English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

30/6/2022 - Riduzione dell’uso dannoso di alcol: il Piano d'Azione 2022-2030 OMS

Il 24 maggio, l’Assemblea Mondiale della Sanità ha reso esecutivi gli obiettivi del nuovo “Global alcohol action plan 2022-2030 to strengthen implementation of the Global Strategy to Reduce the Harmful Use of Alcohol”, cioè il Piano d'azione (2022-2030) dell’OMS per implementare efficacemente la strategia globale di riduzione dell’uso dannoso di alcol come priorità di salute pubblica. Alla stesura del nuovo Piano, iniziata nel 2019, ha contribuito anche l’Osservatorio Nazionale Alcol (ONA) dell’ISS. Leggi l’approfondimento dei ricercatori ISS.

 

23/6/2022 - Il prezzo minimo dell’alcol come misura di contrasto al consumo dannoso di alcol: il nuovo rapporto dell’OMS

Il 21 giugno 2022 l’Ufficio europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili dell’OMS ha pubblicato online un nuovo rapporto sul prezzo minimo dell'alcol come misura di contrasto al consumo dannoso di alcol. Il nuovo rapporto dell'OMS, dal titolo “No place for cheap alcohol. The potential value of minimum pricing for protecting lives”, esplora questa misura di intervento e prevenzione in modo approfondito fornisce una prima revisione generale delle politiche di prezzo minimo sull'alcol e riassume le evidenze più recenti da considerare sul loro impatto per i Paesi. Leggi l’approfondimento a firma di Emanuele Scafato, Claudia Gandin, Silvia Ghirini, Alice Matone, Osservatorio Nazionale Alcol, Centro Nazionale Dipendenze e Doping, ISS.

 

16/6/2022 - Webinar mondiale sulle bevande zero alcol e a bassa gradazione alcolica

Webinar mondiale organizzato dalla Less Alcohol Unit dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Alcol (ONA) dell’Istituto Superiore di Sanità. Il webinar è parte integrante di un più ampio progetto OMS per il quale l’Osservatorio Nazionale Alcol è stato richiesto dall’Head Quarter di Ginevra come consulente per la redazione del primo di una serie di policy brief per il target internazionale dei policy makers nell’ottica del supporto tecnico scientifico all’implementazione dell’Action Plan d’implementazione della Global Action on Alcohol approvata a maggio dall’Assemblea Mondiale della Sanità. Per approfondire leggi la pagina dedicata. Per la registrazione vai sul sito del WHO.

 

16/6/2022 - Salute della popolazione transgender

Il 7 giugno sono stati presentati alcuni dati preliminari relativi allo “Studio sullo stato di salute della popolazione transgender adulta in Italia” condotto dall’ISS in collaborazione con centri clinici distribuiti su tutto il territorio nazionale e associazioni/collettivi transgender. Dallo studio emerge soprattutto la difficoltà di accedere ai servizi sanitari, in particolare agli screening oncologici, con la percentuale di chi si sente discriminato che arriva al 46%. Soltanto il 20% delle persone transgender assegnate femmina alla nascita esegue il pap-test, mentre soffre di depressione circa il 40% delle persone transgender e il 60% dei casi del campione analizzato dichiara di non fare attività fisica. La ricerca condotta dall’ISS è divisa in quattro sezioni: dati socio-anagrafici, stili di vita, stato di salute, identità di genere e salute. I risultati saranno oggetto a breve di pubblicazione. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa 41/2022 dell’ISS.

 

19/5/2022 - OMS: nuovo documento su marketing, pubblicità e promozione transfrontaliera dell’alcol

Nel mondo, circa 3 milioni di persone muoiono ogni anno a causa del consumo dannoso di alcol – una persona ogni 10 secondi – che rappresentano il 5% di tutti i decessi. In particolare, il 13,5% di tutti i decessi nella fascia d’età 20-39 anni sono legati all'alcol. Nonostante i rischi per la salute, i controlli sulla commercializzazione (marketing) dell'alcol non sono presenti o le regolamentazioni non vengono applicate a sufficienza. Il rapporto “Reducing the harm from alcohol – by regulating cross-border alcohol marketing, advertising and promotion: a technical report - Ridurre i danni causati dall'alcol – regolando il marketing, la pubblicità e la promozione transfrontaliera dell'alcol: un rapporto tecnico” pubblicato dall’OMS il 10 maggio 2022 descrive e denuncia dettagliatamente il modo in cui la commercializzazione delle bevande alcoliche valica i confini nazionali aggirando le normative esistenti nei singoli Stati riceventi, usando come nuova risorsa i mezzi digitali disponibili per la diffusione sui social network - o comunque nelle realtà di aggregazione e le piazze virtuali del web - per rendere più appealing il valore dell’alcol e del bere, in particolare tra i giovani e le donne. Leggi di più nell’approfondimento.

 

12/5/2022 - OMS Europa: nuovo report su malattie croniche e persone detenute

La popolazione detenuta della Regione europea dell’OMS è composta da oltre un milione e mezzo di persone e la loro salute è più vulnerabile di quella della popolazione generale. Secondo l’OMS Europa le politiche sanitarie delle prigioni dovrebbero prendere in considerazione più aspetti rispetto al passato, quando l’attenzione era mirata soprattutto alla prevenzione di malattie infettive e incidenti. Il report “Addressing the NCD burden in prisons in the WHO European Region: interventions and policy options”, pubblicato a maggio 2022, fornisce una panoramica sulle disuguaglianze di salute della popolazione che vive nelle carceri della Regione europea dell’OMS. Il report fornisce anche una nuova visione sui fattori di rischio delle malattie croniche affiancando a fumo, alcol, sedentarietà e alimentazione scorretta anche i rischi ambientali ed effetti di un accesso limitato all’assistenza sanitaria. Per maggiori informazioni leggi la notizia sul sito dell’OMS Europa e leggi il rapporto completo.

 

15/3/2022 - Al via la Conferenza Nazionale Alcol 2022

Si intitola “Informare, educare, curare: verso un modello partecipativo ed integrato dell'alcologia italiana” la seconda Conferenza Nazionale Alcol promossa dal 15 al 17 marzo 2022 dal ministero della Salute in collaborazione con le Regioni. La Conferenza ha come obiettivo centrale il confronto fra tutti gli attori impegnati in questo ambito per condividere conoscenze, per costruire nuove alleanze e proporre interventi per contrastare i disturbi da uso di alcol (DUA) in Italia valorizzando l’esperienza e la dignità autonoma ma integrata dell’alcologia italiana. L’evento, organizzato sia in presenza sia in modalità streaming sui canali ufficiali del ministero della Salute, vede la partecipazione tra gli altri, dei rappresentanti delle associazioni di auto mutuo aiuto, delle Regioni, dell’ANCI, degli operatori del settore, delle società scientifiche, dell’ISS e di altre istituzioni. Per l’occasione l’Osservatorio Nazionale Alcol dell’ISS ha prodotto una serie di factsheet su aspetti specifici delle tematiche alcol-correlate. Leggi l’approfondimento.

 

24/2/2022 - Conferenza Nazionale Alcol 2022

Si intitola “Informare, educare, curare: verso un modello partecipativo ed integrato dell'alcologia italiana” la seconda Conferenza Nazionale Alcol promossa dal ministero della Salute in collaborazione con le Regioni. L’evento sarà organizzato sia in presenza (presso l'Auditorium del ministero della Salute, nella sede di via Giorgio Ribotta 5, Roma) sia in modalità streaming sui canali ufficiali del Ministero della Salute. Interverranno, tra gli altri, i rappresentanti delle associazioni di auto mutuo aiuto, delle Regioni, dell’Anci, degli operatori del settore, delle società scientifiche, dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e di altre istituzioni. Le sessioni tematiche saranno quattro: “Gli interventi di prevenzione in ambito scolastico e l’aggancio precoce dei giovani vulnerabili”; “L. 125/01. L'integrazione del lavoro tra Servizi per le Dipendenze/Alcologie e le CML in tema di guida. Stato dell'arte e prospettive future.”; “La Formazione”; “Le Reti Curanti”. Al termine della tre giorni verrà prodotto un documento condiviso con le proposte operative emerse dalla discussione nei tavoli di lavoro. Il programma e le modalità di iscrizione saranno online appena disponibili. Leggi il comunicato sul sito del ministero della Salute.

 

13/1/2022 - Marketing digitale dell'alcol e politiche di controllo: sfide e opzioni politiche per una salute migliore nella Regione europea dell'OMS

Il rapporto “Digital marketing of alcohol: challenges and policy options for better health in the WHO European Region (2021)” pubblicato a dicembre 2021 dall’Ufficio regionale per l’Europa dell’OMS, sottolinea che la limitazione della commercializzazione dell'alcol è uno dei cosiddetti "best buy" raccomandati dall'OMS, e cioè una delle politiche economicamente vantaggiose per ridurre il consumo di alcol e il carico di malattia alcol-attribuibile. Tre i principali punti del documento: descrizione dell’ecosistema digitale in rapida evoluzione e dei metodi impiegati per invadere gli spazi personali online con il marketing degli alcolici; fornire un'istantanea dei contesti normativi in una selezione di Paesi della Regione europea dell'OMS e a livello internazionale; suggerimenti su una serie di opzioni politiche con azioni concertate tra Paesi e istituzioni internazionali in un approccio globale. Consulta l’approfondimento a cura di Emanuele Scafato, Claudia Gandin, Silvia Ghirini, Alice Matone (Osservatorio Nazionale Alcol, Centro Nazionale Dipendenze e Doping, ISS).