini che possono risultare ostici ai neofiti dell’argomento. Farmacologia di genere ha prodotto il documento “Appropriatezza terapeutica delle persone transgender”. Da ultimo, il gruppo diseguaglianze di salute legate al genere ha sviluppato il documento “Analisi descrittiva della salute delle persone migranti in ottica di genere. Raccomandazioni per il personale sanitario”, fornendo indicazioni utili per favorire l’inclusione dei migranti e proponendo una descrizione delle principali problematiche relative alla medicina territoriale. Particolare attenzione viene dedicata all’immigrazione femminile e a minoranze come Rom e Sinti. I documenti completi sono scaricabili dalla pagina dedicata dell’Osservatorio. Consulta anche la news sul sito ISS.

 

14/4/2022 - Medicina di Genere: la newsletter di aprile 2022

Il numero di aprile della newsletter dedicata alla Medicina di Genere (MdG) si apre con un editoriale su ritmi biologici e differenze di genere. L’argomento dell’”Osservatorio sulla MdG” dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) è dedicato agli incontri di approfondimento sulla MdG con i/le referenti regionali. Nella sezione “COVID e MdG”, si parla dei geni coinvolti nella suscettibilità di genere in SARS‑CoV‑2. Tra le altre notizie: la medicina di genere in Umbria; infezione cronica da HCV: differenze di genere nella progressione della malattia epatica ed effetti sullo stato riproduttivo nella donna; benessere e salute della popolazione transgender, un questionario nazionale dedicato ai medici di medicina generali (MMG); presentazione del 10th Congress of the International Society of Gender Medicine (Padova, 16-17 settembre 2022). La newsletter è un prodotto di comunicazione ideato e sviluppato dal Centro di Riferimento per la Medicina di Genere dell’ISS in collaborazione con il Gruppo Italiano Salute e Genere (GISeG) e il Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di Genere. Leggi la newsletter completa (pdf 1,8 Mb), l'archivio sul sito del Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di Genere e consulta la pagina dedicata su EpiCentro.

 

24/2/2022 - Indicazioni sugli aspetti di genere da considerare nei programmi e nelle azioni regionali del Piano di prevenzione

Il Piano nazionale di prevenzione (PNP) 2020-2025 persegue l’approccio di genere come un cambio culturale e di prospettiva, affinché la valutazione delle variabili biologiche, ambientali e sociali, dalle quali possono dipendere le differenze dello stato di salute tra i sessi, diventi una pratica ordinaria, al fine di migliorare l’appropriatezza degli interventi di prevenzione e contribuire a rafforzare la “centralità della persona”. Un aspetto cruciale è la disponibilità di dati aggiornati, con un dettaglio locale, e con variabili che consentano di identificare aspetti legati al genere per poterli considerare nella pianificazione di interventi. A questo proposito, le Regioni sono invitate a produrre profili di salute con cui informare i Programmi di prevenzione regionali, avendo cura di raccogliere i dati disaggregati per sesso e genere, per valutare quantitativamente le eventuali differenze. Leggi l’approfondimento.

 

13/1/2022 - Medicina di Genere: la newsletter di gennaio 2022

Il numero di gennaio della newsletter dedicata alla Medicina di Genere (MdG) si apre con un editoriale su longevità e genere. Tra gli argomenti della sezione “COVID e MdG” le calcificazioni cardiovascolari in pazienti COVID-19 e differenze di genere. Tra le altre notizie: la presentazione, da parte dell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale, del gruppo di lavoro “Medicina di genere-Go Red for Women… in Pordenone”; fattori di rischio cardiovascolare e comorbidità in pazienti anziani con sindrome coronarica acuta sottoposti a intervento coronarico percutaneo e differenze di genere; Ildegarda di Bingen e le origini della MdG. La newsletter è un prodotto di comunicazione ideato e sviluppato dal Centro di Riferimento per la Medicina di Genere dell’ISS in collaborazione con il Gruppo Italiano Salute e Genere (GISeG) e il Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di Genere. Leggi la newsletter completa (pdf 1,7 Mb), l'archivio sul sito del Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di Genere e consulta la pagina dedicata su EpiCentro.

 

13/1/2022 - Malattie rare: la nuova newsletter

È disponibile per la consultazione online l'ultimo numero di RaraMente. Nella newsletter troviamo:

  • un editoriale di ringraziamento dedicato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella
  • le FAQ dell'ISS sulla vaccinazione Anti-COVID nei bambini
  • la news sull'ampliamento, dal 1 gennaio 2022, delle 24 European Reference Networks che si arricchiscono di 620 unità
  • i risultati di un'indagine sui bisogni dei pazienti con anomalie vascolari
  • una presentazione del 33° meeting ISS-UNIAMO sulla Risoluzione ONU per le persone con malattia rara che si svolgerà il prossimo 20 gennaio
  • la terapia genica come nuova frontiera per la cura della distrofia miotonica
  • una nuova modalità di cura, a domicilio, per le persone affette da algodistrofia.

Per approfondire leggi la newsletter.