ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

16/9/2021 - Popolazione migrante e HIV: quando avviene l’infezione?

Le persone migranti stabilitesi in Europa sono esposte al rischio di contrarre il virus HIV indipendentemente dal loro Paese di origine e dal sesso: è quanto emerge da uno studio pubblicato su Eurosurveillance ad agosto 2021 con il titolo “Post-migration acquisition of HIV: Estimates from four European countries, 2007 to 2016”. I dati del decennio 2007-2016 sulle infezioni da HIV tra 23.595 persone migranti arrivate in UK, Svezia, Belgio e Italia indicano che circa il 40% (9400) abbia contratto l’infezione post-migrazione: il 91% tra chi era arrivato oltre dieci anni prima della diagnosi e il 30% tra chi era arrivato tra 1 e 5 anni prima della diagnosi. Per maggiori informazioni leggi il commento di Barbara Suligoi (ISS).

 

6/5/2021 - Infezioni sessualmente trasmesse: una monografia in inglese pensata per i ragazzi

È online la versione in inglese della monografia “Le infezioni sessualmente trasmesse. Come riconoscerle e prevenirle” rivolta ai ragazzi delle scuole secondarie e curata, già nel 2018, da Barbara Suligoi e Maria Cristina Salfa (ISS) per la collana di libri “I Ragazzi di Pasteur”, frutto della cooperazione tra Ibsa Foundation e Istituto Pasteur Italia. Alla traduzione in inglese hanno preso parte anche Erika Lindh (ISS, EUPHEM-ECDC) e Loredana Ingrosso (ISS). La prima parte della monografia illustra le “Regole del sesso sicuro” spiegando ai giovani come riconoscere le infezioni sessualmente trasmesse, i potenziali rischi ad esse connesse e a chi rivolgersi per avere delucidazioni a riguardo. Nella seconda trova spazio un fumetto a cura della Scuola Romana dei Fumetti, la cui sceneggiatura è stata elaborata dagli studenti del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Trento, sempre incentrato sulla tematica delle infezioni sessualmente trasmesse. Il linguaggio è stato appositamente studiato da esperti per trasmettere le informazioni in modo semplice e non tecnico. Per approfondire consulta la versione inglese “Sexually transmitted infections. How to recognize and prevent them” (pdf 3,8 Mb) e quella in italiano monografia “Le infezioni sessualmente trasmesse. Come riconoscerle e prevenirle” (pdf 10 Mb).