English - Home page

ISS
Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro - L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità - EpiCentro

Ultimi aggiornamenti

27/10/2022 - Aggiornamento della sezione

È online l’aggiornamento delle informazioni generali sugli integratori alimentari e la fitosorveglianza. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata.

 

15/9/2022 - Sindrome dell’intestino irritabile e terapie complementari

Il numero di agosto 2022 della newsletter Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (NCCIH) americano, sintetizza lo stato delle conoscenze scientifiche relative ai benefici delle terapie complementari sulla sindrome dell'intestino irritabile. Sebbene vi siano alcune evidenze di efficacia per alcune terapie complementari, la maggior parte degli studi sinora condotti presenta difetti metodologici e sono necessarie ulteriori approfondimenti per determinare l’efficacia delle terapie complementari per il trattamento della sindrome dell'intestino irritabile. Per approfondire consulta la newsletter “Irritable Bowel Syndrome and Complementary Health Approaches”. 

 

1/9/2022 - Funzioni cognitive e integratori alimentari

Il numero di luglio 2022 della newsletter Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (NCCIH) americano, sintetizza lo stato delle conoscenze scientifiche relative ai benefici degli integratori alimentari sulle funzioni cognitive, la demenza e l’Alzheimer. Nella newsletter viene riportato che sebbene qualche studio abbia mostrato effetti positivi di alcuni integratori sulla prevenzione del declino delle funzioni cognitive, non c’è ancora sufficiente evidenza a sostegno di questo effetto. Per approfondire consulta la newsletter “Dietary Supplements and Cognitive Function, Dementia, and Alzheimer’s Disease”. 

 

9/6/2022 - Asma e terapie complementari

Le attuali evidenze scientifiche non sostengono l'utilizzo di terapie complementari in sostituzione di una comprovata gestione medica per la cura dell’asma; tuttavia, se utilizzati in aggiunta alle terapie classiche e sotto controllo medico, questi approcci complementari potrebbero aiutare le persone che soffrano di asma a sentirsi meglio e migliorarne il controllo, favorendo la gestione dello stress, dell'ansia o della depressione. Il numero di maggio 2022 della newsletter mensile Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (Nccih), fornisce una sintesi della ricerca attuale relativa ai diversi rimedi studiati per l'asma, tra cui agopuntura, tecniche di respirazione, meditazione, yoga, acidi grassi Omega-3, probiotici, isoflavoni della soia e vitamina D.

 

31/03/2022 - Integratori alimentari e patologie oculari

Gli integratori alimentari sono frequentemente utilizzati per prevenire o rallentare la progressione di alcune patologie oculari come la cataratta, la degenerazione maculare senile, il glaucoma e la retinopatia diabetica. Esiste, infatti, una qualche evidenza scientifica che una combinazione di vitamine E, C, beta carotene e zinco possa ridurre il rischio di sviluppare la degenerazione maculare. Inoltre c’è evidenza – seppur limitata – che per alcuni gruppi di popolazione con problemi di mal nutrizione carotenoidi, luteina/zeaxantina possano essere associati a una riduzione della necessità di interventi chirurgici per cataratta. Sono, comunque, necessari ulteriori studi che supportino il beneficio nell’utilizzo di integratori. Inoltre, i dati attualmente disponibili non supportano l’utilizzo di integratori alimentari contenenti vitamine A, C ed E per il trattamento del glaucoma. Per approfondire leggi la newsletter di marzo 2022 Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (Nccih) “Dietary Supplements for Eye Conditions”.

 

3/3/2022 - Approcci nutrizionali per il dolore e l’infiammazione muscoloscheletrici

Molti approcci nutrizionali utilizzano gli integratori alimentari per presunte proprietà antinfiammatorie e alcuni hanno una lunga storia di utilizzo per il trattamento dell'infiammazione e del dolore associato a condizioni infiammatorie muscoloscheletriche come l'artrosi, l'artrite reumatoide e la tendinite. Il numero di febbraio 2022 della newsletter mensile Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (Nccih), fornisce una sintesi attuale delle evidenze di efficacia di diversi prodotti naturali commercializzati per migliorare queste condizioni.