ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Coperture vaccinali anti-HPV: i dati al 31 dicembre 2018

Sono online, sul sito del ministero della Salute i dati, aggiornati al 31 dicembre 2018, sulle coperture del vaccino anti-HPV nella popolazione femminile (coorti di nascita 1997-2006) e in quella maschile (coorti di nascita 2003-2006).

 

In Italia, a partire dal 2007-2008, la vaccinazione anti-HPV è offerta gratuitamente e attivamente alle bambine nel dodicesimo anno di vita (undici anni compiuti). In base alle indicazioni del Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2017-2019 (PNPV 2017-1019) a partire dal 2018 la vaccinazione gratuita nel corso del dodicesimo anno di età (coorte 2006 per il 2018) è prevista anche per i maschi. Negli anni, diverse Regioni hanno ulteriormente esteso l’offerta gratuita ad altre fasce di età e ad alcune categorie a rischio.

 

I dati

Al 31/12/2018, nelle ragazze, i dati di copertura relativi alla coorte 2006 si assestano al 61,7% per la prima dose e al 40,3% per il ciclo completo, confermando l’andamento negativo delle rilevazioni per l’ultima coorte di chiamata attiva (nel 2017, sulla coorte di nascita 2005, i valori erano, rispettivamente, 64,4% e 49,9%; nel 2016, coorte 2004, 65,0% per la prima dose e 53,1% per il ciclo completo). Prosegue l’attività di recupero per tutte le coorti precedenti. Nella coorte 2005 si osserva un incremento fino al 71,7% per la prima dose e al 62,2% per il ciclo completo; nella coorte 2004 è, rispettivamente, al 73,4% per la prima dose e al 66,8% per il ciclo completo.

 

Nei ragazzi, nella coorte 2006, si rilevano coperture del 24,1% per la prima dose e del 19,3% per il ciclo completo.

 

Le basse coperture rilevate nella coorte 2006 risentono di alcune differenze locali sull’inizio della strategia di chiamata attiva (alcune Regioni hanno implementato la chiamata attiva a partire dalla coorte successiva, quella del 2007). Inoltre, per motivi organizzavi, analogamente a quanto successo negli anni precedenti, in alcune Regioni una parte delle bambine della coorte oggetto di chiamata ha iniziato o completato il ciclo vaccinale nell’anno successivo; ciò giustifica, ad esempio, il dato di recupero sulla coorte del 2005 (+7,3% per la prima dose e +12,3 % per il ciclo completo).

 

Il confronto con i dati europei evidenzia che la copertura vaccinale media per HPV nelle ragazze è discreta pur rimanendo al di sotto della soglia ottimale prevista dal PNPV 2017-2019 (≥95%), mentre quella nei ragazzi è ancora più distante (≥75% per il 2018) e ci si auspica un incremento nel 2019, considerando che il 2018 è stato il primo anno di raccomandazione a livello nazionale. Inoltre, i dati regionali mostrano un'ampia variabilità regionale.

 

Conclusioni

Per il raggiungimento di coperture ottimali si rende necessario attuare interventi di promozione sia su scala nazionale che mirati in specifici contesti geografici. Sarebbe necessario anche studiare modelli di offerta in grado di coinvolgere in maniera più partecipativa gli adolescenti.

 

In attesa dei dati del 2019, rimane la preoccupazione del probabile impatto della pandemia di COVID-19 sulle coperture vaccinali del primo semestre 2020, tenendo presente che la vaccinazione anti-HPV non rientra tra quelle obbligatorie secondo la Legge 119/2017.

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 30 luglio 2020

Autori: Andrea Siddu e Paolo Fortunato D’ancona - Dipartimento Malattie infettive, ISS