ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Archivio per anni

 

20 settembre 2018

Settimana europea della mobilità

La 17esima edizione della Settimana europea della mobilità (16-22 settembre) propone come tema “Cambia e vai”, un invito alla multimodalità, cioè alla scelta di diversi mezzi di trasporto, sia all’interno dello stesso spostamento che per spostamenti diversi. L’iniziativa, promossa in Italia dal ministero dell’Ambiente, vede per il 2018 l’adesione di 94 Comuni su tutto il territorio nazionale. Giovanni Assogna (Mobility manager dell’Iss) racconta l’importanza di un approccio integrato al mobility management aziendale, introducendo anche i dati delle sorveglianze di popolazione Passi e OKkio alla Salute che, rispettivamente per adulti e bambini, offrono un quadro dettagliato delle abitudini degli italiani sulle modalità di spostamento abituali. Leggi la riflessione di Giovanni Assogna e consulta i dati di OKkio alla Salute e di Passi sulla mobilità attiva.

 

Infezioni da Hiv e Aids in Italia: la Relazione al Parlamento 2017

In Italia, nel 2016, sono state riportate 3451 nuove diagnosi di infezione da Hiv, pari a 5,7 nuovi casi per 100 mila residenti e il numero delle nuove diagnosi è risultato in calo rispetto all’anno precedente, per tutte le modalità di trasmissione. Lo riferisce la Relazione Aids 2017. Leggi il commento di Anna Maria Luzi e Barbara Suligoi (Iss).

 

Salute degli europei, il report Oms

Lo European Health Report 2018 giunge puntuale al suo appuntamento triennale quale strumento di verifica degli obiettivi del programma Health 2020, e viene pubblicato con qualche giorno di anticipo rispetto alla 68a riunione annuale del Comitato regionale per l’Europa dell’Oms che vede riuniti a Roma, dal 17 al 20 settembre 2018, i delegati dei 53 Stati membri. Leggi l’approfondimento.

 

Tra denutrizione e obesità

Nel 2017, nel mondo, 821 milioni di persone (circa 1 su 9) soffrivano la fame, mentre 672 milioni (circa 1 su 8) erano obesi. Due dati estremi sottolineati dal nuovo rapporto congiunto pubblicato, a settembre 2018, da Fao, Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (Ifad), Unicef, Programma alimentare mondiale (Wfp) e Oms.

 

Tubercolosi e standard di cura

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e la European Respiratory Society (Ers) hanno sviluppato 21 standard incentrati sul paziente per garantire percorsi ottimali per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione della tubercolosi in Europa.

 

Indirizzario dei registri di mortalità

Sono disponibili i nuovi recapiti per il Registro nominativo delle cause di morte dell'Asl-BI di Biella. Consulta l’indirizzario aggiornato.

 

Giornata mondiale dell’Alzheimer 2018

Gli ultimi dati disponibili riportano stime di crescita allarmanti della demenza: nel mondo 35,6 milioni di casi nel 2010 che raddoppieranno nel 2030 e triplicheranno nel 2050 con 7,7 milioni di nuovi casi all’anno. Numeri che fanno riflettere, anche in occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer, evento che ricorre ogni anno il 21 settembre come iniziativa promossa dalla federazione internazionale Alzheimer’s Disease International (Adi). La riflessione di Nicola Vanacore e Flavia Mayer (Iss).

 

Sicilia, Master Prospect: due progetti in ambito vaccinale

Nel contesto delle attività del Master “Promozione della salute della popolazione ed epidemiologia applicata alla prevenzione”, sono stati realizzati 8 progetti di ricerca su diversi ambiti della salute pubblica. Due di questi si sono occupati del tema delle vaccinazioni, affrontandolo rispettivamente in termini di vaccine hesitancy (esitazione vaccinale) per morbillo, parotite e rosolia (MPR) e in termini di standardizzazione delle informazioni rivolte alle famiglie. Leggi il resoconto a cura dei ricercatori Iss.

 

Piemonte, i dati su malattie infettive e legionella

Nel rapporto “Notifiche delle malattie infettive in Piemonte – Anno 2017” – pubblicato dal Seremi vengono riportati i dati del Sistema informativo di sorveglianza delle malattie infettive del Piemonte che raccoglie le notifiche obbligatorie e le informazioni rilevate dai sistemi di sorveglianza speciali attivi a livello regionale. Consulta il documento.
Nel 2017, in Piemonte i casi di legionellosi segnalati sono stati 112, pari a un tasso di incidenza di 2,5 casi ogni 100 mila abitanti. Lo riferisce il rapporto "La Legionellosi in Piemonte. Rapporto 2017" pubblicato dal Seremi a settembre 2018. Il documento riporta l’incidenza di legionellosi in Regione nel 2017, i trend dal 2003, le caratteristiche socio-demografiche dei casi, le caratteristiche cliniche, gli esiti di malattie e le indagini diagnostiche, la fonte presunta dei casi e i cluster di legionellosi. Consulta il documento.