Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

fitosorveglianza

Documentazione

In Italia

 

Vigierbe

Sistema di segnalazione, online, delle sospette reazioni avverse che si verificano dopo l’assunzione di integratori alimentari, prodotti erboristici, preparazioni magistrali (per esempio a base di cannabis per uso medico), medicinali omeopatici e altri prodotti di origine naturale. Per inviare una segnalazione collegarsi al sito www.vigierbe.it.

 

Farmacovigilanza: segnala e fai la differenza per la salute di tutti, Farmacovigilanza e farmaci in allattamento: più informati, più salute per tutti, Fitovigilanza: segnala le sospette reazioni avverse a preparati naturali...

Come e perché segnalare le sospette reazioni avverse a farmaci e a prodotti naturali (integratori, medicinali omeopatici, prodotti erboristici) è il tema dei tre video promossi dalla Regione Lazio, con l’intento di incoraggiare la cultura della farmacovigilanza e della fitosorveglianza. Chiunque osservi o sperimenti su di sé un evento indesiderato verificatosi dopo l’assunzione di un farmaco o di un qualunque prodotto naturale è opportuno che lo segnali secondo le procedure illustrate nei video. Le segnalazioni possono essere inviate da medici, da altri professionisti sanitari (infermieri, ostetriche, farmacisti) o da cittadini. Le informazioni raccolte contribuiranno ad approfondire le conoscenze dei possibili rischi associati all’uso di farmaci e prodotti naturali. Uno specifico video è dedicato all’uso dei farmaci e dei prodotti naturali durante l’allattamento. Infatti, nonostante nella maggior parte dei casi è possibile conciliare l’allattamento con la terapia farmacologica, molte donne utilizzano invece prodotti naturali, considerandoli più sicuri. Anche in questi casi, qualora si osservino effetti indesiderati, è importante segnalarli attraverso i sistemi di sorveglianza dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e dell’Istituto superiore di sanità (Iss).

 

Linee guida sugli integratori per i nutrienti e le altre sostanze diverse da vitamine e minerali (pdf 17 kb)

Aggiornate dal ministero della Salute a luglio 2012, le linee guida trattano: aminoacidi; altre sostanze con apporto massimo giornaliero definito; altre sostanze senza apporto giornaliero massimo definito.

 

Tisane e integratori alimentari, indicazioni per il corretto utilizzo (pdf 39 kb)

Documento pubblicato a marzo 2012 dal ministero della Salute e relativo all'uso di prodotti naturali come tisane e integratori alimentari da parte dei gruppi più vulnerabili della popolazione come bambini e donne in gravidanza o durante l'allattamento. Scarica il documento completo (pdf 39 kb).

 

Elenco piante ammesse negli integratori alimentari (pdf 669 kb)

Documento del ministero della Salute, aggiornato a dicembre 2011. Contiene un elenco delle sostanze e dei preparati vegetali ammessi negli integratori alimentari, fornendo: nome botanico, parti e derivati ammessi, riferimento per gli effetti.

 

Elenco piante non ammesse negli integratori alimentari (pdf 45 kb)

Documento del ministero della Salute, aggiornato a luglio 2009. Contiene un elenco degli estratti vegetali non ammessi negli integratori alimentari.

 

Decalogo di informazione al cittadino

Documento a cura dell’Istituto superiore di sanità, in collaborazione con la Società italiana di farmacologia, con il Centro di medicina naturale della Asl 11 di Empoli e con il Centro Antiveleni dell'ospedale Niguarda Ca'Granda di Milano. Il decalogo informativo, pubblicato a febbraio 2010 e disponibile in forma di locandina (pdf 118 kb) e brochure (pdf 731 kb), si rivolge a operatori sanitari e cittadini e contiene informazioni sui possibili rischi associati all’utilizzo dei prodotti di origine naturale. Leggi l’approfondimento e i commenti degli esperti: Fabio Firenzuoli (Responsabile del Centro di Medicina Naturale Ospedale S. Giuseppe, Empoli), Franca Davanzo e Paola Angela Moro (Centro Antiveleni di Milano A.O. Ospedale Ca’Granda, Milano), Achille P. Caputi (Dipartimento Clinico e Sperimentale di Medicina e Farmacologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Messina).

 

TOP